AttualitàStato prima
Indagine del Nas; ipotesi truffa da 2,7 mln

Vaccino H1N1, indagini su Novartis

Di:

(ANSA) – SIENA, 20 GIU – Un dirigente della casa farmaceutica Novartis è indagato in un’indagine del Nas che ipotizza una truffa da 2,7 mln nell’ambito della fornitura al ministero della Salute del vaccino contro l’influenza A(H1N1) del 2009. La truffa sarebbe legata al risarcimento che lo Stato versò a Novartis, a cui, in seguito al ‘cessato allarme’ pandemia, il ministero chiese l’interruzione della fornitura.

Fonte image: REUTERS/Eric Gaillard

SANITA’: TRUFFA SU VACCINI H1N1, PERQUISIZIONI ALLA NOVARTIS. Ancora una volta la Novartis è coinvolta in uno scandalo che potrebbe aver pesantemente danneggiato il Servizio Sanitario Nazionale. Lo afferma il Codacons, commentando la notizia dell’inchiesta della Procura di Siena che ipotizza una truffa nell’ambito della fornitura al Ministero della Salute del vaccino contro l’influenza A(H1N1).

“Se saranno accertati i fatti ipotizzati dalla magistratura, ci troveremmo di fronte ad un nuovo episodio, dopo quello del farmaco per la vista Avastin, in cui Novartis danneggia la collettività, attraverso un illecito incremento dei costi a carico del SSN – afferma il Presidente Carlo Rienzi – Sarà pertanto inevitabile, in caso di conferma della truffa, una azione legale da parte del Codacons nei confronti dell’azienda, anche attraverso la costituzione di massa degli utenti della sanità pubblica, volta ad ottenere il risarcimento dei maggiori costi inflitti alla sanità italiana”.

L’associazione chiede inoltre oggi al Ministero della salute e all’Aifa di valutare, alla luce della nuova inchiesta aperta dalla Procura, la sospensione immediata della fornitura di farmaci prodotti dalla Novartis e a carico del SSN.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi