GarganoManfredonia

San Giovanni Rotondo, successo all’inaugurazione della mostra di Renato Guttuso

Di:

San Giovanni Rotondo. E’stata inaugurata ieri sera la Mostra di opere del Maestro Renato Guttuso curata dal gallerista d’arte GIUSEPPE BENVENUTO. Sono intervenuti il Vice Sindaco Nunzia Canistro, il Presidente del Consiglio Comunale Giuseppe Mangiacotti, l’Assessore Rossella Fini in rappresentanza del Comune di San Giovanni Rotondo. Molte sono state le presenze, giunte da tutta la Puglia. Ospiti d’onore il Comandante dei Carabinieri di San Giovanni Rotondo, Vito Cracas, l’Assessore Gaetano Cusenza il Presidente dei Lions Club Gargano Maria Teresa Pizzicoli e i Principi Vallarelli Braccio D’Oria che ci hanno onorato della Loro presenza ed hanno potuto ammirare le opere del Maestro complimentandosi con l’Organizzazione.

Il bel mondo della politica, dell’imprenditoria, della cultura, giunti da diverse città pugliesi, si sono dati appuntamento al vernissage nel palazzo della Cultura ed hanno potuto ammirare le Opere del Maestro Guttuso.

Un doveroso ringraziamento all’Amministrazione comunale di San Giovanni Rotondo ed alla Banca di Credito Cooperativo che hanno permesso lo svolgimento di questo importantissimo evento culturale nella nostra città. Presenti le massime autorità civili e militari della Provincia.

La Mostra rimarrà aperta fino al 9 ottobre con ingresso libero.

Non so se riuscirò a descriverlo a parole. Perché la descrizione di una emozione a parole è sempre parziale, soggettiva e fallace. Non poteva essere un evento qualunque. Perché non è mai un evento qualunque. Guttuso è la sintesi dell’arte: è il colore che diviene parola, la parola che diviene emozione, è l’emozione che diviene messaggio. Sapevo già prima di arrivare a San Giovanni Rotondo che sarebbe stato travolgente ma è sempre più di quello che mi aspettavo. Perché Giuseppe Benvenuto è uomo d’arte che non delude mai con la sua attenzione al dettaglio e al particolare. È il terzo evento che visito: dopo Brindisi, Peschici…ora…San Giovanni Rotondo. La cornice suggestiva e ben recuperata accresce in maniera esponenziale il fascino della pittura del Maestro siciliano. Ebbene, questa esposizione di circa 60 opere del grande Guttuso è la sintesi di una vita, di una epoca, di una era, di un mondo. Dapprima la rappresentazione abbozzata dell’amore coniugale per Mimise Dotti pienamente contrapposto all’amore carnale per Martina, la nota Marta Marzotto. Un legame tradizionale contrapposto ad uno che ha fatto scandalo. Qualsiasi cosa esso sia stato. Era sempre e solo un amore. Intrecciato alla religione, alla politica, ai tempi, alle persone, ai contesti, alla libertà contrapposta al perbenismo. Ecco. Si. La contrapposizione. Le tinte nere contrapposte ai rossi, la perbenistica oscenità di quei nudi contrapposta alla semplicità di un ramoscello di limone. La naturale rugosità di una foglia di girasole a fronte delle insenature di una cesta creata dall’uomo. Guttuso è questo..Guttuso è l’emblema della contraddittorietà della vita, un militante comunista che vive a Palazzo del Grillo..maestosa dimora settecentesca…è una Maddalena nuda accanto ad un Gesù dal volto coperto dalla croce. È la voce della passione, è l’eco di un messaggio rivoluzionario che riflette i dubbi insiti in quel suo autoritratto nervoso e corrucciato. Grazie all’accoglienza dell’Amministrazione Comunale di San Giovanni Rotondo e alla Vice Sindaca, perfetta ed elegante padrona di casa. Ma grazie soprattutto a Giuseppe Benvenuto che con i suoi eventi cattura, rapisce, estrania, accompagna anche i profani come me in un mondo fatto di bellezza e di ricchezza!

Gianfranco Terzo
Assessore alla Cultura Comune di Sannicandro in Bari



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati