Manfredonia
A cura di Michele Apollonio

Manfredonia, “Il presidente delle donne”

Di:

Manfredonia. Di gratifiche e benemerenze Pio Longo nell’ormai lunga presidenza del Circolo Unione ne ha ricevute parecchie, alte e prestigiose, ma nella storia del Circolo e probabilmente della città, sarà ricordato come il “Presidente delle donne”. Pio Longo, a lungo direttore generale della Ausl FG, ha infatti avuto l’illuminata consapevolezza dell’evolvere dei tempi, unitamente ad una buona dose di coraggio, di aprire le porte dell’ultra centenario Circolo Unione, per l’appunto alle donne. Fino ad allora, parliamo di un quarto di secolo fa, le donne nonostante il grazioso appellativo di “gentil sesso”, non erano ammesse in quel Circolo che pur aveva, ha, nel nome indicativo sociale l’ammiccante “unione”. E ad affermare ancor più esplicitamente la sua qualità maschilista, si fregiava dell’appellativo di “Circolo dei galantuomini”.

La storia del costume, per fortuna, si evolve e spesso restituisce alla realtà situazioni forzatamente anacronistiche. Come appunto quella che ha caratterizzato gran parte della vita di quello che in ogni caso è stato ed è un riferimento culturale della città. L’occasione per ricordare alcuni degli eventi salienti di quella istituzione, l’ottantesimo compleanno di Pio Longo, proclamato ufficialmente il “Presidente delle donne”. Tra le iniziative realizzate anche quella della intitolazione di una piazza cittadina alle “Donne eroine sconosciute”, quasi un risarcimento per quelle donne che con il loro taciturno ma fattivo sacrificio, hanno contribuito, in assenza degli uomini, a mantenere alto il senso della famiglia. Come grande risonanza nel mondo della scuola e della cultura, ha avuto l’annuale Premio “Sguardo sulla città”, un concorso indirizzato agli studenti e alle nuove generazioni per una approfondita riflessione sulle varie questioni che attraversano la città dalla storia all’ambiente, dal sociale allo sport, dalla legalità ai grandi personaggi. Un modo attivo per calarsi nella realtà cittadina che ha avuto interessanti riscontri.

Più che giustificata la festa che gli hanno dedicato i soci del Circolo in particolare le donne. hanno evidenziato le promotrici consegnandogli la targa ricordo.

Una manifestazione esplicativa del nuovo corso che ha avuto un prologo nella chiesa secentesca di santa Chiara, con un concerto della Corale polifonica “Cesar Franck” diretta magistralmente dal maestro Lucrezia Maria Armiento, e proseguita in una atmosfera gioiosa, nella sede di Corso Manfredi, allietata da musiche e canzoni napoletane interpretate dalla cantante Olga Donnini, accompagnata al piano dal maestro Michele Trimigno.

(A cura di Michele Apollonio, Manfredonia)



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Loggia Scaloria

    Saranno anche stagionate ma queste donne mi attirano, mi affascinano.. Donne eroine, donne di sostanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This