Foggia

Parcheggi, taglio 30% abbonamento e 500 posti a pagamento

Di:

Da sinistra, Domenico Mazzamurro e Gianni Mongelli (St - archivio)

Foggia – COMUNE, Ataf SpA e associazioni dei consumatori hanno condiviso e concordato le modifiche al Piano della sosta regolamentata, da sottoporre all’attenzione del Consiglio comunale, grazie a cui saranno definiti i termini del servizio all’esito della fase sperimentale.

La proposta prevede la riduzione di 500 posti auto a pagamento, individuati in: via Gramsci (da via Fioritto a via Smaldone), via Zodiaco, via Muscio (da viale Giotto a via Acquaviva), via Manzoni (dall’Epitaffio a via Malvadi), via Angiolillo, via San Lorenzo e via Galanti (nell’area dell’EDISU).
Il costo dell’abbonamento mensile e settimanale potrebbe ridursi, rispettivamente del 30% (da 75 a 50 euro) e del 25% (da 20 a 15 euro). Non avrebbe alcun costo parcheggiare auto ibride o elettriche. Infine, si prevede l’incremento delle rastrelliere e degli stalli per il parcheggio di motociclette e biciclette.

“Con il comandante della Polizia municipale e l’amministratore di Ataf SpA abbiamo svolto un certosino lavoro di ricognizione tecnica per verificare dove e come intervenire con l’obiettivo di migliorare la funzionalità del servizio e la sua sostenibilità sociale – afferma l’assessore alla Sicurezza Franco Arcuri – l’esito mi pare positivo sotto entrambi i profili”. “Sottoporremo all’attenzione del Consiglio comunale la proposta di modifica – afferma il sindaco Gianni Mongelli – contando sulla positiva relazione con le associazioni dei consumatori, che mi auguro evolva nella piena condivisione della rimodulazione del piano”.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • michele

    se si pagasse la tassa di possesso al comune invece che alla regione, forse si potrebbe far parcheggiare gratis i residenti.
    Che ne dite?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi