Foggia
Le attività investigative hanno permesso di risalire al proprietario dell’area, un imprenditore agricolo della provincia di Napoli ma operante anche a Foggia

Foggia, sequestrato capannone e terreni con migliaia di tonnellate di rifiuti

"Dall’inizio dell’anno questa è il terzo sito sequestrato e per i quali vengono denunciati i responsabili eseguito dai militari del N.I.P.A.F.C. – Gruppo di Foggia"

Di:

Foggia , 20 aprile 2017. A seguito di una intensa attività di indagine ed investigazione, militari dell’Arma appartenenti al Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale e Forestale Carabinieri in forza al Gruppo di Foggia hanno deferito all’Autorità Giudiziaria una persona tale A.F. classe 1943, originario di della provincia di Napoli, per gestione illecita di rifiuti in quanto sono stati riscontrati stoccati in un capannone e nelle aree un tempo adibite a serre, migliaia di tonnellate di rifiuti speciali (eco balle).

Le attività investigative hanno permesso di risalire al proprietario dell’area, un imprenditore agricolo della provincia di Napoli ma operante anche a Foggia al quale sono stati contestati i reati dovuti.

Tutto il sito, composto da terreni agricoli, capannoni e serre , in disuso, sono stati sottoposti a sequestro dai militarti per evitare che venissero stoccati altri rifiuti. Le contestazioni formulate al denunciato sono di gestione illecita di rifiuti in violazione al D.lgs. 152/06.L’attività odierna rientra nella pianificazione eseguita dal Comando Gruppo Carabinieri Forestale di Foggia per il controllo del Territorio e per la prevenzione dei reati ambientali soprattutto nella gestione dei rifiuti.

Dall’inizio dell’anno questa è il terzo sito sequestrato e per i quali vengono denunciati i responsabili eseguito dai militari del N.I.P.A.F.C. – Gruppo di Foggia .

Sono in corso altri accertamenti per individuare ulteriori responsabilità.

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT – RIPRODUZIONE RISERVATA



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This