CronacaFoggiaSport

Chiricò e Padovan, poker alla Juve Stabia: rivincita Foggia

Di:

Foggia. Rivincita (e poker) serviti. Allo “Zaccheria”, il Foggia batte 4-1 la Juve Stabia, superando i trentaduesimi di finale di Coppa Italia Lega Pro, e guadagnando una sorta di rivincita ai danni dei campani, vincitori con lo stesso risultato, ma a campi invertiti, nella scorsa giornata di campionato.

Mister Stroppa presenta un 4-3-3 inedito, con il tridente offensivo formato da Chiricò, Padovan e Sainz-Maza; Fontana risponde con lo stesso modulo, al centro dell’attacco Montalto è supportato da Lisi e Kanoute. Foggia aggressivo fin da subito, ci prova Martinelli di testa su calcio di punizione, poi due voltePadovan, che conclude debolmente tra le braccia di Bacci. Al 18′ rossoneri avanti: cross dalla destra di Chiricò per la testa di Riverola, che non ci arriva, ma sul secondo palo è libero Padovan che controlla con il petto e conclude con il destro superando Bacci. Minuto 30, il Foggia ha l’occasione per raddoppiare: lancio illuminante di Empereur per Gerbo che aggancia bene in area, ma in precario equilibrio, conclude di poco a lato. Pochi istanti dopo, rinvio sbagliato di Bacci, Gerbo di testa serve Padovan che in corsa salta il portiere, da posizione defilata mette al centro un pallone sul quale arriva Riverola, ma prima di lui Petricciuolo che lo anticipa di un soffio e la manda in corner. La Juve Stabia si vede soltanto al 38’, con Salvi che dal limite serve in area Lisi, il quale di testa in tuffo manda la palla alta sopra la traversa. Si va all’intervallo sull’1-0 per i Satanelli.

Nella ripresa il Foggia raddoppia subito: minuto 51, Riverola ruba palla sulla trequarti, si invola verso la porta ma, anziché calciare, serve Chiricòche manda la sfera nell’angolino dove Bacci non può arrivare. Al 55’ le Vespe accorciano le distanze: Agazzi sbaglia un disimpegno a centrocampo, ne approfitta Zibert che avvia un contropiede servendo in profondità Lisi, bravo a superare Sicurella e a beffare Guarna con un preciso rasoterra. I dauni subiscono il colpo e gli ospiti vanno vicinissimi al pari, con Lisi che, servito ancora una volta in area, a tu per tu con Guarna, colpisce in pieno il portiere rossonero in uscita. Tris rossonero al 76’: Chiricò serve Angelo in sovrapposizione, cross rasoterra al centro per Padovan che si libera bene e insacca in porta. La gara resta molto vivace, al 78′ Guarna esce a vuoto su un cross dalla sinistra, Rosafio prova il pallonetto, ma Martinelli salva tutto sulla linea; sul capovolgimento di fronte Angelo, servito sulla destra, mette il traversone sul secondo palo per Martinelli, che di testa mette a lato. All’80′ Montalto si trova a tu per tu con Guarna, ma il suo tocco sotto non è preciso e termina di poco a lato. All’89’ il poker dei Satanelli è servito, Agazzi in contropiede vede Bacci uscirequasi a centrocampo, ne approfitta per servire Chiricò che si invola verso la porta, mette a sedere un difensore, e deposita a porta vuota. Il recupero non regala ulteriori sussulti, il Foggia “restituisce” le quattro reti subite in campionato alla compagine stabiese, accedendo ai sedicesimi di Coppa.

TABELLINO
FOGGIA: (4-3-3) Guarna;Sicurella, Martinelli, Coletti, Empereur; Gerbo, Agazzi, Riverola (dal 61’ Angelo); Chiricò, Padovan (dall’86’ Loiacono), Sainz-Maza (dal 71’ Letizia). A disp.: Sanchez, Angelo, Quinto, Letizia, Tucci, Dinielli, Mazzeo, Rubin, Sansone. All.: Stroppa.

JUVE STABIA (4-3-3) – Bacci; Petricciuolo (dal 55’Rosafio), Camigliano (dal 61’Atanasov), Amenta, Liotti; Salvi, Esposito (dall’84’ Strianese), Zibert; Kanoute, Montalto, Lisi. A disp.: Russo, Riccio, Cancellotti, Liviero, Sandomenico, Mauro. All.: Fontana.
ARBITRO – sig. Luciano di Lamezia .
MARCATORI: 18’ e 76’ Padovan (F), 51’ e 89’Chiricò (F), 55’ Lisi (J).
AMMONITI: Agazzi (F); Esposito (J). – ANGOLI: 5-1 per il Foggia. – RECUPERI: 0’p.t.; 3’s.t..

(A cura di Salvatore Fratello, Foggia 19 ottobre 2016)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati