Cronaca

Terlizzi, stavano rubando un quintale d’uva: 4 arresti


Di:

Grappolo di uva troiana (archivio)

Terlizzi – STAMANE all’alba, i Carabinieri della Tenenza di Terlizzi, hanno tratto arresto per furto aggravato in concorso Michele Bressan classe 1981 censurato , F.B. classe 1991 incensurato, D.B. classe 1991 incensurato e G.B. classe 1991 incensurato, tutti di Terlizzi. I militari, attivati da una pattuglia di Guardie Campestri, hanno sorpreso i predetti in un fondo agricolo dell’agro di Terlizzi, intenti ad asportare 1 quintale di uva dall’ interno di un capannone di un’azienda agricola. I quattro su disposizione della Procura della Repubblica di Trani sono stati arrestati e tutti associati presso la locale Casa Circondariale. La refurtiva interamente recuperata è stata restituita al legittimo proprietario.


Redazione Stato

Terlizzi, stavano rubando un quintale d’uva: 4 arresti ultima modifica: 2011-10-19T13:05:59+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • O sole mio.

    Certo che e’ veramente triste andare in collegio per un quintale d’uva, valore circa cinquanta euro. Ripeto cinquanta euro. Cioè 12,5 euro a testa. Necessita dettata dalla miseria che ci circonda o forse stupidita’ volontaria. Questi in collegio avranno un costo elevato forse era meglio lasciarlo fuori a lavorare un giorno gratis per il Comune. A pensare che ci sono soggetti insospettabili che rubano da sempre, non un quintale d’uva ma la cantina intera. Che hanno messo in ginocchio l’economia del Paese che hanno mangiato persino la sanita’ regionale. Come si fa a mettere in croce sempre dei poveri Cristi e lasciare liberi i ladroni. I quattro hanno sbagliato per soli pochi euro. Gli altri non sbagliano ma pensano la notte per come fregare di giorno. E va sempre bene. Chissà perché? Fortunati o aiutati dal sistema corrotto o dal silenzio di chi ha l’obbligo morale di parlare. Chiudono gli ospedali non perché mancano i soldi ma perché si sono fottuti i soldi. E dove stanno……..a pascolare ancora nel fieno degli altri. Peccato……che per colpa di quest’ultimi siamo considerati tutti mariuoli. O per un quintale d’uva ci dobbiamo rimettere migliaia di euro ed intasare la magistratura. Chi ha operato ha fatto il proprio lavoro e’ il sistema che non garantisce giustizia per tutti e la bilancia pende sempre dallo stesso lato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This