Manfredonia

Comparto edilizio di Macchia, Salcuni: “errori derivanti da un PRG da cambiare”


Di:

Franco Salcuni, Legambiente Monte Sant'Angelo (archivio)

Monte Sant’Angelo – IL consiglio comunale di Monte Sant’Angelo del 20 ottobre porta ad approvazione definitiva il comparto edilizio di Macchia Libera, previsto dal vigente Piano Regolatore Generale (PRG) le cui previsioni sono scadute e superate da tempo. “Tutti gli appelli di Legambiente a trattare il PRG per quello che di fatto è, cioè carta straccia, sono stati ignorati dall’intera classe politica montanara, che imperterrita continua a dare attuazione alle previsioni urbanistiche degli anni ottanta, senza fare nessun passo in avanti sulla via della redazione del nuovo Piano Urbanistico Generale (PUG), unico strumento capace di fermare uno scempio continuo del territorio”.

“Il vecchio PRG prevedeva il comparto edilizio di Macchia Libera, ma ne prevede uno anche a Macchia Posta e prevede inoltre l’edificazione di migliaia di metri cubi di strutture turistico residenziali.
Abbiamo chiesto di guardare alla piana di Macchia nel suo complesso, computando nel novero del costruito anche le decine di migliaia di metri cubi di abusivismo, per verificare se le previsioni urbanistiche sulla piana siano state saturate, se non superate”. “Legambiente ha più volte chiesto, inoltre, una MORATORIA TOTALE in campo edilizio per dare spazio alla redazione immediata del nuovo Piano Urbanistico Generale. Ribadiamo l’urgenza di fermare ruspe e betoniere e di aprire una fase di riprogettazione del territorio.
Ma la politica è sorda, schiava di una visione che considera il territorio come suolo edificato, da edificare e in attesa di essere trasformato in suolo edificabile… il resto, per loro, sembra non esistere”.


Redazione Stato

Comparto edilizio di Macchia, Salcuni: “errori derivanti da un PRG da cambiare” ultima modifica: 2011-10-19T18:42:24+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
4

Commenti


  • Anonimo

    Voi pensate solo a quella montagna…..di tutti quelli che sono andati via da macchia non ve frega niente! lo stesso Salcuni che per anni è stato adottato da questa località, dice solo caz….te…l’abbusivismo di quel posto esiste grazie allo schifo che gli amministratori; essi hanno strutturato un PRG come meglio poteva soddisfare i loro interessi…..adesso il Sig. Salcuni non fa altro che il gioco dei nuovi e futuri amministratori…rifare un nuovo piano vuol dire soddifare solo i loro interessi….adesso mi chiedo ma è Salcuni un ingenuo o è Salcuni il futuro di di questo comune?


  • colibri

    a mio parere la piana di macchia da parte dell amministrazione di ieri e di oggi destra e sinistra (non ditemi che sono sempre gli stessi)doveva già essere edificatain maniera sana 20 anni or sono..evitando in alcuni casi abusivismo estremo, ma sempre e solo per abitare con moglie e figli e non seconde terze case.
    Tale sviluppo avrebbe portato lavoro estivo turismo tasse inteso come ICI immondizia e quant’ altro nelle tasche comunali. ..sfruttando il turismo dettato dalla fede,e quello del mare.
    Quanto costa una giornata di mare a una famiglia di monte, gas, servizi,il carpentiere che d inverno non lavora mai,università scomoda da arrivarci.
    Allora…Monte alta……
    Monte bassa


  • basta

    Questi ambientalisti con le loro inutili contestazioni vogliono solo farsi pubblicità. Si oppongono per avere qualcosa. Andate a lavorare siete una piccolissima minoranza per fortuna.


  • macchiaiolo

    sono daccordissimo con i commenti precedenti.tutti giustissimi.franco salcuni ma vai a ………………………………………………………………….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This