FoggiaManfredonia
Fonte Agensir

Migranti: Cavallini “A Borgo Mezzanone l’accoglienza è una prassi normale”

Di:

Foggia. “A Borgo Mezzanone, ‘piccola Lampedusa’ del Tavoliere, dove vive una comunità che incarna la fede al servizio degli ultimi, ho capito che noi facciamo troppo poco per cambiare la realtà che ci circonda”. Lo afferma Alberto Cavallini, direttore di “Voci e Volti” (Manfredonia-Vieste-S.Giovanni Rotondo), in un articolo pubblicato sull’ultimo numero del mensile nel quale presenta l’esperienza di accoglienza che si sta vivendo a Borgo Mezzanone (Fg). “Solo nella struttura Cara, ci sono circa 1500 persone di diversa provenienza, più almeno altri 1.000 migranti che o sono usciti dal Cara o che qui sono giunti per lavoro e che vivono in un campo-baraccopoli”, scrive Cavallini, evidenziando che “si tratta di immigrati prevalentemente di passaggio, ma anche resisi stabili” mentre “i residenti sono circa 500 cittadini italiani”.

“A Borgo – prosegue – l’accoglienza è una prassi normale, quotidiana, fraterna, tanto da far della piccola borgata ubicata nel cuore del Tavoliere e dei suoi abitanti una peculiarità generosa” che si è dimostrata “un ‘timone’ che fa bene la sua parte, ed è notevole, nell’accoglienza”.

Per Cavallini, “è una parrocchia di frontiera, quasi oserei dire di missione, che pratica quotidianamente e attivamente la relazionalità umana perché il messaggio cristiano è relazione e l’attenzione al prossimo è fondamentale”. “Qui tutti collaborano nell’accoglienza e nella integrazione”, osserva il direttore, presentando due delle iniziative attivate: una scuola di alfabetizzazione organizzata dalla Caritas parrocchiale e la Casa Speranza per una prima immediata accoglienza di immigrati giunti a Borgo. “Sono due segni collocati nell’indifferenza della società contemporanea nei quali si può scorgere l’essenza dell’essere cristiani e che stimolano qualche inversione di marcia”, conclude Cavallini.

fonte
agensir.it



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi