Eventi

Il Nero di Troia sbarca in Piemonte

Di:

Nero di Troia, convegno a Foggia (st)

Foggia – PRECEDUTO da un convegno di spessore, che ha visto la presenza di autorità e i maggiori rappresentanti delle associazioni di categoria locali e regionali, sì è tenuta con particolare successo la terza tappa de “ I giorni del Nero”, la manifestazione organizzata dal Consorzio della Doc Tavoliere per la tutela del Nero di Troia, che promuove il vino più importante del nostro territorio.

Ad aprire i lavori l’Amministratore Delegato del Consorzio il “Tavoliere”, Matteo Cuttano, il quale ha sottolineato l’importanza della tappa foggiana nata grazie alla stretta e concreta collaborazione con l’Amministrazione Provinciale, e la massima disponibilità del Comune di Foggia, affinchè il capuluogo desse merito al territorio di un prodotto ormai noto in tutto il mondo. Antonio Gargano Presidente del Consorzio, si è soffermato sull’aspetto tecnico e promozionale che sta avendo il “Tavoliere”, indicando la via sulla quale insistere per dare agli associati un servizio di qualità, e ai produttori del Nero di Troia l’opportunità di incidere ancora di più sul mercato nazionale ed internazionale attraverso la Doc.

Successivamente il convegno si è aperto oltre che sull’importanza del “Nero” nell’ambito dell’export, anche sui fattori che sono alla base dello sviluppo agricolo provinciale. Argomenti che hanno visto interventi appassionati da parte di un parterre di prima scelta: dalla senatrice Colomba Mongiello e il senatore Carmelo Morra, al presidente di Confcooperative regionale, Marco Pagano; dal Presidente di Coldiretti regionale, Pietro Salcuni, al vicepresidente di Fedagri nazionale Giorgio Mercuri.

Le loro relazioni hanno insistito sulla occasione di fare squadra attraverso il mondo politico, imprenditoriale e del sindacato, affinchè l’Agricoltura provinciale si liberi dagli attuali affanni di tipo economico e organizzativo per dare vita ad una “industria” che dia nuove opportunità di sviluppo e lavoro. Importante l’intervento del Presidente dell’Amministrazione Provinciale, Antonio Pepe, che ha ribadito l’interesse e l’appoggio incondizionato al Consorzio e a tutta quella serie di inziative volte all’accrescimento programmato del settore agroalimentare e più in genere di quello agricolo. E proprio sotto tale aspetto si è inserito ottimamente l’intervento dell’assessore alla Agricoltura della Provincia di Foggia, Nino Santarella che dopo aver elogiato gli artefici del grande impegno per l’ottenimento della Doc per la tutela del “Nero di Troia”, ha messo in risalto la volontà di voler accompagnare gli agricoltori foggiani verso un percorso che dia dignità e visibilità al loro lavoro e all’intero territorio ricco di produzioni di alta qualità.

La conclusione dei lavori ha visto l’intervento telefonico del Presidente della Commissione Europea per l’Agricoltura, Paolo De Castro, che dopo aver ringraziato per l’opportunità di poter intervenire al convegno foggiano “sull’Uva di Troia” ha dichiarato: “È un momento delicato in cui stiamo negoziando molti emendamenti al Parlamento europeo. Grazie alla collaborazione tra governo e Regioni, abbiamo interlocutori che permettono al nostro Paese di entrare nel processo decisionale sulla Pac”. De Castro ha poi sottolineato che “la politica agricola comunitaria dovrà guardare al futuro ed essere in grado di fornire strumenti di supporto per affrontare la crisi, perché, meno burocrazia, più flessibilità, maggiori strumenti di gestione della crisi, saranno i tre capisaldi della riforma della Pac, politica agricola comunitaria (2014-2020)”. Cuttano in chiusura di convegno, prima di dare il via al percorso enogastronomico, ha ricordato che il prossimo 29 settebre presso la Camera di Commercio di Torino, si terrà la quarta ed ultima tappa de “I giorni del Nero”. “Torino è stata scelta come tappa nazionale- ha detto l’AD del Consorzio- perché da sempre ha visto una grande comunità pugliese presente e attiva all’interno del tessuto lavorativo piemontese”.

Il percorso enogastronomico foggiano , ha visto poi il coinvolgimento di tre ristoratori e 13 cantine aderenti al Consorzio. Molto apprezzati dai foggiani i primipiatti tipici della città capoluogo, affiancati dalle bottiglie del puro Nero di Troia, che hanno dato “calore” ad una fresca serata preautunnale . Tutti venduti i 500 tagliandi messi a disposizione del pubblico per il percorso, in una serata che si è protratta fino a notte fonda.
Prossimo appuntamento, dunque, a Torino il 29 settembre, presso la Camera di Commercio, dove innanzi ad autorità locali regionali e nazionali, ma soprattutto alla presenza dei tanti pugliesi che vivono nel capoluogo piemontese, si festeggerà il “Nero di Troia”.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi