Manfredonia

Prof. Fantetti: col naso all’insù ad osservare le Orionidi

Di:

Spettacolo Orionidi all’Abbazia di San Leonardo, sabato 20 ottobre, dalle 19 e 30 (ST - MTTF77)

Manfredonia – SABATO 20 ottobre il Gruppo Astrofili di Manfredonia organizza una osservazione dello sciame di polveri prodotte dalla cometa Halley presso l’Abbazia di San Leonardo. Le osservazioni del cielo e delle stelle inizieranno alle 19,30.

Per gli astrofili è una ghiotta opportunità per osservazioni fantastiche della volta celeste, ma anche per i semplici appassionasti osservatori del cielo e delle stelle è uno spettacolo straordinario da non perdere. Oggetto di tanto interesse sono le Orionidi, ovvero la scia di polveri, pezzetti di ghiaccio e sassolini, lasciata dalla cometa di Halley, la più conosciuta e studiata tra i piccoli corpi del sistema solare, ruotante intorno al sole su un’orbita fortemente eccentrica. In prossimità del sole la Halley inizia ad evaporare dando luogo alla classica scia. L’ultimo passaggio della cometa di Halley nei pressi della Terra è avvenuto nel 1986.

Lo sciame di Orionidi si produce ogni anno negli stessi giorni allorchè l’orbita terrestre incrocia quello sciame lasciato dal passaggio della cometa che ha come radiante la zona di Orione, ai confini con la costellazione dei Gemelli. Lo sciame di minuti corpi celesti vaporizza in atmosfera ad un’altezza di circa 100 km. Tra il 21, il 22 ed il 23 ottobre, con l’aiuto di una luna al primo quarto che tramonterà poco dopo mezzanotte, potremo seguire la maggiore attività delle Orionidi.

“L’osservazione di questa corrente – spiega il professor astrologo Giovanni Fantetti, coordinatore del Gruppo Astrofili di Manfredonia – è molto interessante e avvincente, poiché da un anno all’altro la sua densità spaziale risulta cambiare e di conseguenza la quantità delle meteore. Inoltre le Orionidi non presentano un massimo unico, ma una serie di variazioni della frequenza tra il 16 e il 23 ottobre, dato che la Terra nel suo moto nello spazio incontra zone più o meno dense di meteoroidi”.

Il Gruppo Astrofili, per consentire di assistere allo spettacolo unico nel suo genere, ha predisposto apposite postazioni di osservazione per sabato 20 ottobre presso l’Abbazia di San Leonardo ove è in via di allestimento un vero parco astronomico in omaggio agli studi di astronomia che si conducevano in quel luogo in aperta campagna nell’agro sipontino. L’appuntamento con i telescopi è dalle ore 19.30, sino a quando le stelle non si stancheranno di essere “spiate”.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • vincenzo

    bravo professore, sei stato e sarai un grande professore sempre 🙂
    un tuo ex alunno


  • vanessa

    io sono sempre curiosa di vedere queste cose.a me mi piacerebbe andare sulla luna a vedere tante cose che ci sono in cielo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi