BATStato prima
Autrice del servizio Nadia Toffa con l'aiuto di un complice

Bimbi e bimbe si prostituiscono a Bari. De Caro “Devastante”

Al termine del servizio, Nadia Toffa racconta che i Servizi Sociali del luogo, con la Polizia locale, sono intervenuti nei posti indicati

Di:

CLICCA QUI PER IL VIDEO – “BAMBINI IN VENDITA A BARI”

Bari, 20 marzo 2017. “E cosa fai?”. “Faccio questo” (e si tocca). “O questo. Bocca. Tu soldi“. Servizio shock dei giornalisti del programma televisivo “Le Iene”, riguardante un giro di prostituzione minorile lungo le strade di Bari. Coinvolti, con la complicità dei familiari, bambini e bambine di 8,10,12 anni. Autrice del servizio Nadia Toffa con l’aiuto di un complice. I fatti si svolgono nei pressi delle strade dello stadio. “. Bambini al di sotto dei 16 anni raccontano atteggiamenti sessuali impensabili per quell’età: in un giorno guadagnano 20 o 30 euro e quando viene chiesto loro cosa ci fanno, rispondono che vanno a mangiare oppure si comprano qualche vestito. “I clienti, sia uomini che donne, sono tutti italiani”.

Al termine del servizio, Nadia Toffa racconta che i Servizi Sociali del luogo, con la Polizia locale, sono intervenuti nei posti indicati. Ma la situazione sembra purtroppo destinata a rimanere critica.

Prostituzione bimbi:Decaro, è devastante. (ANSA) – BARI, 20 MAR – “Se fossero vere le cose che raccontavano quei bambini, spero che gli orchi che si avvicinano a loro e le famiglie di quei bambini che li hanno abbandonati, possano marcire per sempre in galera sulla base dell’inchiesta che magistratura e forze dell’Ordine stanno portando avanti. Lo dico da sindaco, da uomo e da padre”. Così il sindaco di Bari e presidente dell’Anci, Antonio Decaro, commentando con i giornalisti il servizio in cui ‘Le Iene’ hanno mostrato alcuni bambini, rom e bosniaci, salire a bordo di un auto per prostituirsi con un adulto. “Sentire parlare quei bambini, da padre di due bambine – ha sottolineato – assicuro che è devastante”. “Così come è devastante, se fosse vero che ci sono famiglie che sfruttano i bambini e sono consenzienti. Con queste famiglie diventa difficile il lavoro dei servizi sociali”.

Inferno allo stadio San Nicola, Longo: “Tutte le istituzioni hanno il dovere di intervenire”. “Interventi immediati a tutela dei minori rom e baresi che sono finiti loro malgrado nell’inferno della prostituzione attorno allo stadio San Nicola e, probabilmente, anche in altre zone periferiche di Bari”, è quanto in una nota chiede il vicepresidente del Consiglio regionale pugliese, Peppino Longo a commento del servizio televisivo delle Iene.

“Ringrazio i giornalisti che ancora una volta hanno scoperchiato un fenomeno tanto odioso quanto insopportabile e intollerabile, ma ora spetta all’intera comunità far sì che alla sacrosanta inchiesta giudiziaria in corso si affianchino azioni di prevenzione e repressione. Il rischio è infatti che sfruttatori e orchi pedofili spostino semplicemente il mercato dell’orrore in altri aree isolate approfittando di una tolleranza che non ha mai avuto ragione d’essere. Chi si è direttamente macchiato di colpe di indicibile gravità – eventuali sfruttatori e pedofili che hanno approfittato – deve pagare un conto salatissimo con la giustizia, ma tutte le istituzioni hanno il dovere preciso di intervenire affinché il nome della città di Bari non sia più accostato a tali orrori e affinché la tutela dei minori, di qualsiasi nazionalità e provenienza essi siano, diventi principio fondante delle regole di vita quotidiana”.

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
5

Commenti


  • L'ITALIA LA NAZIONE PIU' CORROTTA/DEPRAVATA E DEVIATA PSICOSSESSUALMENTE DEL MONDO!

    Orchi di qualsiasi ceto e categoria sociale…davvero orrendo, neanche nelle favelas di Rio de Jaineiro si trova cotanto orrore! Porci, depravati e maiali non sono solo gli orchi dediti a queste nefandendezze ma anche il sistema dei burattinai che permette tutto ciò! Fa comodo far entrare i bambini, i fratelli africani da schiavizzare, le sorelle africane da far prostituire, i bambini da martoriare, struprare e chissà quali altri orrori!! I fratelli africani da scegliere tra i superdotati e da sfruttare per soddisfare le velleità segrete sessuali di una folta schiera di Italiani e Italiane!!


  • Stufo

    La magistratura, gli inquirenti, le autorità locali che cazzo fannno? Nulla!!


  • DIO E' MORTO

    al termine del servizio non prima…vergognatevi! E sua Santità Papa Francesco e il Presidente della Repubblica non dicono niente in merito? Speriamo arrivi quanto prima un asteroide che ci faccia saltare tutti in aria..tutto il pianeta!


  • giofarba

    VERGOGNA- dove sono adesso le istituzioni, la boldrina, il presidente della repubblica, la magistratura,il vaticano, le forze dell’ordine. O forse conviene a tutti stare zitti vista che si parla di clienti facoltosi e insospettabili?


  • Barbara

    E’ orribile cosa si arriva a fare per soldi a vendere i propri figli, credo che abbiamo toccato proprio il fondo, e quegli uomini e donne che hanno il coraggio di guardare in faccia quei bambini e abusarne e li rovinano per sempre spero che vi capiti quanto di peggio possa succedere nella vita e solo quando soffrirete tanto. forse capiteree vi ricorderete le sofferenze che state arrecando, vergognatevi i bambini non si toccano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This