Foggia
Quando si uniscono forze, idee e competenze si ottengono risultati inimmaginabili che solo lo spirito di collaborazione, al di là dei personalismi, può realizzare

Consegna Arredi Parco Giochi Scuola “Parisi-De Sanctis”

Non esiste merito, creatività, contributo, sogno, invenzione individuale che non trovi forma e convalida attraverso le relazioni

Di:

Foggia. Quando si uniscono forze, idee e competenze si ottengono risultati inimmaginabili che solo lo spirito di collaborazione, al di là dei personalismi, può realizzare. Quello che fino a ieri era un luogo anonimo ed abbandonato dell’Istituto Comprensivo “Parisi-De Sanctis”, oggi, seppur ancora incompleto, è diventato un parco giochi, grazie alla consegna dei primi arredi, donati dal Lions Club Foggia Host ed installatiSabato 19 marzo 2016, in una splendida mattinata di sole,alla presenza dei rappresentati del Lions Club Foggia Host, del Dirigente Scolastico dell’Istituto Parisi-De Sanctis, dott. Alfonso Rago, delle scolaresche, delle insegnanti e dei partner di progetto: Comitato genitori “Parisi-De Sanctis”, Associazione di Volontariato G.A.A.S. e Cooperativa Sociale Scurpiddu.

Quanto partito nel lontano 2011, su un piano idealistico, con il progetto “Missione L.e.D. – Legalità e Diritti”, che attraverso un percorso di progettazione partecipata con i bambini della scuola condusse all’idea di trasformare l’area in un parco giochi aperto a tutti i bambini dei quartieri settecenteschi, oggi acquisisce una sua prima dimensione concreta, fatta di un’altalena, uno scivolo ed una giostrina. “Quella che un paio di anni fa credevo fosse un’impresa folle, un’utopia, oggi sta diventando realtà. Insieme siamo riusciti a realizzare questo sogno che comincia a materializzarsi. Ciò dimostra che la partecipazione dal basso, il connubio con il volontariato ed il terzo settoresono le nuove armi della scuola per combattere l’ovvio, la rassegnazione e la trascuratezza delle istituzioni” – ha dichiarato il Dirigente scolastico, Alfonso Rago.

Prossimo step sarà l’acquisto della pavimentazione anti-trauma da collocare sotto i giochi acquistati dai Lions Club. Grazie alla visibilità data al progetto dalla piattaforma School Raising, che per diversi mesi ha ospitato il progetto, ed all’organizzazione di numerosi eventi di Raccolta Fondi offline ed online, organizzati in questi anni dai partner di progetto, si è raccolta la somma di € 2.709,71, ancora insufficiente però per l’acquisto di ulteriori giochi, la sistemazione dei due cancelli di accesso al cortile, l’installazione di un sistema di video sorveglianza e di illuminazione, nonché di un sistema di copertura per esterni.

Il tutto sarà propedeutico ad una messa in sicurezza definitiva che potrà consentire l’apertura dello spazio ludico anche al Quartiere, attraverso l’autogestione da parte del Comitato dei Genitori nelle Domeniche, nelle festività o comunque in orari extrascolastici, sulla base di un regolamento di gestione che sarà condiviso con il Comune di Foggia ed il Consiglio d’Istituto della scuola.
A riguardo la scuola, in collaborazione con la Cooperativa “Scurpiddu” e l’Accademia di Belle Arti di Foggia, ha partecipato nel Dicembre 2015 all’Avviso Pubblico per la valorizzazione ed il recupero di ambienti scolastici “LAMIASCUOLACCOGLIENTE”, promosso dal MIUR, di cui si attende ancora l’esito, che prevede per l’appunto il recupero del cortile da adibire a parco giochi e la realizzazione di un parco artistico da realizzarsi nel più ampio cortile dell’Istituto. In tal senso questo primo obiettivo rappresenterebbe un’importante quota di co-finanziamento per rendere la scuola un polo artistico e ludico per tutto il quartiere.

Come ha sottolineato Benvenuto Grillo, Presidente della Coop. Soc. Scurpiddu “dietro un progetto ambizioso, che oggi comincia a radicarsi nella realtà mettendo il suo primo mattone, c’è il lavoro di tante persone, il desiderio di apertura al territorio di una scuola e di un Dirigente scolastico, la speranza di genitori che sognano il meglio per i propri figli, la pazienza di instancabili operatori scolastici, indispensabili per tenere aperta la scuola nei giorni festivi ed organizzare gli eventi di animazione e raccolta fondi, la tenacia di gruppi organizzati in associazione per raggiungere un obiettivo comune, la competenza di progettisti, educatori, architetti ed esperti di progettazione partecipata che hanno guidato il percorso e la campagna di raccolta fondi, la fiducia e l’imprevedibile supporto di cittadini, amici e sconosciuti, che hanno creduto nel progetto e lo hanno sostenuto con libere donazioni, la sensibilità di enti ed organizzazioni come il Lions Club Foggia Host che con impegno hanno raccolto fondi per i bambini dei Quartieri Settecenteschi.“

Non esiste merito, creatività, contributo, sogno, invenzione individuale che non trovi forma e convalida attraverso le relazioni. Questa è la grande consapevolezza di questo lungo percorso, che ha ben più valore della mera realizzazione del parco giochi. Senza l’Altro, non possiamo nulla. Ed è con siffatta certezza che continueremo a lavorare, passo dopo passo, raggiungendo anche i prossimi obiettivi, che ci consentiranno di arricchire il parco giochi e renderlo fruibile a tutti i bambini del quartiere.

(Anna la Cecilia
Associazione G.A.A.S.
Cooperativa Sociale Scurpiddu)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi