Cronaca

Marmo: fallimento politiche turistiche Regione e Pugliapromozione

Di:

Il vice-presidente della Regione Puglia Nino Marmo (An-Pdl) (immagine d'archivio)

Bari – IL Consigliere regionale PdL Nino Marmo, Vicepresidente del Consiglio regionale: “Purtroppo abbiamo avuto dai fatti la conferma di quanto da tempo sosteniamo sulle politiche dell’Assessore Godelli. Ce la danno i dati oggi forniti dall’organizzazione degli albergatori delle Province Bari e BAT, che certificano per il turismo in tutta la Regione nei mesi di agosto e luglio un calo record per l’intero Sud del 6%, con un tracollo addirittura dell’8.2% delle presenze di stranieri. Siamo al fallimento di tutta l’esperienza di ‘Puglia Promozione’, con riferimento alla cui gestione gli operatori lamentano scarsa competenza ed autentici sprechi.

Dopo quelle relative alla ‘Sanità migliore’, drammaticamente riscontrabile nella desertificazione e nel degrado in atto dei servizi, e dell’armonizzazione tra ragioni del lavoro e dell’ambiente, altrettanto drammaticamente evidenziato dal disastro in atto relativo all’ILVA, cade così l’ultima mistificazione di Vendola, che si auto-intestava una crescita d’immagine della nostra Regione che era già in atto al momento del suo avvento e di cui egli, con le sue politiche tanto immaginifiche quanto rapaci ed inconcludenti, in realtà ci sta soltanto facendo perdere la storica occasione.

Si ripropone altresì in termini ineludibili la necessità di un monitoraggio serio delle gestioni degli Enti strumentali della Regione, moltiplicatisi negli ultimi anni in condizioni di assoluta opacità, su cui ci riserviamo di proporre l’istituzione di una commissione consiliare d’indagine, ovviamente a costo zero.
Si torna ad evidenziare infine la spregiudicatezza delle politiche di parte dell’Assessora all’Ideologia ed alla Sistemazione dei Compagni, che da 7 anni e mezzo gestisce all’insegna di una intoccabile quanto faziosa discrezionalità ingenti risorse e strumenti ad altissime potenzialità clientelari e lobbistiche, di fatto esentati da ogni obbligo di trasparenza. Con l’aggravante di taluni immarcescibili pregiudizi ideologici di marca oscurantista, come quello recentemente manifestato nei confronti di una pdl bipartisan per la promozione di impianti da golf, che sarebbe una risposta significativa a quell’esigenza di destagionalizzazione con riferimento alla quale gli operatori turistici pugliesi rafforzano la loro denuncia di fallimento delle politiche regionali in atto”.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi