Regione-TerritorioStato prima
A cura dei finanzieri del Comando Provinciale di Roma

Stroncato network società facchinaggio, frode 45 mln

L’organizzazione criminale, basata su una rigida suddivisione dei ruoli, aveva al suo vertice quattro soggetti di origine campana

Di:

Roma – OLTRE 40 finanzieri del Comando Provinciale di Roma unitamente a decine di colleghi di altre 10 province, hanno dato esecuzione, nel Lazio, in Toscana, in Veneto, in Emilia Romagna e Campania a decine di sequestri di conti correnti, quote societarie e beni immobili per un controvalore quantificato in oltre 22 milioni di euro.

L’organizzazione criminale, basata su una rigida suddivisione dei ruoli, aveva al suo vertice quattro soggetti di origine campana, amministratori di aziende di rilevanti dimensioni con appalti su tutto il territorio nazionale per la fornitura di mano d’opera (facchini, operai, call center, ecc.), arrivati a gestire più di 2.000 dipendenti. Lo schema fraudolento era quello di creare – avvalendosi di teste di legno – cooperative e/o s.r.l. con una “vita media” di tre o quattro anni, fatturando regolarmente gli elevati ricavi ma “dimenticandosi” di versare qualsiasi tipo di imposta (iva, ires, irap, ritenute d’acconto, contributi inps e oneri sociali), frodando così, non solo il Fisco per 45 milioni di euro ma anche migliaia di lavoratori.

Redazione Stato

Stroncato network società facchinaggio, frode 45 mln ultima modifica: 2014-11-19T12:09:02+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi