Foggia
"Non bisogna essere un esperto di diritto o di igiene alimentare per essere certi della violazione di decine di norme"

Commercio, De Pellegrino: Landella sindaco dell’abusivismo

"Il dilagare del commercio abusivo è evidente a chiunque cammini in città, tranne a chi dovrebbe far rispettare leggi e regolamenti"

Di:

Foggia – “IL dilagare del commercio abusivo è evidente a chiunque cammini in città, tranne a chi dovrebbe far rispettare leggi e regolamenti”. Lo afferma il consigliere comunale Alfonso De Pellegrino annunciando la presentazione di un’interrogazione al sindaco Franco Landella per conoscere “quali azioni intenda assumere l’Amministrazione comunale per il pieno ripristino della legalità e la tutela delle attività commerciali regolari e della salute dei cittadini”.

“Le bancarelle sono aumentate di numero e si sono espanse tanto che alcune hanno assunto la dimensione e la struttura di veri e propri negozi – continua De Pellegrino – La gran parte, inoltre, è piazzata in prossimità degli incroci rappresentando un pericolo per pedoni ed automobilisti ed un potenziale rischio per i consumatori che acquistano ortofrutta avvelenata dai gas di scarico delle auto. E poi ci sono quelli arrostiscono le verdure su improvvisate fornacelle piazzate su marciapiedi e slarghi, oppure vendono il pesce esponendolo in cassette piazzate al sole.

Non bisogna essere un esperto di diritto o di igiene alimentare per essere certi della violazione di decine di norme. Eppure l’Amministrazione comunale non interviene; la Polizia Municipale è inerme. Fatto qualche controllo di routine tutto resta immutato, anzi peggiora; perché è diffusa la consapevolezza dell’incapacità, dell’impotenza o, peggio, della mancata volontà di contrastare il fenomeno dell’abusivismo.

Redazione Stato

Commercio, De Pellegrino: Landella sindaco dell’abusivismo ultima modifica: 2014-12-19T18:24:59+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi