Manfredonia
Come si legge sull’ultimo numero del periodico diocesano “Voci e Volti”

Diocesi: Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo, il 28 novembre mons. Castoro dà inizio alla visita pastorale

La prima comunità parrocchiale a essere visitata, ad inizio dicembre, sarà quella di S. Maria Madre della Speranza, istituita nel 2011 a Foce Varano, frazione di Ischitella (Fg)

Di:

19 novembre 2016 @ 10:21. Sarà la celebrazione eucaristica che l’arcivescovo di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo, monsignor Michele Castoro, presiederà in cattedrale, lunedì 28 novembre alle 17, a segnare l’inizio ufficiale della visita pastorale alla diocesi. Come si legge sull’ultimo numero del periodico diocesano “Voci e Volti”, “l’arcivescovo si accinge a compiere la sua prima visita pastorale alla nostra antica Chiesa” per “promuovere in modo particolare la pastorale dei giovani, delle famiglie, del lavoro, della missione dei laici, confidando nella comunione delle famiglie”. Per questo, monsignor Castoro “vuole incontrare tutta la comunità diocesana, che in questi anni ha conosciuto, avvicinato e incontrato in forme diverse, col desiderio paterno di vedere le persone e gli organismi ecclesiali, incoraggiare, ascoltare, capire, sostenere, verificare, volere bene, benedire”. “E visiterà – si precisa – con rispetto e disponibilità, anche enti e istituzioni non ecclesiali che lo desidereranno”. La prima comunità parrocchiale a essere visitata, ad inizio dicembre, sarà quella di S. Maria Madre della Speranza, istituita nel 2011 a Foce Varano, frazione di Ischitella (Fg). Nella preghiera composta per l’occasione, monsignor Castoro invita a pregare affinché la visita pastorale “risvegli in noi il senso di appartenenza alla santa Chiesa, la nostra dignità di cristiani, il nostro impegno di membra vive, operose e sante del tuo Corpo mistico”.

(http://agensir.it)



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • Il più ciclopico deposito di Gpl delL'europa in zona ad alto rischio sismico.

    Invito S.E. Vescovo Castoro a rafforzare l’impegno a difesa della sicurezza e serenità del gregge sipontino, non appena sia possibile di informare Sua Santità il Papa affinchè possa interevenire presso la Presidenza della Repubblica e del Consigli affinchè possano intervenire e porre fine per sempre agli incubi della cittadinanza sipontina.


  • pecora del gregge

    Dio ci assista! Nella nostra città è in atto un furibondo regolamento di conti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati