Manfredonia

Contro estrazione idrocarburi, adesione Federparchi

Di:

Un momento della riunione di Bari con la costituzione della rete contro la ricerca di idrocarburi nell'Adriatico (st)

Manfredonia – FEDERPARCHI aderisce al Comitato\Laboratorio delle Istituzioni dell’Adriatico per opporsi alle prospezioni geosimische e all’estrazione di idrocarburi in mare. Lo hanno deciso all’unanimità i componenti del Consiglio direttivo riunitisi ieri a Roma su proposta del consigliere Stefano Pecorella (Coordinatore Federparchi Puglia), Presidente del Parco Nazionale del Gargano e coordinatore del Comitato.

L’assise, sposando in toto le azioni amministrative e legali proposte da Pecorella, ha ritenuto fondamentale sostenere questa battaglia di civiltà che fonda le sue basi su una nuova idea di sviluppo che sia reale, duraturo e rispettoso del patrimonio naturalistico, paesaggistico e agro-silvo- pastorale. Un’idea che, ovviamente, cozza con le proposte avanzate dal Governo centrale che, attraverso soluzioni obsolete, punta al profitto estremo attraverso l’aggressione indiscriminata delle risorse del territorio; scelte non affatto condivise dalle istituzioni e dalle comunità locali che, invece, a gran voce e consapevolmente, chiedono sostegno per le azioni di tutela e valorizzazione di altri segmenti economici confacenti all’identità ed alle potenzialità: turismo, pesca ed agricoltura.

Dunque, Federparchi, si schiera al fianco del Comitato delle Istituzioni dell’Adriatico coordinato dal suo consigliere Pecorella, ritenendo che “tutte la strategia d’azione messa in campo, in primis l’interessamento e l’intervento dell’Unione europea e l’incentivazione dell’utilizzo delle fonti di energia rinnovabili, possa essere l’unico mezzo per garantire l’allontanamento definitivo del rischio trivelle a vantaggio di uno sviluppo ecosostenibile ed ecocompatibile molto più produttivo per le vocazioni e peculiarità del nostro Paese”.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi