GarganoManfredoniaVieste
Confermata la natura dolosa dell'incendio

Auto in fiamme a Vieste di Emanuele Finaldi, indagini CC Manfredonia

L'uomo ha negato agli inquirenti di aver ricevuto "minacce, estorsioni o richiesta di alcun tipo"


Di:

Vieste, 19 ottobre 2017. INDAGINI in corso dei Carabinieri del Comando Compagnia di Manfredonia, e dunque dei militari della Tenenza di Vieste, in seguito all’incendio – nella notte tra il 17 e il 18 ottobre-, dell’autovettura di Emanuele Finaldi, 37enne del centro viestano, noto alle forze dell’ordine.

Come confermato dagli inquirenti, in seguito ad articoli di stampa (“Il Resto del Gargano”,ndr), due i mezzi andati in fiamme. L’obiettivo di chi ha agito era probabilmente lo stesso Finaldi, che già nel 2015 fu vittima di un attentato.

Confermata la natura dolosa dell’incendio.

L’uomo ha negato agli inquirenti di aver ricevuto “minacce, estorsioni o richiesta di alcun tipo”.

Come riportato dall’Ansa, la sera del 10 marzo 2015 l’uomo fu ferito con alcuni colpi d’arma da fuoco. Secondo quanto accertato dai militari del Comando provinciale di Foggia che indagarono sull’episodio, “Finaldi stava tornando a casa quando uno sconosciuto ha sparato contro di lui alcuni colpi di fucile cal.12 che lo hanno raggiunto alle spalle”.

————————————————————————-
Da raccolta dati, l’uomo era già noto alle FF.PP in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal GIP del Tribunale di Foggia “perché ritenuto responsabile di truffa e falsità ideologica aggravata e continuata” (nota stampa del 29.07.2013)”. Finaldi era stato arrestato dai carabinieri poichè “assunto come custode del cimitero di Vieste nel 2006, non si presentava al lavoro da anni”.

Redazione StatoQuotidiano.it

Auto in fiamme a Vieste di Emanuele Finaldi, indagini CC Manfredonia ultima modifica: 2017-10-19T13:47:14+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi