Manfredonia

Manfredonia, rapina alla Banca Popolare di Bari: bottino di 13mila euro

Di:

Piazza Marconi, la sede della Banca Popolare di Bari (ST)

Manfredonia – RAPINA stamane alla Banca Popolare di Bari, in Piazza Marconi. Indagini in corso da parte del locale Commissariato, del dirigente L.Di Prisco. In base ai dati emersi, due persone si sono introdotte nella sede dell’istituto bancario portando via una somma complessiva pari a 13mila euro.

La rapina è avvenuta verso le ore 8 e 55 del mattino. Presenti nell’istituto di credito – al momento della rapina – 3 clienti, il direttore di banca e 3 dipendenti. Subito l’ingresso di uno dei due complici, senza coperture o armi per non attirare l’attenzione. Dunque il secondo complice con il viso coperto. Ma causa il blocco della porta d’ingresso il primo complice – già dentro l’istituto – avrebbe minacciato ed in seguito schiaffeggiato un dipendente della banca, procurandogli 3 giorni di ricovero per cure presso il locale pronto soccorso. Dunque l’ingresso di ambedue i rapinatori che si sarebbero fatti consegnare contanti per 13mila euro. Poi la fuga a piedi.

Il dirigente del Commissariato di P.S. dottor Di Prisco ha richiesto l’intervento della Scientifica per i rilievi. Già acquisiti i filmati, dato che la banca è dotata di un sistema di videosorveglianza interno ma si attende l’arrivo dei tecnici di Bari (la sede principale dell’istituto bancario è infatti del capoluogo regionale) per la visualizzazione delle riprese. I rilievi della Scientifica potrebbero essere utili per verificare la possibile sussistenza di impronte necessarie per il rintraccio dei rapinatori autori del colpo di stamane.

Redazione Stato@riproduzione riservata



Vota questo articolo:
9

Commenti


  • Giancarlo

    e l’esercito serverebbe a qualcosa? Credo che l’unico modo per pulire la città e creare un ambiente più vivibile sia dare l’esempio e che ognuno faccia quello che può in campo sociale. La repressione non serve a nulla. E’ una maschera.


  • so

    non si capisce + niente. mandateci l’esercito ve ne prego.


  • ogba moris

    lap polizia di manfredonia non capisce un …….vanno ha prendere le persone che non centrano nulla amma……che meglio


  • Anonimo

    poverini… hanno solo fatto un piccolo prelievo…si sa’ con questa crisi …hihihhihi


  • VictorSocial

    l’esercito è solo un sistema autoreferenziale inutile, completamente inefficace, impreparato su tutti i fronti o quasi. ci vuole solidarietà e coraggio da parte dei cittadini oltre all’impegno e al dovere delle forze dell’ordine, altro che…


  • aiutooooo

    Ma che succede????? Io anche auspicherei per il senso civico, ma quando vedo ina mamma o un papà a passeggio con i loro figli che scartano una qualsiasi cosa e buttano le carte a terra, oppure fanno la pulizia della macchina in corsa lanciando tutto dal finestrino capisco che il senso civico se n’è andato a farsi f……ecco il risultato di quei figli!!!! Rapine, scippi, spaccio ecco la città che ci ritroviamo. ci vuole repressione e solo con la forza è possibile. Si all’esercito e niente chiacchiere!!!!!


  • muammar

    Ieri hanno ridotto in fin di vita un barbone a Manfredonia.
    Ormai in questo paese dei balocchi l’informazione non è più libera.
    Tutto è pilotato, e niente trapela.
    Voglio dar l’impressione che tutto va bene, ed invece la gente vede e sente.
    QUESTO PAESE è ALLO SFASCIO.

    ecco la news: http://www.teleradioerre.it/news/articolo.asp?idart=66957


  • maria

    Il massacro del barbone è un avvenimento increscioso, mi meraviglio come nessuna testata ne parliin Città.

    muammar mi sa che hai ragione, in questo paese c’è il bavaglio


  • VS

    aiutooo, non ho capito cosa vuoi dire. prima parli di mancanza di senso civico, di responsabilità dei genitori e poi invochi l’esercito per la repressione. chi è stato in una caserma sa benissimo che in quelle realtà di senso ce n’è ben poco e molti arruolati sono proprio coloro che hanno scelto uno stipendio in cambio di tutto il resto. gente che spesso non ha studiato e che si limita ad obbedire, diciamo poco propensa al ragionamento e alla criticità. quindi la sua introduzione è giusta ma la conclusione del tutto fuori luogo. ci vorrebbero educatori, controllori di famiglie, scuole più efficienti e gente capace di denunciare. ecco cosa ci vuole, altro che ingrassare questi militari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi