Manfredonia

Danneggiato monumento del Pescatore, sindaco: atto meschino

Di:

Statua monumento pescatore, lungomare del Sole a Siponto (st - CMMF)

Manfredonia – VANDALISMO di ignoti, giorni fa, ai danni del monumento dedicato al pescatore sul Lungomare del Sole. Come informa l’Ente comunale, il fatto sarebbe avvenuto di mattina con danni procurati alla rete che compone la scultura bronzea. Da accertamenti effettuati dai tecnici comunali, intervenuti con solerzia non appena ricevuto notizia, è apparso evidente che la rete del pescatore è dissaldata.

Come informa l’Ente, il bronzo raffigurante “Il Pescatore”, dell’artista Matteo Vairo, è stata acquistata dal Comune di Manfredonia nel 2000 e collocato in opera nel 2004 dal Comitato promotore del monumento con il contributo del Consorzio per la Gestione del Mercato Ittico e della Coop. Pesca “Aurora” in occasione dei lavori di ammodernamento del Lungomare. Già, quel lungomare che molte città rivierasche ci invidiano e che alcuni, pochi, nostri concittadini oltre a non saper apprezzare riescono addirittura a danneggiare dando sfogo ad istinti che non appartengono agli esseri dotati di intelligenza, come dovrebbero essere gli umani.

“Ci ritroviamo ciclicamente – sbotta il Sindaco Riccardi – a dover prendere atto dei danneggiamenti che avvengono un pò dovunque ed a porre rimedio, con esborsi economici non certo di lieve entità, alla maleducazione ed all’ottusità di pochi soggetti che, però, incidono sull’intera collettività con i loro stupidi e gratuiti comportamenti. Lo sconforto è tanto e sarebbe ancora maggiore se fossero ragazzi gli autori del vandalismo perché vorrebbe dire che i nostri sforzi di crescita culturale e civile servono a poco”.

“Un gesto vandalico ancora più disdicevole ed oltraggioso perché il pescatore raffigurato nell’opera di Matteo Vairo simboleggia la nostra gente, i nostri costumi, le nostre abitudini, la nostra storia. E’ sicuramente importante non cedere davanti alla stupidità dei pochi che credono con questi gesti di ergersi a protagonisti.

La tutela del patrimonio collettivo – invita Angelo Riccardi – deve essere un impegno per la cittadinanza tutta. Non possono essere questi individui, privi di civiltà e di cognizione del vivere in una comunità, a fermare il rilancio sociale del territorio sipontino. Cerchiamo di trasmettere ai nostri figli i buoni esempi; solo così sarà più facile, fra qualche anno, che ci diano una mano per restituirci la città nella sua vivibilità, piuttosto che andare in giro a vandalizzarla”.

“Chi si rende colpevole di episodi così meschini – conclude il Sindaco – non dovrà trovare mai la complicità di chi tiene a cuore la propria città. Condanno con decisione un gesto così insensato ed ignobile e auguro che il senso civico dei manfredoniani seppellisca, metaforicamente, i gesti indecorosi compiuti da poche persone”.

I tecnici del Comune, dopo aver riparato parzialmente la scultura fissando con del filo di ferro spesso la rete danneggiata, si stanno attivando presso l’artista Matteo Vairo per concertare quale possa essere la maniera migliore per intervenire e restituire appieno alla città uno dei suoi simboli, avvisa nella nota l’Ufficio stampa del Comune.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
17

Commenti


  • per tutti

    rispettiamo il nostro paese..che molti ce lo invidiano..e penso che il bello piace a tutti…forza ragazzi rispettiamo le cose belle…………….


  • AURELIO

    SEMPRE LA STESSA STORIA,QUANDO VENGO IN FERIE COME TUTTI GLI ALTRI MANFREDONIANI,MI FERMO SEMPRE LI,UNA COSA STUPENDA E CHE MOLTI CI INVIDIANO,MA POI SENTIRE CERTE ROBE,UNO CHE VIVE NELLA MIA CITTA’ NON PUO’ CAPIRE COSA VUOLDIRE STARE LONTANI DA MANFREDONIA E TORNARE ALLE FERIE E AMMIRARE CERTE SCULTURE CHE LA CITTA’ TI OFFRE,PERO’ E’ NORMALE PER NOI MANFREDONIANI COMPORARSI COSI(RIFERITO ALLE BELVE,PERCHE’ CE ANCHE LA GENTE EDUCATA E RISPETTOSA)BASTA VEDERE IN CHE STATO SIAMO,DISPIACIUTO….


  • lunard

    ormai gli oltraggi alla cultura marinaresca della città non ha fine, prima gli scogli delle case marinaie sotterrati dal cemento, ed ora la loro statua.

    vergogna


  • UomoArrabbiato

    Sono stato in moltissime regioni d’Italia ho girato per mezza Europa…ma il vandalismo che si consuma nella città che io amo e tantissimo ed impressionante…Cassonetti bruciati, mura scritte,lampioni rotti,panchine divelte,..ecc..ecc.. la maggior parte di questi vigliacchi sono minorenni..e se tenti di rimproverarli loro reagiscono .. e se li fai male rischi di essere arrestato, per maltrattamento di minorenni..denunciarli e impossibile , perche sono difficilmente riconoscibili..allora come possiamo difendere il bene pubblico ?


  • indignato60

    ma tutte le telecamere disseminate nel paese, a cosa servono?


  • Grazie Stato Quotidiano

    Mi sono stufato davvero, scrivo quasi contro voglia. E’ tutto inutile, in questa città sembra tutto inutile, regna l’anarchia e l’inciviltà suprema.
    Lo sfregio al monumento sembra l’emblema del degrado civico di questa cittadina. Per il corso cagatoni di cane, per le strade ovunque, abusivi dappertutto, piccole bande di monelli che disturbano la quiete pubblica e non c’è alcun vigile di quartiere a sorvegliare alcuni punti degradati della città. Genitori che non sanno educare i figli anzi li abbandonano per strada senza preoccuparsi di loro, quale scuola migliore di vandalismo per i ragazzini? Se ci fosse, come tanti anni fa, un vigile come riferimento pronto ad intervenire sarebbe tutto diverso. Se le multe fioccorebbero tutto cambierebbe. E’ davvero tutto inutile non cambiara mai niente, anzi il degrado e la inciviltà aumenteranno.


  • Grazie Stato Quotidiano

    D’accordo con uomo arrabbiato, non avevo letto il suo intervento. Ci sono bande di mocciosi che quando li richiamano, puntualmente si sfottono e quando riesci a capire chi sono i genitori, loro difendono i figli. NOn puoi immortarli con delle foto o video quando rompono la testa alle persone, non puoi tratterli perchè rischi una denuncia..solo con l’intervento dell’autorità giudizia qualcosa si potrebbe ottenere, ma legge a Manfredonia dove stà? Negli anni 60/70/80 non esisteva tale inciviltà, ladeucazione e degrado, perchè c’era un pò di vigilanza.


  • Mary

    Carissimo Matteo Vairo, perchè non realizzi un monumento all’inciviltà? da poterlo dedicare a tutti questi VANDALI. Vergogna!!!!!!


  • barabba

    L’ignoranza e la maleducazione regnano sovrani a Manfredonia. Non mi meraviglia che i figli di questo paese si comportino in questo modo. I genitori gli hanno insegnato a gettare a terra le carte, non utilizzare le cinture di sicurezza, non portare il casco se non c’è Polizia in giro, approfittare di ogni occasione per ottenere molto con poco sforzo…… Di cosa ci meravigliamo se i risultati portano a questo? Anzi forse i piccoli emuli dei propri genitori, in proporzione, stanno migliorando la specie…..


  • michele

    comprendo il tuo disagio e la tua esternazione “uomo arrabbiato” sappi che la polizia municipale chiude alle 2100. una sera di qualche mese fa, è successo a me di chiedere aiuto ad un pronto intervento delle forze dell’ordine e sono stato preso per fesso da uno di questi.
    dopo una mia insistenza all’intervento mi ha risposto che i ragazzi devono giocare .
    secondo me, è necessario imporre a partire dalle scuole elemtere un0ora o due di lezione per l’insegnamento alla responsabilità civica.


  • UMILE CITTADINA

    Per il sindaco:
    TUTELATE DI PIù LA NOSTRA CITTà,VOGLIAMO PIù SICUREZZA PER TUTTI,PIù TELECAMERE.PER FAVORE SPENDA I SOLDI PER LA CITTà PER TUTELARLA DI PIù, I CITTADINI LE SARANNO GRATI…LA RINGRAZZIERANNO PER SEMPRE.OPPURE FACCIA FUNZIONARE QUELLE CHE GIA CI SONO


  • UMILE CITTADINA

    IL SINDACO DEVE METTERE DELLE REGOLE COSI TUTTI SI DOVRANNO ATTENERE COME FANNO NELLE ALTRE CITTà


  • GRAZIESTATOQUOTIDIANO

    Gentili Lettori siete proprio convinti che si tratti di bande di ragazzini che avrebbero bisogno di 1 ora di lezione a scuola di educazione civica o di essere seguiti un pò di più dai genitori? Signori miei questi sono dei veri e propri delinquenti adulti che vivono in una società che non si occupa affatto dei giovani e che hanno come esempio la TV dove ti danno l’illusione dei soldi facili con il gioco e l’esempio più importate dai nostri Signori politici che rubano, dileggiano e chi più ne ha più ne metta e non sono perseguibili, anzi al contrario basta andare in tv o sui giornali ed indignarsi molto veemente.


  • anonimo

    e nn è tutto qui, un paio di giorni fa un uomo con il suo bel trattore stava nella piazza in questine, tutto preso al lavaggio del mezzo stesso…….. e nn è la prima volta!!!!!!!!!!!!!!
    Autorità dove siete?


  • lilly

    L’inciviltà regna sovrana 🙁


  • Nardino il maniaco


  • Marco

    Cercate di capire questi nostri pargoletti. Come fanno a trascorrere le loro notti? Ai miei tempi si faceva l’amore ma ora sembra che non si usi più.
    Non vi lamentate, è il vostro prodotto, dico vostro perchè io ormai sono fuori corso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi