ManfredoniaMonte S. Angelo
A carico di una 66enne una pena residua complessiva da espiare pari a un anno e quattro mesi di arresto

“Abusi edili continuati”, ai domiciliari donna di Monte Sant’Angelo

Al termine delle operazioni gli uomini dell’Arma di Monte Sant’Angelo l’hanno sottoposta alla misura detentiva domiciliare, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria mandante

Di:

Monte Sant’Angelo/Manfredonia, 20 maggio 2017. I Carabinieri della Compagnia di Manfredonia, nello specifico quelli della Stazione di Monte Sant’Angelo, hanno tratto in arresto la 66enne D. N. A. L., in esecuzione di un provvedimento di pene concorrenti emesso a suo carico dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Foggia – Ufficio Esecuzioni Penali, per una serie di abusivismi edilizi totali commessi e contestati negli anni 2006, 2008 e 2013.

A carico della donna una pena residua complessiva da espiare pari a un anno e quattro mesi di arresto, oltre al recupero della pena pecuniaria pari a 50.000 Euro.

Al termine delle operazioni gli uomini dell’Arma di Monte Sant’Angelo l’hanno sottoposta alla misura detentiva domiciliare, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria mandante.

CASERMA DEI CARABINIERI - COMANDO COMPAGNIA DI MANFREDONIA (PH STATO QUOTIDIANO)

CASERMA DEI CARABINIERI – COMANDO COMPAGNIA DI MANFREDONIA (PH STATO QUOTIDIANO)

redazione stato quotidiano.it – riproduzione riservata

“Abusi edili continuati”, ai domiciliari donna di Monte Sant’Angelo ultima modifica: 2017-05-20T20:54:08+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
9

Commenti


  • cittadino

    Abusi fatti da figli di un Dio minore…in ……, di un Dio maggiore….. condonati….. e non condannati ! Purtroppo questa è l’Italia che va….. a scatafascio….

  • solo in zona asi acqua di cristo nessuno vede niente .e’ vergognoso cio che non si vuole vedere . questo perche’ figli di un dio superiore .
    per non dire la grande evasione fiscale partendo dalla tari e finendo alla evasione di iva.


  • Franco

  • Se litalia e’stata costuita senza un criterio di sicureza con tutti i progeti aprovati dai comuni e adeso vogliono fare giustizia con una vechieta che a costruito abusivo .il novanta per cento delle abotazioni in itslia dovrebe essere babuta al suolp prche non sono sismiche per cui sare ero pericolose capito signor goudice una casa costa tutta una vita di sagrifici che adeso e’ diventato un luso averla non e’piu un dirito .se quella dona a costuito abusivo sivede che non aveva molti soldi e li serviva un tetto per ripararsi dale intemperie.la costituzione parla chiaro tutti hanno dirito a una casa perche non tutti celano ?!! Il giudice che ha condanato questo reato ma prima si studia la costiduzione e poi condana…

  • A siponto ci sono 140 case abusive come mai non li butono a terra con un anno e 4 mesi di recusione come hanno dato a quella signora che a costuito a busivo ?la busivismo non e’buono ma per avere un permeso ci vogliono 20anni come sifa in questa purograzia di tangenti per fare prima…e’ coruzione …


  • Delpiero

    Ma chi scrive qua ha la terza media serale.


  • Franco


  • Pako

    Tutti hanno diritto di scrivere il proprio pensiero; l’ importante è che sia sensato. Per quanto riguarda la forma, si sono lamentati anche i proff. universitari per gli studenti iscritti. Quindi un po’ di licenza “poetica” qui non fa male…

  • Avevamo ex amministratori che parlavano anche peggio… Eppure erano laureati…. Roba da vergognarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi