Lavoro

SPI CGIL, beffa pensionati, l’INPS rivuole le 14esime

Di:

Pensionati, immagine d'archivio

Pensionati iscritti FP Cisl, immagine d'archivio (ST)

Roma – “IL prossimo 25 settembre incontreremo l’Inps e gli chiederemo conto delle lettere che sta per inviare sulla restituzione delle quattordicesime del 2009. Di certo c’è che piove sul bagnato perché si tratta dell’ennesimo provvedimento ai danni di una categoria già duramente colpita dalle politiche senza equità operate dal governo”. Lo dichiara il Segretario generale dello SPI CGIL Carla Cantone.

“E’ davvero inconcepibile che l’Inps operi dei controlli molto tempo dopo aver erogato la quattordicesima – ha continuato Cantone – perché questo vuol dire che ogni anno ci ritroveremo con centinaia di migliaia di persone che dovranno rinunciare ad una parte della propria pensione. E’ un meccanismo che non può funzionare e che rischia di peggiorare ulteriormente la condizione dei pensionati e degli anziani nel nostro paese”.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • ANTONIO

    bisogna aggiungere che la colpa è tutta degli impiegati inps che non si aggiornano sulle procedure telematche creando disagio ai poveri pensionati che si vedono arrivare spettanze non dovute e non solo le quattordicesime perchè non si parla anche delle maggiorazioni sociali che vengono erogate a quelli pensionati titolari di altre prestazioni pensionistiche … ma la cosa più grave che questi impiegati poi danno la colpa ai caf che non trasmettono i mod red .
    si fa presente che con le nuove normative prevedono che l’impiegato dell’inps deve estrapolare i dati a traverso le dichiarazini dei redditi presentate dai ogni pensionato .
    ora la colpa è dell’impiegato non capace è lui che deve pagare l’errore fatto e non il povero pensionato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi