Manfredonia

Stato depuratori pugliesi, De Leonardis interroga

Di:

De Leonardis (st - archivio, assemblea costituente UdCAP)

Foggia – “LE notizie inquietanti che si stanno succedendo in questi giorni, confermate dall’Agenzia regionale per l’ambiente Arpa, e i gravi rischi di inquinamento ambientale ignorati nonostante ripetuti allarmi, spingono a interrogarsi non solo sulla reale situazione del depuratore di Foggia ma di tutti gli impianti pugliesi: è arrivato allora il momento della verità, per proteggere la salute di quanti vivono e transitano nella nostra regione, per garantire la genuinità dei nostri prodotti e salvaguardare agricoltura, ambiente, turismo, l’intera nostra economia e per fare il punto sull’attendibilità, sulla tempestività e sull’efficacia dell’operato degli organi e delle strutture deputate al controllo”.


Giannicola De Leonardis, presidente della settima Commissione Affari Istituzionali della Regione Puglia, ha presentato oggi un’interrogazione urgente a risposta scritta all’assessore all’Ambiente Lorenzo Nicastro per conoscere, “impianto per impianto, lo stato in cui versano tutti i depuratori in Puglia”, per “scongiurare qualsiasi rischio per l’incolumità di cittadini e animali”, per “evitare che la diffusione di notizie allarmanti possa scatenare panico utilizzato in maniera strumentale”, per riflettere su “opportunità, costi e benefici della società controllate di Acquedotto Pugliese chiamate a un compito delicatissimo, ma dai risultati sconcertanti come appurato ormai per l’impianto foggiano”. E per sapere “quanti controlli da parte di operatori e tecnici dell’Arpa hanno fatto emergere anomalie nel recente passato, quali azioni hanno fatto scaturire e quali interventi in tempi rapidi la giunta intenda adesso adottare per scongiurare una possibile emergenza ambientale” la conclusione di De Leonardis.


Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi