CronacaStato prima
"Aiutatemi a riportarlo a casa" chiede la sorella del giovane veneto Luca Russo

Attentato a Barcellona: 14 morti, 3 italiani. L’autista-killer forse vivo

Intanto, proseguono le indagini per ricostruire l'accaduto e ricercare i responsabili

Di:

Roma. SONO tre le vittime italiane dopo l’attacco sulla Rambla a Barcellona: si tratta di Bruno Gulotta, 35enne di Legnano, e Luca Russo, 25 anni, di Bassano del Grappa, e Carmen Lopardo, 80 anni, “da più di 60 residente in Argentina, originaria della provincia di Potenza”. “Gulotta, racconta la moglie, si è messo davanti ai figli di 7 mesi e 6 anni salvandoli dalla corsa del van. Russo si trovava nella città catalana con la ragazza, ferita e ancora in ospedale. “Aiutatemi a riportarlo a casa” chiede la sorella del giovane veneto.” Lo riporta l’Ansa.

Intanto, proseguono le indagini per ricostruire l’accaduto e ricercare i responsabili della strage. Secondo le agenzie di stampa, “l’autista del furgone che ha falciato e ucciso 13 persone potrebbe essere ancora vivo e in fuga in Francia”. “Le forze dell’ordine stanno dando la caccia a Younes Abouyaaqoub, il giovane che ora gli inquirenti hanno identificato come l’autista-killer. Gli altri 4 terroristi ricercati per la strage, tra cui Moussa Oukabir, 17 anni, sono stati uccisi dalla polizia catalana con un quinto terrorista a Cambrils”.

Attentato a Barcellona: 14 morti, 3 italiani. L’autista-killer forse vivo ultima modifica: 2017-08-19T11:05:46+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi