Politica

Pdl, Cosentino ‘sub judice’, B.: fuori Scajola, forse Papa e Milanese

Di:

Cosentino - Papa (archivio, Tg.sky24@)

Roma – “ABBIAMO chiesto anche a Cosentino di fare lo stesso atto di generosità anche se a fare queste richieste ci sentiamo male perché sono fatte a persone che stimiamo che sono perseguitate dai giudici.Ancora non posso dire se è fuori. La sua posizione è ancora sub judice”. E’ quanto ha detto l’ex premier Silvio Berlusconi a ‘L’Intervista’ su SkyTg24, come riportato dall’ANSA.


“Dell’Utri e Scajola” sono sicuramente fuori dalle liste, “probabilmente anche Milanese e Papa”. Quanto a Cosentino, la sua posizione è “ancora sub iudice’, dice Berlusconi. “Non mi faccia rispondere su questo fatto. Scajola ha fatto una dichiarazione, dicendo di volersi sottrarre ad un giudizio. E’ stata una sua scelta, direi generosa, di non candidarsi”. “Non intendo ritirare la mia candidatura”. E’ la risposta del deputato campano del Pdl Alfonso Papa.


“Quello che afferma Monti è disdicevole e lontano dalla realtà. L’Italia sull’orlo del baratro? Una mascalzonata. L’Italia sul baratro ce l’ha portata lui con il suo governo dei tecnici”, ha detto Berlusconi. “Gli incapaci? Si riferiva, evidentemente, ai ministri del suo governo”.

“Se vinciamo il premier sarà Angelino Alfano. E la Lega? Dipende dai risultati. Io scommetto tutto sul mio partito perché soltanto con una maggioranza certa si possono fare le riforme”, ha detto ancora l’ex premier Berlusconi.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi