Manfredonia

Gac Manfredonia, finanziamento ammissibile. Richiesti 2,3 milioni

Di:

Il sindaco Riccardi e l'assessore alle attività produttive A.Angelillis, attuale vice-presidente del Consorzio Mercato, prossimo alla messa in liquidazione e commissariamento (ST)

Manfredonia – PUBBLICATA sul BURP n.194 del 15 dicembre 2011 la graduatoria provvisoria dei progetti ritenuti ammissibili a finanziamento in relazione al Bando per lo sviluppo sostenibile delle zone di pesca del Programma operativo Fondo Europeo della Pesca 2007-2013 – Asse IV – Misura 4.1. La valutazione di merito è stata effettuata dal Gruppo di lavoro preposto.

I Piani di Sviluppo Costiero saranno finanziati fino all’esaurimento delle risorse finanziarie a disposizione. La graduatoria suddetta è stata approvata con la determinazione dirigenziale n.188/2011 del Servizio Caccia e Pesca.

Si ricorda che su proposta del Comune di Manfredonia, quasi un anno fa, si insediò il Comitato promotore del Gruppo di Azione Costiera denominato “Gac Gargano Mare”. Ne fanno parte gli assessori delegati dei Comuni di Manfredonia, Margherita di Savoia, Mattinata, Monte Sant’Angelo, Vieste e Zapponeta, e i presidenti di Agci Agrital, Federcoopesca, Federpesca Puglia e Lega Pesca. I 78 punti totalizzati dal “Gargano Mare” di Manfredonia lo hanno portato nella prima posizione della speciale graduatoria, con il Gac Mare degli Ulivi di Bari. L’importo totale richiesto è di 2.362.666,67 euro, di questi 1.970.000 con fondi pubblici. Seguono progetti di Nardò, Castro, Molfetta e Foggia.

Senza dimenticare i debiti milionari del Consorzio Mercato Ittico, sprofondato nell’attuale gestione provvisoria, con aste sfalsate, fitti non pagati al Comune e crediti “illimitati” per commercianti del settore ( Focus Consorzio Mercato) le dichiarazioni dei rappresentanti del Comune dopo il finanziamento: “non c’è dubbio che il nostro obiettivo primario – ha detto l’Assessore alle Risorse del Territorio, Antonio Angelillis – è quello di salvaguardare la nostra categoria, e quando dico ‘nostra’ non lo faccio per caso. Evidenzio, piuttosto, l’impegno unanime da parte delle istituzioni. Abbiamo avvertito tutti l’esigenza di fare squadra, diventando interpreti delle normative europee, per tornare a pescare e continuare nel solco di una tradizione che rappresenta l’essenza della nostra terra”.
Il Gruppo di lavoro ha dato mandato per procedere ad una fase di concertazione con gli eventuali beneficiari, mediante confronto, allo scopo di formulare proposta di modifica o di integrazione dei Piani di Sviluppo Costiero, compreso il piano finanziario, per migliorarne le potenzialità, renderlo maggiormente coerente con i fabbisogni individuati e adeguarlo alle procedure previste. Il Gruppo di lavoro, a seguito della presentazione del Piano di Sviluppo Costiero definitivo, provvederà ad esprimere un parere sullo stesso e si andrà a redigere, successivamente, la graduatoria definitiva.

Pesca. I progetti pilota con impegno somme della Giunta regionale . Focus Trasformazione e commercializzazione prodotti ittici e Misura 3.5 “Progetti Pilota” del Programma Operativo Nazionale 2007-2013 Fondo Europeo della Pesca

Redazione Stato@riproduzione riservata



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • antonio

    Ki ne fara’ parte di questo GAC???????? sempre gli stessi marpioni??????????meditate gente meditate……..altri soldi ……ke spariranno, kome quelli, del FAMOSO MERCATO ITTICO del MEZZOGIORNO……….diceva Toto’ ” ED IO PAGO………………

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi