Cronaca

“L’aumento della Tarsu è illegittimo”. Adiconsum Foggia raccoglie adesione per Tar. Protesta La Destra

Di:

Potenza presidente Adiconsum provinciale (St)

Potenza presidente Adiconsum provinciale (St)

Foggia – “L’AUMENTO della Tarsu da parte del Comune di Foggia è illegittimo in quanto approvato da un organo amministrativo non competente”. A sostenerlo è l’Adiconsum provinciale di Foggia, secondo la quale il provvedimento, sulla base del quale i foggiani subiranno un aumento di oltre il 30 per cento della Tassa sui Rifiuti Solidi Urbani, andava approvato dal Consiglio Comunale, entro un termine prestabilito dalla legge che non è stato rispettato.

Per questa ed altre motivazioni, l’associazione a difesa dei consumatori e dell’ambiente, che da subito ha fortemente contestato anche nel merito la decisione del Comune, ha deciso di avviare la raccolta delle adesioni al fine di presentare formale ricorso al Tar contro il pagamento dell’aumento della tassa. Pertanto, l’Adiconsum informa gli interessati che possono rivolgersi per la presentazione del ricorso allo sportello dell’associazione dei consumatori, ubicato a Foggia in Via Montregrappa 64, dal lunedì al venerdì, dalle ore 17 alle ore 18.


LA PROTESTA DE LA DESTRA DI FOGGIA
– LA Segreteria Cittadina de “La Destra” sarà presente martedì 20/09/2011 dalle ore 18:30 con un gazebo nell’Isola Pedonale per illustrare alla cittadinanza le negative ripercussioni economiche che sortiranno i provvedimenti presi dalla Giunta Mongelli, quali il nuovo piano parcheggi, l’aumento della TARSU, la privatizzazione del Cimitero .

“Il contatto diretto con la gente è il valore aggiunto al nostro Movimento; – afferma Luigi de Vito, Segretario Cittadino – il pensiero Sociale contraddistingue tutte le nostre azioni. Martedì saremo lieti di incontrare la cittadinanza per confrontarci sull’effetto e sulle ripercussioni delle azioni amministrative e sui provvedimenti assunti dal Consiglio Comunale. Sarà l’occasione –continua deVito- per indire una petizione popolare contro il Piano parcheggi, l’aumento della Tarsu e la privatizzazione del Cimitero, provvedimenti da noi ritenuti assurdi e nocivi per la già fragile economia foggiana. La Nostra Politica Sociale –continua deVito- è lontana dalle “Stanze del Palazzo” è vuole intraprendere un percorso di rinnovamento partendo, appunto, dalla Gente.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
4

Commenti


  • Redazione

    ADICONSUM & MOVIMENTO CONSUMATORI “UNITI PER FOGGIA”

    Ora è giunto il momento di essere più chiari, poichè dopo attenta analisi è stata definitivamente chiarita la questione: La Tassa va pagata come lo scorso anno! Non ci sono estremi per non pagarla! L’aumento del 30% è illegittimo!

    Pertanto, I rispettivi presidenti del Movimento Consumatori e dell’Adiconsum, Bruno Maizzi e Giuseppe Potenza, hanno deciso di unire le sinergie per tutelare al meglio, tutti i cittadini foggiani.

    In pratica: le due Associazioni, si faranno carico di tutti gli esosi oneri per presentare un Ricorso al T.A.R. che, accerti la illegittima Azione commessa dal Comune di Foggia a danno dell’intera cittadinanza, nel contempo si compilerà la lista di tutti i cittadini aderenti al “Non Pagamento Aumento” da inoltrare al Comune.

    I cittadini aderenti, devono presentarsi presso una delle due Associazioni (M.C. Foggia Via Gorizia,52 e Adiconsum Via Montegrappa,64) per dare adesione, controfirmando un prestampato “Autotutela” e fornendo i necessari documenti, ossia: Avviso di ricevimento Tassa e fotocopia fronte-retro del documento di riconoscimento.

    Fatto questo, il Cittadino sarà libero di pagare la Tassa (con l’importo dello scorso anno) entro il 31.12.2011.

    Sarà cura e spesa delle due Associazioni, assistere in giudizio in ogni ordine e grado i Cittadini.
    Non ci saranno sorprese e/o effetti collaterali, perché il Ricorso è fondato su validi motivi che accertano l’illegittimità dell’aumento del 30%!
    Per i costi relativi ed inerenti? Come già precisato, gli esosi costi, saranno a cura delle due Associazioni. Sarà richiesto, per i già Soci, solo un contributo di €.5,00 per spese di cancelleria, disbrigo ed inoltro pratica, etc.

    BRUNO MAIZZI & GIUSEPPE PO


  • ilaria

    voglio sapere per coloro che non sono soci possono fare ricorso. quanto è il contributo?


  • ilaria

    aspetto in breve una risposta.

    G R A Z I E ………….


  • Redazione

    Scusami. Se non ricordo male dovrebbe essere 15 euro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi