Manfredonia
"Devo presupporre che il sì non vincerà neanche ‘se viene la fine del mondo’"

Referendum Energas, Riccardi a Renzi “Manfredonia non vuole il mostro” (VIDEO)

"Da persona avveduta, Renzi dovrà prendere atto e tener conto della volontà che la cittadinanza di Manfredonia esprimerà"

Di:

Manfredonia. A poche settimane dal referendum, le prospettive sulla questione Energas a Manfredonia secondo il Sindaco Angelo Riccardi (vd. Intervista video completa)

L’INTESA REGIONALE… CONTA?. La questione è legata, riferisce il Sindaco, alla Legge di Stabilità 2016, la quale contempla, tra l’altro, la cassazione delle intese regionali: le Regioni non devono più esprimere un’intesa su un progetto strategico. Secondo ‘la maggior parte dei giuristi’, tale legge non sarebbe retroattiva, quindi dovrebbe valere, nella vicendaEnergas a Manfredonia, la mancata intesa della Regione Puglia nei confronti del progetto di installazione del deposito.

LA SPESA VALE…. LA DEMOCRAZIA. La spesa per il referendum, a detta del Sindaco, si attesterebbe intorno ai 71 mila euro: ‘una somma assolutamente normale’, secondo la sua opinione, in cambio dei vantaggi che deriverebbero alla cittadinanza dal coinvolgimento democratico in una questione che ‘pone in maniera tassativa anche le prospettive di sviluppo della città’.

NON COME NONNO LIBERO. Chi pensa che indire il referendum consultivo sia stato un modo ‘pilatesco’ per poter dire, un giorno, ‘Noi abbiamo fatto il possibile’, secondo il Sindaco,‘è vecchio e dovrebbe starsene a casa a guardare ‘Nonno Libero’: insomma, dedicarsi ad altre attività. Il riferimento è al personaggio della serie ‘Un Medico in Famiglia’ interpretato da Lino Banfi, attore di recente coinvolto, com’è noto, in uno spot televisivo dell’Energas al centro di grandi polemiche.

A esempio ammonitore circa l’importanza della consultazione popolare a Manfredonia, il Sindaco Riccardi porta la questione salentina della TAP, dove non vi è stato alcun referendum consultivo ma solo il voto dei sindaci dell’area coinvolta:nonostante il voto congiunto per il no, ‘Renzi non ne ha tenuto conto: la Tap si farà’. Ha poi rivolto un appello alla cittadinanza: ‘Più siamo, più andiamo a votare, più il voto referendario avrà un peso politico.’

SE AL REFERENDUM VINCE IL MOSTRO? . ‘Se dovesse vincere il sì vuol dire che io non ho capito niente, e molti come me. Si pone un problema di rapporto tra la città e le forze politiche che la governano. C’è chi addirittura dice che abbiamo raccolto le firme e abbiamo già i numeri per poter dire che quell’impianto la città non lo vuole… devo presupporre che il sì non vincerà neanche ‘se viene la fine del mondo’. Sempre se verrà la fine del mondo’.

Il sindaco di Manfredonia Angelo Riccardi

Il sindaco di Manfredonia Angelo Riccardi

NON SPARO AGLI UCCELLI SE NON LI VEDO PASSARE (L’AMMINISTRAZIONE SI ESPRIME SU ATTI AMMINISTRATIVI). ‘Allora il tema non era ISOSAR SI’- ISOSAR NO – parla di quando, circa vent’anni fa, erano stati avanzati interessi da parte di Energas, che allora si chiamava Isosar, a Manfredonia, ed egli, non ancora sindaco, era comunque assessore in una giunta di centro-sinistra. ‘La Regione l’aveva costituita come un’area in cui non era possibile nessun tipo di intervento, bloccando ogni progetto sul nascere. Le vicende si sono complicate con il passare degli anni perché Isosar ha impugnato i provvedimenti regionali sia al Tar che al Consiglio di Stato, vincendo’.

‘L’amministrazione e la politica sono due cose diverse: l’amministrazione pubblica siesprime su atti amministrativi. Esprimo un parere pubblico se qualcuno me lo chiede formalmente: non sparo agli uccelli se non vedo passare gli uccelli’. ‘Quando sono stato chiamato ad esprimere il mio parere ho fatto il necessario per sabotare l’iniziativa Isosar. Forse, come ho detto altre volte, abbiamo trattato l’argomento con un po’ di leggerezza, ma da qui a dire che siamo stati complici, che abbiamo agito tardivamente… ma tardi rispetto a cosa? C’è una necessità che cade oggi’.
E, più avanti: ‘Menale [Diamante Menale, presidente del C.d.A. Energas, N.d.R.] ha utilizzato mezzi che non si utilizzano in queste circostanze, giocando una partita sottobosco, usando mezzi discutibili. Se abbia stretto accordi economici con parte della città o con alcuni imprenditori della città io non ne so nulla’.

SE SARA’ IL GOVERNO A DIRE Si’ A ENERGAS…. La data della discussione in Consiglio dei Ministri ancora non si conosce. In vista di quella, l’appello del Sindaco Riccardi al Governo si esprime in questi termini: ‘C’è una battaglia in corso da parte di un’intera comunità che non vuole l’impianto gpl di Energas. Credo che, da persona avveduta, Renzi dovrà prendere atto e tener conto della volontà che la cittadinanza di Manfredonia esprimerà’.

Se, invece, il progetto dovesse essere autorizzato le prospettive sono quelle dello scontro duro: ‘Il Governo deve sapere che in questa città abbiamo fatto un’altra battaglia. È stata difficile, ma abbiamo vinto. Se ritiene che debba riproporsi, scenderemo in piazza e faremo tutto il necessario per impedire che si faccia qui un deposito di 60 mila metri cubi di gpl.’

Un momento dell'intervista

Un momento dell’intervista

(A cura di Valentina Sapone – valentina_sapone@libero.it – Redazione Stato Quotidiano.it – RIPRODUZIONE RISERVATA)

FOCUS PROGETTO ENERGAS

Deposito costiero di GPL nel comune di Manfredonia – Loc. Santo Spiriticchio

Deposito costiero di GPL nel comune di Manfredonia – Loc. Santo Spiriticchio 2

Deposito costiero di GPL nel comune di Manfredonia – Loc. Santo Spiriticchio 4



Vota questo articolo:
63

Commenti


  • antonella

    Il sindaco riccardi un anno fa affermava che il referendum su energas era inutile e costoso, ora ha cambiato idea, la domanda è : questa volta dobbiamo crederci oppure si cambierà ancora?

    Energas, Riccardi su dichiarazioni Bordo: “Referendum inutile, la politica si assuma una battaglia consapevole contro l’impianto”
    Pubblicato alle 13:33 – 16 luglio 2015 da Redazione R.

    Alle dichiarazioni rilasciate ieri dall’onorevole Bordo, circa la personale contrarietà all’installazione dell’impianto Energas e la necessità di una consultazione diretta cittadina in merito, questa la replica del sindaco Riccardi, affidata a Facebook:
    “Il Referendum per spendere 200 mila euro dei contribuenti? Un referendum consultivo è del tutto inutile, l’opera è considerata per legge strategica. La partita si gioca altrove e tutti lo sanno bene. La politica si assuma appieno una battaglia consapevole contro la realizzazione dell’impianto Energas. Io sono pronto a fare la mia parte, ad ogni livello ognuno la sua”.
    Graziano Sciannandrone


  • Incredibile !

    Nell’intervista il sindaco parla del governo come qualcosa a lui distante , ma…..dimentica un piccolo….particolare :
    SINDACO AL GOVERNO SIEDE IL PD A CUI ANCHE LEI APPATIENE O MI SBAGLIO ?


  • Giggino

    Antonellona -,per cortesia ,,-. Stai serena .


  • Nicola

    Cara donnina Antonella , ci vogliono i voti, stai serena e aspetta , sei mai ci sarà , il tuo turno. Non ti innervosire, che poi (moderazione,ndr), altro che ENERGAS.


  • La figlia del fotografo

    Angelo Riccardi è il mio sindaco#perdire


  • CITTADINO IGNORANTE

    SIG. SINDACO LE PARLO CON ASSOLUTA SINCERIT’, IL PROBLEMA NON E’ QUELLO CHE SI FA OGGI MA QUELLO CHE E’ STATO PASSO NEL PASSATO, PERCHE’ SI E’ GIUNTI A QUESTO PUNTO? QUELLA ZONA ERA/E’ PROTETTA E RIENTRAVA NEL PERIMETRO DEL PARCO NAZIONALE, QUANDO AVVENIVANO LE MODIFICHE QUANDO I TERRENI FURONO ACQUISTATI DALL’ENERGAS PERCHE’ LA CITTADINA NON FU INFORMATA? IL PD GOVERNA QUESTA CITTA’ DAGLI ANNI 90, ORA SPERO DAVVERO CHE ERRORI MAGARI COMMESSI IN BUONA FEDE ORA VENGONO RIPARATI. NELLA PEGGIORE DELLE IPOTESI, AL DI LA’ DELL’ESITO DEL REFERENDUM, LEI E TUTTI GLI ALTRI DEL PD SARETE GIUSTAMENTE RITENUTI RESPONSABILI DI TUTTO CIO’ CHE DI NEGATIVO POTREBBE VERIFICARSI SUL NOSTRO TERRITORIO. OK IO SONO CON LEI CHE MI SEMBRA SINCERO, COMBATTIVO, DECISO! INFINE MI AUGURO DI ASSISTERE A QUALCHE COMIZIO PUBBLICO IN PIAZZA CON LEI PRESENTE, BORDO E CAMPO ( GOVERNATORE DELLA CITTA’) DAL 2000 AL 2010. GRAZIE!
    TANTE RISORSE SONO GIUNTE A MANFREDONIA DALLO STATO E DALLA REGIONE MI SONO SEMPRE MERAVIGLIATO DI COTANZA ATTENZIONE VERSO MANFREDONIA, ORA FORSE COMPRENDO IL MOTIVO.
    BENE HA FATTO CON IL PRETESTO DI NONNO LINO AD ALZARE UN POLVERONE NAZIONALE, BENE HA FATTO IN QUANTO ANCHE MOLTI CITTADINI DI MANFREDONIA DISINFORMATI IN QUALCHE MODO SONO STATI COINVOLTI. E’ UNA LOTTA DURISSIMA, DOVE SINCERAMENTE LEI CI STA METTENDO LA FACCIA PIU’ DI ALTRI DEL SUO PARTITO, CHE SEMBRANO TIMIDI.


  • Lettore perplesso

    Se lei non sa nulla vuole dire che non ha “una buona intelligence” a corte…
    un sindaco che si rispetti deve sapere tutto quello che succede in città, eventuali giochi, eventuali manovre subdole…


  • Ex simpatizzante Riccardi - Bordo - Campo

    Buongiorno,
    in attesa che tutta la querelle finisca
    come ricompensa per tutti gli incubi
    che mi avete procurato alle prossime
    elezioni voterò il Movimento 5 stelle!!
    Capito????????????
    Vi siete fregati il nostro voto per anni e anni
    e ci state facendo vivendo sotto dei costanti incubi
    andate a Roma! Sbattete i pugni sul tavolo sequestrate Emilaino e portatelo con voi. Per Dio!


  • Distruzione Manfredonia: ultimo atto.

    povera Manfredonia


  • Meglio tardi, che mai.

    Finalmente vi siete svegliati. Buongiorno!


  • Un cittadino si chiede..

    Perchè il contenuto delle “famigerate” mail giunte ai consiglieri alla vigilia della riunione del Consiglio Comune di Settebre 2015 ( con beneficio d’inventario) non furono enfatizzate e amplificate come meritavano?


  • Belle parole

    Invece di pensare alla massoneria e a lino banfi caro sindaco dicci ma….alla fine l’università ….


  • Pura curiosità

    http://www.comune.manfredonia.fg.it/news_long.php?Rif=4894
    Dopo questo atto di arroganza..
    furono informate le autorità competenti in materia?


  • antonella

    Nicola vedo che il tuo livello culturale cresce insieme alla solita arroganza che ti contradistingue, immagino che sia il marchio di fabbrica di chi è cresciuto per la strada, e ci è rimasto. Detto cio, concordo servono i voti, appunto, quando vi date da fare? Serve portare gente a votare, quando vi muovete? Ho sentito dire che ieri, il vostro giocattolino nuovo, molto datato, si è rotto, ma và, che ridere, sembrate leoni da tastiera, dietro la tastiera, sdentati e senza idee. Pero vi capisco, siete stati in poltrona cosi tanto tempo che ormai siete parte
    dell’ arredamento, vedo anche molta muffa in giro. Datevi una mossa leoni sdentati.


  • manfredoniano

    Chi vota NO, per coerenza, non usi più il gas per cucinare o per riscaldarsi. Ah, ricordo che il gas in Italia viene importato stando così sotto la mercé di Putin. Il gas è energia pulita e naturale.


  • Antonello Scarlatella

    Antonella è ora di darci un taglio. I tuoi commenti in questo momento possono altamente distogliere l opinione pubblica da recarsi alle urne e votare no.
    Ora ci vuole unità non polemica e sempre continue accuse sul passato.
    Vogliamo guardare il futuro? Oppure vogliamo correre dietro i fantasmi?


  • Maria Guerra

    Grande sindaco!!! Mi piace la determinazione e le risposte appropriate. Mio marito sostiene che conduci la battaglia a “spada tratta”. Vinceremo


  • Mik

    Ma questa donna Antonella mi da un nervoso. Scocchianteria unica.


  • Le cene più emozionanti sono quelle con il "botto"

    – 24 al D day bottiglie ostriche e champagne al fresco e “botto finale” si tratta solo di attendere.


  • il puparo sipontino

    Antonella i tuoi detrattori sono tutti per il “SI” stanne certa.


  • @manfredoniano

    Ignorante il 95% della popolazione usa il metano non distingui il gpl dal metano hahahahahhahahaha quanta grassa ignoranza!!


  • antonella

    Antonello perdonami ma ritengo che il tuo commento sia fuori cognizione visto che fino a ieri sostenevi che il sindaco ha fatto male ad aprire una contestazione sulla pubblicita girata da Lino Banfi su energas, mentre io ho sostenuto con forza che invece aveva ragione nel contestare,( nessuno si esalti per questo)quindi,tu sei stato il primo a essere fuorviante nei commenti riguardo alla lotta comune, e comunque ritengo il tuo intervento poco educato poiche io se devo contestarti qualcosa lo faccio educatamente in separata sede, tra le altre cose, puo non piacerti, ma ogniuno fa la sua parte come tu fai la tua , caro antonello.


  • Antonio Trotta

    Caro Sindaco, oltre a FB sa che esiste l’albo pretorio

    N. registro: 2013-3056
    N. atto 36910
    Data registrazione atto: 25-10-2013
    Pubblicazione richiesta da :
    1° Settore – Affari Generali
    Oggetto:
    SOCIETA’ ENERGAS SPA EX ISOSAR SRL – DEPOSITO COSTIERO DI GPL – COMUNE DI MANFREDONIA. AGGIORNAMENTO ISTANZA DI IVA PRESENTATA IN DATA 10/11/1999. PROT. N. 12117/VIA/A.1.27.
    Stato: Pubblicato
    Allegati:
    [Atto] » GAS.PDFIcona del pdf


  • Donna Assunta

    Invito il sindaco ad esprimersi in litri e non in mc3 non tutti abbiamo le scuole fattize!!


  • La commedia Sipontina del Gpl

    IL 2013?????????????????????????????????????¿????????


  • RE MANFREDI

    13 novembre 2016
    POPOLO SIPONTINO CORRI ALL’URNA!

    Sipontine e sipontini, in piedi!
    E’ finalmente giunta l’ora di usare la nostra spada lucente per tagliare la testa del mostro e scaraventarla negli abissi oceanici!

    Un ora solenne sta per scoccare sui cieli della nostra terra e del nostro mare!
    Con il mostro abbiamo pazientato 18 anni! Ora basta!
    Di ingiustizie, scempi e massacri del territorio ne ha subito già tante è giunta l’ora suprema del riscatto! Tutti al voto! Tutti a votare NO!
    Il nostro No, secco, deciso e unito deve arrivare al governo di Renzi e dev’essere l’ammonimento supremo che Manfredonia non si tocca!
    Giù le zampe da Manfredonia predatori e complici! Il nostro NO deve soffocare il SI dei giuda e dei falsi!


  • Salviamo Manfredonia!

    Se vinci questa battaglia, per te si spalancheranno le porte del Parlamento. I tuoi concittadini ti saranno grati e sarai annoverato come il Sindaco più grande di tutti i tempi. E’ una battaglia tutta tua, tu sei comandante e alfiere mentre i tuoi colleghi di partito sono praticamente assenti! Non devi farli salire sul carro dei vincitore gli devi dare un calcio nel sedere! E’ già aperto un solco enorme di diffidenza tra la popolazione e la politica locale, cercate di colmare il vuoto altrimenti tutti dovrete cambiare mestiere e sarete ricordati dalle future generazionie anche quelle presenti come i peggiori politici della storia di Manfredonia e i vostri nomi compariranno nei libri dei posteri in senso negativo!


  • Zuzzurellone Sipontino

    E dopo il No, il giorno che il Governo deciderà sul bombolone, sit in a Roma quanta più gente possibile.


  • Salviamo Manfredonia!

    Mettiamo sul piatto del bilancia 40 mila no al referendum istituzionale del 4 dicembre visto che Mister Renzi ci tiente tanto, onorevole Bordo lo faccia presente al suo capo partito! Manfredonia potrebbe rappresentare l’ago della bilancia del referendum! E non solo Manfredonia c’è il Gargano e la Dauna tutti sanno del rischio scempio di Manfredonia!


  • Antonello Scarlatella

    Antonella io ho generalizzato. Qui non si sta parlando di Banfi. Qui si stà parlando di Referendum.
    Sai benissimo che non ho approvato E NON APPROVO l’attacco a Banfi perchè ritengo che anche è lui vittima di una sorta di “velata manipolazione SRATEGICA” e che comunque l’uomo va sempre difeso fino a prova contraria. E’ stata una cosa che a mio avviso non si doveva fare.

    MA SUL REFERENDUM SULL’AZIONE DI LOTTA CHE SI STA’ FACENDO CONTRO L’INSTALLAZIONE DELL’IMPIANTO E’ ALTRA COSA.

    TU SCRIVI: “Il sindaco riccardi un anno fa affermava che il referendum su energas era inutile e costoso, ora ha cambiato idea, la domanda è : questa volta dobbiamo crederci oppure si cambierà ancora?”

    TI RISPONDO

    MA SECONDO TE A 10 GIORNI DAL REFERENDUM ANTONELLA E’ STRATEGICO FARE POLEMICA CON CHICCHE E SIA?
    IO NEI GIORNI SCORSI NON HO CRITICATO GLI ATTORI TUTTI DELLA LOTTA ED I FAUTORI DEL REFERENDUM… IO HO CRITICATO L’ATTEGGIAMENTO VERSO BANFI PUNTO E BASTA E CREDO SIA ANCORA OGGI FUORI LUOGO.
    IL REFERENDUM COSTA 100/200/300 UN MILIONE DI EURO….CHI SE NE FREGA.
    LA DOBBIAMO SMETTERE A GUARDARE SOLO LA SPESA. SE VUOI UN RISULTATO DEVI SPENDERE I FISCHIETTI IN PIAZZA NON PORTANO PANE.
    TU MI PARLI DEL MIO COMMENTO POCO EDUCATO……A ME NON SEMBRA.
    MA LO VUOI O LO VOLETE CAPIRE CHE ORA E’ IMPORTANTE PORTARE LE PERSONE NEI SEGGI????????
    SE CONTINUATE CON QUESTA MANFRINA INUTILE E TENDENZIOSA VOLTA SOLO A VOLER METTERE IN CATTIVA LUCE QUALCUNO, LA GENTE IL GIORNO DEL REFERENDUM SE NE VA ALLA FORESTA A FARE IL PIC- NIC.
    MA LO VOLETE CAPIRE CHE ANCHE SE MINORANZA SIETE UN MOVIMENTO POLITICO ED AVETE DELLE ENORMI RESPONSABILITA’ NEI CONFRONTI DELLA CITTA’
    LO VOLETE CAPIRE O NO???? Cosa volete produrre i 5 anni la lotta a Riccardi alla giunta a Banfi o volete produrre qualcosa di positivo per lo sviluppo socio economico di Manfredonia?

    DOBBIAMO PRODURRE SE VOGLIAMO IL FUTURO.
    LA CITTA’ NON E’ UNA ARENA O UNA PUNTATA DI UOMINI E’ DONNE. QUI AL CENTRO NON C’E’ LA DE FILIPPI QUI C’E’ IL FUTURO DELLA CITTA’.

    Quando Riccardi, Bordo ecc ecc non erano d’accordo illo tempore con il Referendum NOI CHIEDEVAMO IL REFERENDUM ora Riccardi, e tutti i politici di maggioranza VOGLIONO IL REFERENDUM E LE MINORANZE NON SONO PIU’ D’ACCORDO.

    E NON MI DITE CHE NON E’ COSI. PERCHE’ SAI CHE E’ VERO.

    QUESTA NON E’ POLITICA MA SPIRITO DI CONTRADDIZIONE AL FINE DI CREARE SOLO AZIONE DI DISTURBO.

    Spero che sia stato chiaro Antonella…..

  • Il Sindaco Riccardi ama Manfredonia e ce la metterà tutta per sconfiggere quel mostro e tutti i servi sciocchi che
    l’ Energas ha intorno, ne sono sicuro.
    È il momento che ognuno di noi faccia la propria parte dicendo a chi può di votare: NO ENERGAS


  • Carmen

    Bravo Scarlatella
    A furia di giudicare sempre il Riccardi a me sta diventando simpaticissimo!!
    Lo sto riqualificando…
    Solo gli stupidi non cambiano idea (cit.) e Riccardi sta facendo passi avanti
    …che balls la gente polemica ad oltranza!!!


  • Carmen

    La mia paura è che vinca il si….e che comunque a Renzi non gliene fregherà una cippa …
    Spero che Riccardi e tutta la popolazione del No ce la facciano…


  • Zuzzurellone Sipontino

    Più combustibili fossili, più debito pubblico, più vulnerabilità, più inquinamento, più ricattabili,……….


  • Sturmtruppen

    Zecondo me il depozito di gaz, zi farà.
    Ricordate parole di un ignorante.
    E voi continuerete a zompare come Zpep


  • Rita

    X Antonello Scarlatella …. concordo su quello che dici ….. Ti ho sempre apprezzato come persona …..Nei tuoi commenti hai sempre espresso il tuo pensiero come è giusto che sia ma con grande rispetto …..e questo ti fa onore ….. hai ragione quando dici ad Antonella che sta sbagliando….. purtroppo non ha capito nulla ….invece di fare polemiche inutili e inventate …..tutti insieme dovremmo lottare per questo mostro… invece ognuno vuole tirare l’acqua al mulino suo per denigrare ciò che si sta facendo…..In questi giorni bisogna lavorare giorno e notte ….casa per casa e qui si pensa a fare campagna elettorale e a guardare la pagliuzza che il Sindaco ha nell’occhio e non il travone che hanno loro …… Antonella per te provo una gran pena ……stai sempre a sbraitare e ad offendere ..Manfredonia é di tutti ……abbiamo.questa possibilità di esprimere tutti insieme con un No Energas e tu con altri state a fare polemiche …..per una volta sii obbiettiva perché non chiami al dovere tutte le forze politiche ….perché sinceramente hanno tanto parlato poi alla fine come sempre il detto non sbaglia armiamoci e partite .l’ unico che si sta dando da fare è il sindaco di Manfredonia e gli altri politici dove stanno ?


  • Giovanni Pastore

    Ad Antonella dell’Energas interessa meno di zero, per lei l’energas è solo un pretesto, a lei interessa solo sparare a zero contro il sindaco.

    Ormai questa cosa l’hanno capita anche gli asini.


  • ENERGAS ... SI!

    Io ci lavoravo all’ENICHEM e non sono morto. BEI TEMPI QUELLI!
    Mo’ che c’hanne messo a ciminiera dell’ ENICHEM in Piazza del Popolo, alla memoria dei tempi quando si lavorava serio, io mi passavo di lì ogni giorno, mi fermavo a fare quasi un minuto di silenzio e poi davo nu bacetto con la mano alla colonna alla memoria.
    E mentre me ne andavo quasi quasi mi veniva da piagnere!
    E camminanne mi pensavo a quei 12 anni di fatia passati all’ENICHEM… ma chi me li darà più?
    E Perciò…
    W RICCARDI !
    W ENERGAS !
    W LA Q8 !


  • Belle parole

    Chi avrebbe le scuole fattizze scusate?


  • Raffaele Vairo

    Il Sindaco conferma quello che ho sempre sostenuto anche su questa testata: “Più siamo, più andiamo a votare, più il voto referendario avrà un peso politico.”
    Infatti proprio oggi (stamattina) ho scritto: ” Il referendum in argomento, anche se non è abrogativo ma consultivo, ha una forte valenza politica. Il NO all’Energas appare scontato, tuttavia per il successo pieno del medesimo occorre vincere con un’alta percentuale di partecipazione. Occorre, a riguardo, invitare parenti, amici, conoscenti, colleghi a partecipare, votare e far votare NO!”


  • Gsepp

    NGIULUN RCCARD SPRIEM CA C SALV S NO VE FNSESH A FIT NATA COS MA BORD CAMB CAMB TUTTIISAND DAMBROS ZNGARIELL CH FN ANN FATT? E U GUARDIEN D PARK NAZIUNEL ADDICCA STE? E LAT I PARTUT I FORZiST I PRUPRET ADDICA SO IUT A FNESH? A LOGAMBIEND ADDU CAZZ STE’ ? E U GNREL MARASC C STE DENN DA FE’?


  • Le oscene paludi sipontine

    Questa volta non ve la caverete come lo scempio inutile e vergognoso della scogliera uscirete distrutti.


  • No Energas

    Antonella,
    Basta,basta ,basta, non si può sempre attaccare, e ora di difendere il nostro territorio.
    Non abbiamo bisogno di polemiche, ma di eventi,piazze e banchetti informativi.
    Informiamo i cittadini ad andare a votare, tutte queste polemiche non sono costruttive.
    Ci stiamo dando una zappata sui piedi, lo sai che in giro ci sono persone che “pubblicizzano ” il Si al referendum, oggi erano in palestra.
    Per favore basta.


  • antonella

    Egregio Antonello, non sei stanco della solita manfrina? Si manfrina, scrivi cose ,perdonami, che forviano i concetti in tutto e per tutto, espressi, ma immagino che è tutto fatto per screditare la valenza dei dati oggettivi sottolineati dalla contro parte, giusto? In questo caso la contro parte sarei io, o chi per me, ora se permetti, visto che insisti con la tua strategia politica dello screditare, amichevolmente si intende, me, ti rispondo ricapitolando i fatti oggettivi , non la solita manfrina, e quindi. Non sono io che vado in giro a fare interviste affermando che “chi dice che il referendum sia inutile e costoso, è un vecchio che non si gode la pensione”, questa frase è pronunciata in modo ridondante in ogni intervista,o quasi, allora egregio antonello, io non ho fatto altro che postare un commento, della persona che per primo ha espresso il concetto incriminato,cioè che il referendum era inutile e costoso, commento affidato ad una pagina social e ripreso da una
    testata on line, ora egregio antonello, pare ovvio che qualcuno abbia la memoria corta ma non la buona educazione di tacere, capisco che è divertente demonizzare noi altri per farsi belli, sopratutto quando in gioco c’è la credibilità politica, ma non va bene screditare, insultare continuamente a mezzo stampa, il prossimo solo perchè fa DEGNA OPPOSIZIONE, e sopratutto in virtu del referendum, se è vero che si chiede a tutti di unire gli sforzi perche’ d’ altro canto si fa di tutto per denigrare? Io conosco la risposta, la sanno tutti in questa citta, ma la lascio ai migliori intenditori. Ora veniamo alla tua solita lagnanza sul fatto che dovremmo collaborare per lo sviluppo della città, con chi dovremmo lavorare e collaborare con chi rilascia interviste e non perde occasione di denigrare il prossimo? Con chi non riesce a discutere tenendo le questioni in ambito politico? Cin chi cerca di emarginare? chiudo qui questa parte. Spero di essere stata chiara e spiegata, e mi auguro che per il futuro, da parte tua ci sia meno strategia politica dello screditare amichevolmente, anche perché ovviamente, non funziona, da questa parte di tace per educazione ma a volte ,rispondo di conseguenza.

    Sono d’ accordo con te sulla questione che bisogna portare la gente nei seggi, il problema è, egregio Antonello che molti non capiscono perchè votare se il consiglio comunale si è gia espresso con il “no a energas”?
    Perché votare se il referendum è solo consultivo?
    Se si va a votare poi, il sindaco farà valere la volontà espressa con il voto?
    Domande di molti, tanti, a cui va data una risposta vera e oggettiva.
    Ora, visto che tutti siamo d’accordo sul NO ENERGAS, mi dici quando si comincera, tu e tutti gli amici degli pseudo comitati nati pocanzi, con i consiglieri, mettiamo da parte il sindaco tanto amato in questi forum, ad andare in giro, nelle strade a cercare di dare le dovute risposte alle domande della gente? Oggi ero in piazza, ho incontrato molti, purtroppo devo riscontrare il fatto che molta gente non sa di energas, del voto, delle nostre beghe sui forum, tanti sono gli sfiduciati della politica, politica a cui sono in troppi ornai a non credere più, io sono una di questi e capisco in pieno i manfredoniani, che non sono menefreghisti, ma DELUSI, il chė è diverso. Antonello se vuoi rispondere ancora, cortesemente fallo solo per comunicarmi i sit in informativi su energas, sono le uniche cose davvero interesssanti, basta con il botta e risposta.


  • Lucia

    Se il percorso politico ti andrà male, ma così sarà, non disperare. Puoi fare il commediante


  • Antonio Trotta

    Potrebbe interessarvi quanto detto da Emiliano alla conferenza sul di Clima tenutasi a Parigi:

    “[…] Vengo da una regione, la Puglia, che è stata definita dal National Geographic “la più bella del mondo” per le meraviglie naturali e culturali che racchiude. Questa bellezza, nel senso più ampio del termine, è messa a rischio da una serie di situazioni gravissime sotto il profilo ambientale e sociale, ma anche da scelte che cadono dall’alto e che non condividiamo.

    Noi ambiamo ad avere un programma di sviluppo per il territorio pugliese, che armonizzi le strategie industriali ed energetiche con gli interventi programmati dal Governo, e che sia linea con gli obiettivi generali definiti dall’Unione Europea.

    Cop21 Paris symp

    Ieri abbiamo presentato al Presidente del Consiglio un programma di decarbonizzazione della nostra regione che va realizzato in attuazione della roadmap nazionale procedendo ad una quantificazione di massima dei costi e dei benefici economici che la stessa potrà produrre per il Sistema produttivo locale e nazionale, con particolare riferimento al settore elettrico, gas e all’industria di processo. […]”

    “[…] DEPOSITO COSTIERO DI GPL NEL COMUNE DI MANFREDONIA
    Con riferimento alla realizzazione del deposito costiero di GPL nel comune di Manfredonia – Loc. Santo Spiriticchio che prevede la costruzione di 12 serbatoi di capacità complessiva di 60.000 mc e delle opere funzionalmente connesse (gasdotto di lunghezza 10 km di collegamento tra il deposito ed il pontile di attracco delle navi gasiere, raccordo ferroviario della lunghezza di 1800 m di collegamento del deposito alla stazione di Frattarolo ed alle opere di adeguamento al pontile di attracco delle navi), si rileva che la procedura di che trattasi non risulta ancora conclusa in quanto si è in attesa del provvedimento relativo al parere n. 1614 del 19.09.2014 del CTVIA.

    Nel merito, si evidenzia che risulterebbe di primaria importanza avere la disponibilità di un deposito di gas naturale liquefatto (GNL) che altro non è che una forma di stoccaggio del gas naturale che consente di concentrare in volumi ridotti una grande quantità di energia. Si rappresenta il fatto che, in tutta l’area meridionale, non sia abbia la disponibilità di alcun deposito di GNL, ovvero di tale forma di combustibile, e che i vantaggi che ne deriverebbero sono molteplici. In particolare:
    – Economico. Il GNL risulta più conveniente in zone in cui si è obbligati ad usare altre fonti di energia quali GPL, gasolio o olio combustibile. In realtà di GNL risulta conveniente anche nelle autostazioni di servizio per la fornitura di gas naturale compresso laddove non è presente una linea di metanodotto ad alta pressione. Ad esempio il GNL utilizzato per la generazione elettrica o per le flotte logistiche permette una riduzione dei costi di circa il 35% rispetto il gasolio.
    – Ambientale. Il GNL produce molte meno emissioni rispetto ad altri carburanti fossili. Rispetto al GNL il gasolio produce il 46% di anidride carbonica (CO2) in più (espressa in kg/kWh), mentre l’olio combustibile ne produce il 34% in più. Inoltre, le emissioni di particolato e zolfo sono di fatto nulle.
    – . Tecnico Il GNL non presenta incombenze operative come richiesto per l’olio combustibile, come il preriscaldo del carburante. Inoltre le frigorie generate durante l’espansione da liquido a gas possono essere usate come sistema di raffreddamento, consentendo di ridurre l’utilizzo elettrico di pompe di calore e refrigeratori.
    Pensare pertanto ad una stazione dedicata al GNL piuttosto che al GPL sarebbe, peraltro, in linea con gli obiettivi europei di decarbonizzazione e con gli impegni assunti nell’ambito del Protocollo di Kyoto. ”

    http://www.affaritaliani.it/puglia/parigi-cop21-l-intervento-di-michele-emiliano-testo-integrale-397112.html


  • Dino

    Antonio Trotta,
    ragionamento che fà Emiliano può essere condivisibile in caso di autorizzazione al deposito GPL,
    lui dice, in breve: “Favorire l’utilizzo dei carburanti alternativi ai prodotti petroliferi, quali ad esempio il GNL”, scegliamo il male minore (visto che l’autorizzazione è ferma in attesa del provvedimento relativo al parere n. 1614 del 19.09.2014 del CTVIA) Trasformare l’autorizzazione a un deposito costiero in GNL, meno pericoloso del GPL.
    lL GNL necessita di comburente per la combustione e si disperde facilmente nell’area perdendo la pericolosità, però è sempre pericoloso.


  • Antonio Trotta

    Dino,
    sempre di un deposito si tratta.
    Cambia il materiale ma il pericolo è sempre lo stesso.
    GNL, GPL che sia non fa alcuna differenza.


  • Luciano Santoro

    Politici del xxxxx questo mostro del xxxxx non lo vogliamo! La furia popolare si abbatterà su di voi.


  • Nicola

    Caro Antonello , tu sai ,che nella cooperativa MANFREDONIA VECCHIA, hanno istituito il comitato per il NO per quanto riguarda il referendum sulla costituzione ,e se non sbaglio di questo comitato di cui la coordinatrice è la -Antonella Umbriano tu ne facevi parte. Ora qualche giorno fa parlando con un paio di aderenti al comitato , mi avevano esternato la volontà di abbandonare il comitato, non perché avevano cambiato idee sul NO, ma perché tutte le volte che si apriva il dibattito il caro professore Magno e i suoi scudieri inveivano contro Riccardi, accusandolo quale responsabile di tutto ,tralasciando il senso dell’incontro. Ora io mi chiedo , un uomo , -che fa della sua vita politica un motivo per denigrare (moderazione,ndr)….


  • Achille Starace

    Santi numi (MODERAZIONE,NDR)


  • Dino

    Antonio Trotta,
    Forse mi sono espresso male, Emiliano, con il suo rapporto, interviene prima della costruzione dell’impianto, Energas, chiedendo un revisione del prodotto di stoccaggio, da GPL a GNL.
    Io invece dico, ho scritto “condivisibile”, che se dopotutto le battaglie dei cittadini vengono dati tutti i permessi e avviene la fase di costruzione che noi non ci possiamo fare niente, allora preferisco il male minore, ma sappi che è comunque pericoloso.


  • Nicola

    Cara redazione vorrei sapere perché continuate a tagliare i commenti a vostro piacimento ? Trasformando il testo e il senso del commento ? Quale è il problema ? Siete o non siete liberi ? Ora siamo all’assurdo, eliminate parole come IDIOTA, fichi d’ India, sciacallo, flatulenze ecc.Fate passare attacchi personali al Sindaco e vi preoccupate di oscurare parole normali. Di chi avete paura ?


  • Redazione

    Gentile sig. Nicola, come da lei stesso affermato abbiamo rimosso offese causa di possibile diffamazione verso terzi mentre non ci sono analoghe diffamazioni rivolte a rappresentanti del Comune. Non è una questione di “paura” ma di evitare possibili offese a terzi. In ogni modo, quando vi sono commenti che non ritiene opportuni puo’ segnalarcelo nello stesso forum o inviando una mail a: segreteria@statoquotidiano.it. Grazie, a disposizione, Stato Quotidiano.it


  • Antonella Umbriano

    Egregio nicola, quanto da te riferito in commento è qualcosa di fuorviante sotto tutti i punti di vista, per cui mi preme chiarire quanto segue visto che si afferma delle falsità.
    Uno dei punti all’ordine del giorno della riunione era la questione referendum Energas, se era il caso di aprire il comitato anche al referendum contro l’installazione, oppure formare un altro comitato per lo scopo, fermo restando la volontà personale ad aderire alla proposta,
    il professore Magno a tal proposito, ha preso la parola e ha raccontato di come doveva formarsi un comitato scaturito dalla volontà dei capigruppo consigliari, e che invece tale comitato non si è più formato. Ora tu hai scritto che a detta dei due individui che hanno riferito questa vicenda, il professore Magno e chi per lui, parlino male di Riccardi a ogni riunione di comitato, ora gentilmente chiedo i nomi di questi due individui, al fine di chiarire, uso il termine chiarire, la vicenda raccondata, poichè lo stesso professore Magno è stato assente in più di una riunione svolta, voglio capire se quanto riportato nel tuo commento è frutto di esagerazioni personali, oppure questi due individui raccontano frottole, accusando il professore e chi per lui, in modo doloso.
    Oltre trovo anche molto interessante la questione che addirittura i due individui abbiano manifestato la volontà di abbandonore il comitato per questo motivo.
    Peccato che questi due individui abbiano avuto il coraggio di esternare tutto cio non all’ interno della stessa riunione, ma al di fuori di essa.
    E qui voglio pregare i due individui a farsi avanti e manifestare apertamente le loro doglianze, non ricorrendo alla ruffianeria da comare vecchio stampo.
    Riguardo agli insulti alla mia persona da te espressi in più di un occasione in questi forum, nicola ti chiedo di mettere la firma sotto, non perchè io non sappia chi sei, piutosto ritengo che tu debba avere il coraggio delle tue azioni, per tutto il resto, il tempo è galantuomo piu di certi uomini.


  • A cena e a letto con il nemico

    Il PD FOrza Italia e il bello vine ora in totale oblio..alla faccia del No! Dove sono le migliaia di militanti dove sta l’ attivismo visto alle scorse elez. Comunali? Conosco servetti di partito che manco sono a conoscenza del referendum. Alla fine si scherniranno dei 5 stelle Mf nuova caons e collettivo apnea. Tutto studiato a tavolino raggiungere lo scopo ridicolizzando gli avversari politici uscire indenni e passare la mano della gestione del potere al centro destra.


  • Il nostro papino ucciderà' il mostro.

    Papino caro tu che ci vuoi tanto bene noi siamo fieri di te e ai nostri amichetti che ci hanno chiesto del mostro noi papino conoscendoti per il tuo caraggio gli abbiamo detto che il nostro papino ucciderà’ il mostro e tutti vivremo felici e contenti.


  • Sciambrgnol

    Donne con le palle e uomini senza -.


  • Nicola

    Cara -,quale è il tempo galantuomo che aspetti ? È dalle primarie che sbraiti diffamando, insultando e denigrando il Sindaco .Un detto dice : CAMPA CAVALLO CHE L’ERBA CRESCE. Un consiglio vai a –


  • STRISCIA LA NOTIZIA A MANFREDONIA (PINUCCIO)

    ANDIAMO A VOTARE TUTTI NO!!!


  • Cosimo

    Nicola – mezz’ ominicchio, ormai tutti sanno che sei senza attributi, …


  • Adolfo

    Quel soggetto che insulta continuamente gli associati di Manfredonia Nuova dovrebbe essere censurato in toto. È di ua volgarità unica.redazione vorrei capire perchè certi commenti sono lasciati pubblicare? (anche l’ultimo da lei postato è altamente offensivo; vi chiediamo gentilmente di smetterla, grazie,ndr)


  • Giggino

    Cosimo, Adolfo , chi siete ? Poverini si sentono offesi. Invece di scrivere e parlare male in continuazione del Sindaco, pensate a proporre qualcosa di concreto per la città , con idee e suggerimenti. Ha ragione e dice bene Nicola .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati