Manfredonia
"Pronti ad iniziare una nuova era per l’igiene ed il decoro urbano di ‪Manfredonia"

Manfredonia, Italo Magno: ASE, ritardi e tanta retorica

"Non poteva che essere così, risultato storico in una sola giornata, immaginiamo nell’intero arco dell’anno ed in un intero lustro"

Di:

Manfredonia. ”E’ partito ufficialmente il servizio di raccolta differenziata porta a porta, pronti ad iniziare una nuova era per l’igiene ed il decoro urbano di ‪Manfredonia,‬ che si adegua ai migliori standard europei di qualità. Questo dice, in una nota stampa l’ASE di Manfredonia, precisando, al ritmo dei tamburi, che “Dopo una lunga e faticosa giornata, giungono notizie positive ed incoraggianti su diversi fronti per i cittadini di Manfredonia… Nel primo giorno di espletamento del servizio e per la prima volta nella storia della città, hanno fatto registrare il conferimento di circa 4 tonnellate di umido, pronto con il riciclo in filiera a non finire in discarica ma a trasformarsi da problema in opportunità economica ed ambientale. Un risultato importante che premia un sempre più crescente senso civico ed impegno dell’utenza. Chi ben comincia è a metà dell’opera ‪#‎differenziamoci”.

Non poteva che essere così, risultato storico in una sola giornata, immaginiamo nell’intero arco dell’anno ed in un intero lustro. Aveva ragione il grande informatico americano, Alan Kay “Il modo migliore per prevedere il tuo futuro è crearlo”. E, accidenti, qui davvero il futuro si sta costruendo pezzo per pezzo e la storia è qui, in questo manipolo d’inventori, scelto nella migliore nidiata esistente sotto il cielo, e tutto ciò che si sta facendo trasuda materia grigia ed ha un brillio di stelle

Questo ho detto e ridetto ai tanti uomini e, soprattutto, donne che si lamentano che loro non ci hanno capito niente, che i mastelli sono ingombranti e in una casa piccola neanche vi entrano, che se li lasciano fuori e vengono portati via da ragazzacci pensano di doverli poi comprare a loro spese, che se si sbagliano nel conferire i rifiuti verranno multati, che se debbono lasciare casa non possono aspettare l’arrivo degli operatori, e tante altre tante cose ancora dicono, per lamentare l’inadeguatezza, se non il modo di proporre il servizio, almeno nella comunicazione.

Non li ho convinti e a momenti se la prendevano con me, perché, dicono, tu sei consigliere comunale e quindi anche tu sei responsabile della confusione che sta creando la raccolta dei rifiuti. E non basta la retorica a dipingere di blu un servizio difficile, terribilmente difficile, che bisogna affrontare con la dovuta umiltà, piuttosto che con l’enfasi messa in campo, che ha fatto sobbalzare perfino Renzi, il quale, nel raccontare smodatamente le sue panzane, pensava non aver rivali in tutto il mondo.

Una cosa mi preme segnalare però. Se togliete tutti i cassonetti e le campane, un turista che voglia conferire i suoi rifiuti, stretti in una busta, cosa deve fare? Non potendo aspettare che arrivi il suo turno di raccolta, è autorizzato a lanciare il suo involto schifoso nella prima stradina che incontra, come sta succedendo a San Giovani Rotondo, dove la periferia e la campagna circostante sono costellate di sacchetti d’immondizia?

Allora, un consiglio mi sento di dare, con spirito costruttivo ai responsabili dell’ASE, che così strenuamente stanno attivandosi per raggiungere l’obiettivo di un migliore utilizzo dei rifiuti: usate la pazienza, la tolleranza, soprattutto l’umiltà. Ed invece di richiamarvi trionfalmente al grande informatico americano, rileggetevi le bellissime pagine di don Lorenzo Milani, che riusciva ad insegnare anche agli “asini”.

(Italo Magno – consigliere comunale di Manfredonia Nuova)



Vota questo articolo:
10

Commenti


  • Silenzio assoluto

    E le stelle stanno ad… osannare.


  • Gigi

    Caro professor sei pieno di retorica dalla testa ai piedi . Non riesci a mettere su un progetto concreto o un suggerimento valido. Quando diventerai non dico sindaco perché non lo sarai mai, ma adulto, allora capirai quanti problemi si affrontano per realizzare progetti. Ma tu cosa vuoi capire sei cresciuto a braccietto di mamma STATO . Continua a leggere a fare comunicati e corsi tanto la fine del mese arriva .


  • Michela

    Cita pure don Milani, questa ….


  • Filippo5St

    A casa mia abbiamo imparato subito a dove buttare bene


  • Er monnezza


  • antonella

    Gigi, se il professore Magno avesse voluto seguire la carriera politica sarebbe diventato sindaco, e a quest’ora, anche senatore della repubblica, invece ha scelto di seguire la via dell’insegnamento sai perché? te lo spiego io, per fare in modo che anche degli asini patentati come te e il tuo degno compare che si
    nikka michela, poteste comprendere gli
    insegnamenti del Don milani.


  • Michela

    Si Antonella hai ragione, a quest’ora il tuo professore poteva essere tuttalpiù il cavallo senatore, come quello di Caligola. Tu purtroppo sei esperta in letteratura ,citi Dante come nessuno al mondo,persino Benigni ti fa un baffo, e scrivi Piazza d’uomo, quindi presumo,anzi ne sono certa che tu non conosca Caligola. Per cui ti do un motivo in più per allargare il tuo orizzonte un po ristretto. Un consiglio abbandona quella posizione prona imbarazzante per tutte noi donne.


  • antonella

    Michela, tu una donna? Davvero sono entusiasta di saperlo, quindi visto che bazzichi i palazzi della politica di regime, conosci bene tutte le posizioni esistenti oltre a quella prona da te citata, e secondo me la tua conoscenza non va oltre il libro delle posizioni, però non ti giudico credimi, io cito dante mentre tu le posizioni prone, ognuno ha ciò che merita. Tu saluto cara, mi raccomando usa bene la lingua…..italiana.


  • Michela

    Cara Antonella, in realtà non ho capito niente di quello che hai scritto, unica cosa che ho capito che dai lezione di come si usa la lingua. Potresti essere protagonista come insegnante nel nuovo corso che farete alla cooperativa col titolo” USO DELLA LINGUA” . Immagina i manifesti intitolati USO DELLA LINGUA, CON PARTECIPAZIONE STRAORDINARIA DI ANTONELLA. P.S. Antonella come cavia prendi uno più giovane. Ciao


  • antonella

    Povera michela io devo fare i corsi per imparare tu sei maestra in arte e insegni.
    sono sicura che maestra esperta come sei la lingua la usi in tutti i modi, e molto bene, immagino che è cosi che hai fatto carriera politica, grazia alla tua buona ed efficace lingua, mi hanno detto che non hai cervello ma in compenso la lingua …
    Auguri cara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This