Capitanata

Sosta regolamentata. Ataf distribuisce opuscoli informativi. Maizzi da Mongelli

Di:

Foggia, servizio di parcheggi a pagamento (image srbuonenotizie.it)

Foggia – PARTITA la distribuzione a Foggia degli opuscoli con la cartina delle nuove zone di sosta, il regolamento del servizio e le tariffe applicate. Il depliant informativo è destinato ai residenti nell’area centrale della città e sarà depositato nella cassetta della posta da personale di Ataf SpA.

Bloccata dalla pioggia, invece, la seconda fase di perimetrazione delle nuove aree di sosta, destinata alla tracciatura delle aree riservate ai diversamente abili, alle donne in attesa, alle fermate degli autobus, alle attività di carico e scarico merci e ai passi carrabili.

A partire da questa mattina, inoltre, è attivo il servizio di ricezione e rilascio del permesso agevolato per la sosta destinato ai residenti nell’area centrale della città. Presso l’ufficio attivato da Ataf SpA in via Scillitani n.1 – dalle 8,30 alle 13,30 e dalle 16,00 alle 20,00 – è possibile consegnare la documentazione che attesta il diritto alla sosta gratuita della prima auto ed all’applicazione della tariffa agevolata annua di 150 euro per la seconda auto. Il modulo è scaricabile dal sito internet dell’azienda di trasporto pubblico (www.ataf.fg.it) e deve essere consegnato con la fotocopia della carta d’identità e della carta di circolazione dell’auto per cui si chiede il permesso agevolato. Gli stessi orari saranno rispettati dal 26 settembre al 1° ottobre per la consegna dei permessi.

PRESIDENTE MC, MAZZI, INCONTRA MONGELLI – Intanto il Presidente di M.C. dr Bruno Maizzi ha effettuato “il necessario e dovuto tentativo di mediazione atto a risolvere bonariamente le attuali questioni TARSU & Piano Parcheggi” con il sindaco Mongelli.


Tarsu.
“Per quanto riguarda la TARSU, dice Maizzi, ci ritroviamo ad oggi, da una parte una Amministrazione che, resta sulle proprie posizioni e dall’altra l’intera popolazione che, a fronte di un servizio altalenante e/o a dir poco inesistente, si ritrova a dover pagare una Tassa addirittura aumentata, senza giustificazione alcuna”.

Il lungo colloquio avuto tra il presidente M.C. Maizzi ed il Sindaco di Foggia Mongelli, è servito solo ad avere assicurazioni su un migliore servizio ed a stabilire che venga istituita una commissione che, mensilmente andrà a relazionare sul servizio stesso, previo opportuno monitoraggio. Ma null’altro Ed a nulla sono serviti, sembra, “gli opportuni consigli e moniti”, in cui Maizzi, ha fatto notare all’interlocutore che “tale sconsiderato irrigidimento, probabilmente metteva in serio pericolo, la mera possibilità di ricevere tali somme dai Cittadini, con ovvio consequenziale ulteriore grave danno per il Comune”.

L’Associazione dei Consumatori, ha cercato in pratica, di “stabilire non solo un punto d’incontro, ma anche e soprattutto fare in modo che il cittadino foggiano, attraverso questo sereno incontro, si vedesse maggiormente coinvolto e reso finalmente, parte attiva della gestione comune. Purtroppo, non è andata come sarebbe stato, molto più logico aspettarsi”.

Bruno Maizzi (al centro), presidente del Movimento Consumatori durante la recente conferenza stampa su Tarsu e Parcheggi Comune di Foggia(St)

“A questo punto –ribadisce Maizzi – siamo sereni di aver espletato al meglio il nostro compito. Desideravamo salvare, come si suol dire: capre e cavoli, nel senso che non era affatto nostra intenzione infierire ulteriormente su una Amministrazionne già in stato comatoso. Ma visto e considerato che si vessa, senza adeguata opportuna legittimità, il Cittadino foggiano, ci vediamo costretti ad adottare tutte le opportune Azioni, atte a salvaguardare la popolazione”.

il cittadino ora può optare per due valide soluzioni: la prima, secondo noi più giusta e per niente onerosa per il contribuente, sarebbe quella di munirsi di apposito modulo che, noi come Movimento Consumatori, andremo a distribuire gratuitamente, nel quale si comunica all’Amm.ne di aver effettuato il pagamento della TARSU (ovviamente il più tardi possibile e comunque non dopo il 31.12 c.a.), con importo uguale a quello dello scorso anno e che, per le ragioni esposte nel modulo stesso, non si riconosce tale ingiustificato aumento richiesto in cartella”.

“La seconda, più estrema che, invocando il D.L. n.507 del 15.11.93, il cittadino andrà a riconoscere all’amm.ne una tassa ridotta del 60% in virtù del mancato o ridotto servizio. Ovviamente per fare ciò, il cittadino dovrà recarsi presso una associazione dei consumatori, tipo la nostra M.C. e/o da un legale di sua fiducia, affinché vengano riconosciute le sue ragioni nelle opportune Sedi, attraverso relativo motivato ricorso che, in ogni caso avrà un suo costo”.

Per il Piano Parcheggi è intervenuto “anche l’onnipresente Ing. Mazzamurro che, ha opportunamente ribadito che le strisce blu, ancora in fase di realizzazione, al momento non tengono presente degli opportuni necessari previsti stalli, del tipo per i diversamente abili, donne in stato interessante, carico e scarico merci, etc. ma saranno opportunamente ben definiti e delimitati prima del 3 ottobre, inoltre in tale data, afferma l’Ingegnere dell’ATAF, tutto sarà stabilito e delineato secondo il vigente C.d.S.”. “A questo seguirà l’opportuno periodo di prova, atto a migliorare tale Piano. Tutto rimandato quindi alla conclusione dei lavori di delimitazione. Ma anche su questo, mille promesse.” “Ad ogni buon modo, si è stabilito che tutti i cittadini che, hanno da rivolgere lagnanze, suggerimenti, consigli e/o particolari esigenze, possono inoltrare istanza alle associazioni consumatori, sia presso le Sedi, la nostra M.C. in Via Gorizia 52 o attraverso e.mail foggia@movimentoconsumatori.it , oppure rivolgersi direttamente al preposto sportello ATAF. Sarà nel contempo nominata una apposita Commissione, di cui faranno parte le associazioni consumatori che, già si riunirà il primo di dicembre c.a. per valutare meglio, tale discutibile Piano”. ” Non ci resta quindi che aspettare il completamento degli stalli, per produrre motivate istanze, anche se non riusciamo a capire tale inopportuno dispendio di energie e di materiali, quando poi, sarebbe bastato realizzare un piano nel pieno rispetto delle leggi e basato sul buon senso, senza alcun estremismo! Ovviamente, tale inusuale atteggiamento e modo di operare, porterà ulteriori esborsi di danaro da parte dell’Amm.ne. Basti pensare che, se ad un incrocio si limita la visibilità, un eventuale incidente, sarà giusto motivo di opportuna richiesta di risarcimento al Comune stesso! Ogni altro commento, risulta superfluo”, termina Maizzi.

Redazione Stato@riproduzione riservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi