Eventi

Sistemi Turistici Locali, alla Provincia di Foggia ruolo di coordinamento territoriale

Di:

Paesaggio Gargano (Ph: Roberta Paraggio)

Foggia – “LA Provincia di Foggia intende svolgere appieno il suo ruolo di ente di coordinamento e animazione di tutte quelle iniziative utili a migliorare il sistema turistico di Capitanata. L’occasione è importante per mettere a sistema, d’intesa con i soggetti istituzionali ed associativi, le idee e i progetti finalizzati a valorizzare e potenziare l’attrattività del territorio”. Così l’assessore al Turismo della Provincia di Foggia, Billa Consiglio, ha aperto i lavori del vertice convocato questa mattina presso la Sala del Tribunale di Palazzo Dogana e finalizzato a discutere, con le rappresentanze istituzionali del territorio, delle opportunità legate alle prospettive connesse all’istituzione dei ‘Sistemi Turistici Locali’.

“L’ambito turistico del nostro territorio vanta aree di rilievo quali il Gargano e i Monti Dauni, ma è altrettanto necessario guardare alla Capitanata come ad un sistema turistico complesso, con specificità varie e consolidate – ha proseguito Billa Consiglio – che meritano sia il giusto riconoscimento sia un’armonizzazione all’interno di una rete che le valorizzi nell’ottica della creazione di un vero e proprio ‘sistema Capitanata’. Dal turismo balneare a quello paesaggistico, da quello religioso a quello enogastronomico fino a quello culturale, la nostra provincia possiede una molteplicità di caratteristiche che ne fanno un territorio unico, nel quale abbiamo il dovere di sperimentare formule diversificate di offerta turistica, centrando l’obiettivo di una destagionalizzazione dei flussi e mettendo in campo una promozione che ci consenta, anche grazie ad una più mirata formazione degli operatori del settore, di affrontare e vincere la sfida del turismo del nuovo millennio”.

Due i ‘Sistemi Turistici Locali’ candidati al riconoscimento da parte della Regione Puglia: quello del ‘Gargano’ e quello dei ‘Monti Dauni&Lucera’. “Dispiace che siano rimasti fuori dalla fase di presentazione delle candidature aree importanti della provincia come quelle della Piana e della città di Foggia, che tuttavia possono e devono svolgere un ruolo centrale all’interno delle politiche turistiche che di qui a qualche mese andremo a mettere in campo. Sarà dunque nostro compito coinvolgere queste zone della Capitanata in modo stabile e permanente, esercitando la nostra funzione di coordinamento in modo ampio e sollecitando una partecipazione vera che esalti tutte le potenzialità territoriali”, ha sottolineato l’assessore Consiglio dando poi spazio ad un ampio e articolato dibattito animato da numerosi interventi di amministratori locali chiamati a fornire il loro contributo di idee e proposte alla Provincia di Foggia.

“Quella che abbiamo di fronte a noi è una sfida che possiamo e dobbiamo raccogliere guardando al turismo con occhi nuovi – ha concluso l’assessore alle Attività produttive Pasquale Pazienza – da affrontare non solo migliorando le infrastrutture, i servizi e la qualità delle strutture ricettive ma anche valorizzando le nostre molteplici eccellenze all’interno di un disegno condiviso. Solo così le varie anime che compongono il nostro sistema turistico potranno concorrere ad un reale miglioramento di uno dei settori trainanti della Capitanata”.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi