Cronaca

Mola di Bari, rinvenuto residuo bellico di 200 kg

Di:

Il residuo bellico rinvenuto (st)

Bari – RINVENUTA in mare una mina, residuato bellico della seconda guerra mondiale, con potenziale pari a circa kg. 200 di esplosivo. I Finanzieri del Nucleo Sommozzatori della Stazione Navale della Guardia di Finanza di Bari, nell’ambito di un servizio finalizzato alla tutela dell’ambiente marino e della repressione della pesca di frodo, sono intervenuti a circa 2 miglia al largo del porto di Mola di Bari, a seguito della segnalazione inoltrata, giorni fa, da un’associazione di esperti di immersioni subacquee riguardante la probabile presenza di un residuato bellico.

I Finanzieri subacquei del Reparto Navale barese, con l’ausilio di unità navali e delle speciali attrezzature subacquee in dotazione, hanno rinvenuto sul fondo marino adagiata a circa 20 metri di profondità, una mina presumibilmente risalente al secondo conflitto mondiale. Prontamente sono state avviate le procedure di sicurezza e nella giornata di ieri, sono intervenuti sul posto, gli specialisti subacquei del Nucleo Sminamento Difesa Antimezzi Insidiosi (S.D.A.I.) della Marina Militare di Taranto, che coadiuvati dai sommozzatori della Guardia di Finanza, hanno provveduto alla bonifica dell’area ed alla distruzione del residuato bellico mediante brillamento con l’utilizzo di mini-cariche esplosive, sempre nella zona del rinvenimento.

L’ordigno è risultato essere, come visibile nelle immagini allegate, una mina d’ormeggio a contatto, antinave/sommergibile, tipo “P.200”, di forma sferica, con nove urtanti e del diametro di circa 1,2 metri, della capacità potenziale di circa kg. 200 di esplosivo/tritolo, e risalente alla seconda guerra mondiale.
Con il provvidenziale intervento, i militari hanno sottratto il grosso quantitativo di esplosivo da un possibile utilizzo illecito da parte di malviventi.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi