Foggia

Foggia, brevetto tedesco per la ‘Pinerolo’

Di:

Bari, 19 giugno 2014- Questa mattina il Console Onorario della Repubblica Federale di Germania, Avvocato Caterina Calia, alla presenza del Comandante della Brigata “Pinerolo”, Generale di Brigata Stefano Del Col, ha consegnato il Brevetto Sportivo Tedesco (DSA – Detsches Sportabzeichen) al personale della Brigata Pinerolo che ha superato le previste prove sportive.

L’attività è stata organizzata dal comando Brigata, in coordinazione e sotto il diretto controllo del Responsabile per l’Italia del DOSB (Deutscher Olimpischer Sport Bund) e dell’Ente Federale Sportivo ed Olimpico Tedesco, con sede a Francoforte, e ha visto la partecipazione di oltre 30 soldati-atleti appartenenti alle diverse categorie Ufficiali, Sottufficiali, Volontari in servizio permanente ed a ferma prefissata di tutti i reparti della Brigata. Le prove sportive sono 4 decise dal DOSB : salto in alto, lancio del peso, corsa mezzofondo 3.000 metri, prova di nuoto 25 metri. Tali prove riassumono le qualità ginnico-sportive complessive che un atleta deve possedere: acquaticità, potenza esplosiva, velocità, forza muscolare, resistenza.

I parametri minimi per superare ogni singola prova sono tarati in base al genere (maschi/femmina) ed alla età anagrafica, questi vengono rivisti e valutati ogni anno da una commissione tecnico-scientifica (valutazioni di carattere antropologiche, statistiche, esperienze ed analisi mediche) che decide l’eventuale variazione dei parametri per l’anno successivo.
In funzione della prestazione fisica si consegue il DSA (vera e propria onorificenza tedesca) in Bronzo, Argento o Oro a seconda della qualità delle prestazioni, secondo un sistema di calcolo dei punteggi delle varie prove. Al conseguimento del Brevetto viene rilasciato un certificato ufficiale e numerato (Urkunde).

Le Forze Armate Tedesche utilizzano le prove DSA sin dal 1956 quale elemento di valutazione e selezione per il proprio personale in quanto le prove riassumono le qualità fisiche che un militare deve possedere; mentre, la Pinerolo, coinvolgendo il suo personale, ha voluto creare un’ulteriore motivazione al mantenimento degli standard fisici del soldato-atleta del sistema 2°FOD (2° Comando Forze di Difesa) e di sana competizione.

Redazione Stato@riproduzioneriservata

FOTOGALLERY



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi