Capitanata

“San Severo leader nella gestione dei rifiuti in Puglia”

Di:

Caposiena (st@)

San Severo – LA città di San Severo guida la classifica delle città pugliesi in termini di gestione ed organizzazione dei rifiuti. Le realtà a confronto con quelle di Foggia e Bari sono stati i temi al centro dell’incontro-dibattito organizzato sabato sera dall’Anta nell’Auditorium della Biblioteca Provinciale. Associazione Nazionale per la Tutela dell’Ambiente rappresentata dal Presidente Regionale, Donatella Mateazzi e dal Referente provinciale Pasquale Cataneo.

“Prevediamo, per fine anno soglie di differenziata superiori al 60%” ha dichiarato l’Assessore all’ambiente, Massimo D’Amico. Con la Riforma Monti, nel 2013 il Comune non pagherà l’ecotassa sui rifiuti. Con ogni probabilità i cittadini continueranno a vedere in bolletta il 3% in meno sulla Tarsu.

“Riduzione ottenuta – spiega l’ingegnere – grazie alle economie accumulate nel 2011 per un valore di 700.000 euro.” I recenti aumenti imposti dai gestori della discarica di Deliceto, pare non abbiano scalfito i piani di sviluppo dell’Amministrazione in questo settore. E’ stata annunciata dalla Giunta la prossima progettazione un impianto complesso. Deliceto, infatti, può ricevere fino a un massimo di 30 t/d nel suo stabilizzatore, a fronte delle 22 prodotte da San Severo.

A margine del definitivo fallimento dichiarato dalla società Amica, con l’Amiu di Bari che ne sostituirà il servizio di raccolta ed igiene urbana, secondo Pasquale Pazienza, Assessore alle attività produttive e all’ambiente di Foggia, dovrebbe essere un’esperienza da imitare. Sia come Know How, che come impianto pilota. Osservazione condivisa da Russo, Assessore all’ambiente ed energia di Foggia. Resta ancora aperto il problema sulla mancanza di impianti di trattamento della differenziata.

(a cura di Ines Macchiarolainesmacchiarola1977@gmail.com)


Slide



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi