Economia

Istat, retribuzioni novembre +1.1%, verso minimo storico

Di:

Roma – SECONDO i dati resi noti oggi dall’Istat, le retribuzioni contrattuali orarie a novembre segnano un aumento dello 0,1% su ottobre, mentre su base annua salgono dell’1,1%. A fine anno si dovrebbe stare intorno all’1,3%. In tal caso si tratterebbe di un minimo storico, il dato più basso dal 1982. “Se vogliamo ridare capacità di spesa alle famiglie italiane e rilanciare i consumi è bene che il Governo si faccia carico di questo problema. Inutile, infatti, dare 80 euro in più al mese se poi le retribuzioni restano al palo ed i contratti non vengono rinnovati” ha dichiarato Massimiliano Dona, Segretario dell’Unione Nazionale Consumatori.

“E’ sconcertante il dato che il 55,6% dei dipendenti è in attesa di rinnovo, specie se si considera che è il Governo a dare il cattivo esempio con gli stipendi dei dipendenti pubblici. Un’attesa per il rinnovo pari a 36,3 mesi, ossia 3 anni, è inaccettabile” ha concluso l’avv. Dona.

Redazione Stato

Istat, retribuzioni novembre +1.1%, verso minimo storico ultima modifica: 2014-12-19T17:26:15+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi