Sport

Basket, Castellana Grotte schiaccia Casa Modena

Di:

newmater

Cerignola – NELL’ANTICIPO televisivo della quarta di ritorno della A1 maschile di pallavolo arriva un altro exploit della Bcc Nep in un match che appariva chiuso, a favore di Modena, dai pronostici della vigilia ed invece rivoltato come un calzino da una formazione pugliese che ha reagito nella maniera migliore ad una settimana resa complicata dalla brutta sconfitta di Perugia che aveva lasciato qualche strascico anche fra la tifoseria.


Un match che ha visto in campo probabilmente la migliore New Mater della stagione, concentrata, agguerrita che ha lottato su ogni pallone alla pari con i più quotati avversari che nulla ha lasciato al caso e che ha visto in grande spolvero tutto l’attacco castellanese, con Sabbi (26 punti totali) e Yosifov (19) in evidenza orchestrato benissimo da un Marco Falaschi uscito sicuramente vittorioso dalla sfida nella sfida con il collega azzurro Baranowicz. Modena non è riuscita ad interpretare bene la gara, nonostante l’ottima prova del solito Celitans, subendo per buoni tratti il gioco avversario, ma gli uomini di Lorenzetti avranno certo modo di rifarsi presto.


LA PARTITA . Lorenzetti, con Kovacevic non al meglio, sceglie Quesque e Deroo in banda con Piscopo e Vesely centrali, Celitans in diagonale con Baranowicz e Mania’ settimo uomo; sei più uno solito per la New Mater che si affida a Falaschi e Sabbi, Cester e Yosifov, Casoli e Alex Ferreira più Paparoni libero.
Inizio equilibrato con Modena che spinge subito in battuta e Castellana Grotte che risponde bene in ricezione; gli ospiti provano a scappare un paio di volte subito ripresi e squadre che arrivano al tempo tecnico con la battuta in rete di Ferreira, 7-8; un punto avanti Modena anche alla seconda pausa grazie al francese Quesque, ma l’attacco castellanese tiene alte le propri percentuali grazie ad un ottimo gioco dal centro, Yosifov 6 su 6, ed all’ottimo avvio di Sabbi che fa 8 su 10 in attacco. La gara sale di livello nella parte finale del set , l’ace di Vesely riporta a + 2 gli ospiti, 20-22, ma Yosifov ed il muro di un ottimo Falaschi impattano sul 23 pari. Gulinelli gioca la carta Dolfo in battuta e fa bene perchè lo schiacciatore veneto trova l’ace per il primo dei set ball a favore dei pugliesi che riescono a chiudere con grande lucidità e concretezza in attacco (73%) il primo parziale 27-25 col contrattacco di Giulio Sabbi.


Speculare al precedente il secondo set con Modena che arriva prima al tempo obbligatorio, 7-8, ed al secondo, 15-16 con Deroo; Celitans e Sabbi si sfidano a suon di schiacciate ed il laziale di Castellana Grotte non sfigura contro il cannoniere del torneo; ai 9 punti del primo Sabbi aggiunge i 6 del secondo in una partita sentitissima che aumenta di tono con qualche indecisione arbitrale ; un muro fuori modenese viene chiamato in ed il vantaggio va agli ospiti, 18-19, di rabbia Yosifov reimpatta a 20 ma l’errore in attacco di Cester consegna il set ball agli ospiti che lo sfruttano al secondo tentativo con Vesely, 23-25, fra i migliori dei suoi.


Alla ripresa reagisce bene la Bcc Nep che con Sabbi e Ferreira cominciano a trovare qualche contromisura a muro; proprio il punto in block del portoghese su Celitans manda i gialloblù pugliesi al massimo vantaggio , 13-10, ma Celitans decide di estrarre dal cilindro anche la battuta e brekka i pugliesi con due vincenti dai nove metri, 14-16. La sfida fra giovani palleggiatori azzurri stimola di più Falaschi che a muro riprende gli avversari, 18-18. Anche Gulinelli ci mette del suo in una partita diventata appassionante; Krumins rileva Casoli per la battuta e si prende un ace importantissimo per l’economia del set, 22-20. Gli risponde Deroo con l’ennesimo nastro che trasforma in vincente la propria battuta, 22-23 , ma la New Mater appare più che mai determinata e risponde prontamente con l’infallibile Yosifov, che prima guadagna il set ball, 26-25, e poi restituisce con gli interessi il nastro agli avversari, servendosene dal servizio per chiudere 28-26.


La conquista del set galvanizza gli uomini di Gulinelli che partono subito forte nel quarto set con due ace di Falaschi; Lorenzetti getta nella mischia Kovacevic per Deroo ma il serbo non da la scossa sperata. E’ Celitans che si incarica di tenere in partita i suoi con tre punti consecutivi vanificati però da due errori consecutivi dei suoi compagni che danno il doppio vantaggio ai padroni di casa, 6-4. Sabbi e Yosifov, sempre serviti da un ottimo Falaschi, diventano infermabili in attacco ma è tutta la squadra che gira a mille una volta prese le misure agli avversari. Sull’11-5 rientra Deroo per Modena ma la Bcc Nep non fa regali e mantiene sistematicamente il cambio palla . L’ultimo ad arrendersi e’ Celitans ed il turno alla battuta di Casadei , entrato per Quesque, riesce solo ad ammorbidire solo il verdetto finale sottoscritto da Viktor Yosifov che cede per una inezia il titolo di Mvp a Giulio Sabbi. 25-20.


LE DICHIARAZIONI
. Flavio Gulinelli, Bcc Nep: “Devo far i complimenti ai ragazzi perchè hanno reagito da grande squadra ad una settimana difficile. Siamo riusciti a dimostrare prima di tutto a noi stessi che possiamo giocare alla pari con le grandi squadre. E’ stata una partita di grande intensità vinta meritatamente ma adesso dobbiamo dimostrare la stessa continuità nella partita della prossima settimana con Verona. ”


Michele Baranowicz, Casa Modena: “Non è stata una settima a facile per noi ma credo che abbiamo fallito l’approccio alla partita. Complimenti ai nostri avversari che hanno lottato palla su palla e ci hanno messi in difficoltà. Sulle questioni tecniche ne discuteremo col mister.”

Tabellini.
BCC-MODENA – 3-1 (27-25, 23-25, 28-26, 25-20) durata 27′, 26′, 30′, 26′. Totale 109 minuti.


BCC-NEP CASTELLANA GROTTE: Falaschi 5, Sabbi 26, Yosifov 19, Cester 8, A. Ferreira 10, Casoli 7, Paparoni (L), Dolfo 1, Krumins 1. Non entrati Menzel, Elia, Ricciardello, M. Ferreira. All. Gulinelli.
Batt sb 20, ace 7, ric pos 57%, prf 39%, attacco 62%, muri 10


CASA MODENA: Deroo 12, Celitans 22, Vesely 12, Kovacevic 0, Baranowicz 3, Piscopo 3, Manià (L), Quesque 14, Casadei 2 . Non entrati Pinelli, Catellani, Bossi. All. Lorenzetti.


Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi