Foggia
Per appropriarsi di un borsello uno dei 2 arrestati ha spinto violentemente una donna in terra

Rapina e lesioni, Mobile arresta 2 foggiani

Entrambi gli arrestati, al termine delle formalità di rito, sono stati associati in carcere a Foggia

Di:

Foggia – GLI agenti della Sezione Antirapina della Squadra Mobile, in esecuzione di un’Ordinanza di Custodia Cautelare emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Foggia, ha proceduto alla cattura di Gaetano Gaudiano, di anni 19 e di Luigi Pappalardo, di anni 27, entrambi foggiani ritenuti responsabili, in concorso tra loro, del reato di rapina e lesioni aggravate, in concorso tra loro.

I fatti. Il provvedimento restrittivo è scaturito a seguito delle indagini della Mobile che hanno consentito di accertare che i 2 uomini, lo scorso 8 aprile 2015, hanno individuato un’anziana signora di 75 anni mentre era intenta a fare spese all’interno del supermercato “LA PRIMA” in Via Labriola. Uscita dal supermercato, la donna è stata costantemente seguita da Gaudiano che, percorse alcune decine di metri dall’esercizio commerciale, ha aggredito l’anziana donna strappandole di mano un piccolo borsello nel quale custodiva il proprio cellulare e pochi spiccioli. Per appropriarsi del borsello il malfattore ha spinto violentemente la donna che è caduta rovinosamente a terra battendo il capo sull’asfalto. A quel punto Gaudiano ha raggiunto il proprio complice, Luigi Pappalardo, che lo ha atteso a bordo di un ciclomotore, allontanandosi di corsa.

A seguito della caduta la signora Petrella è stata soccorsa a mezzo di autolettiga e condotta in ospedale dove è stata ricoverata ne reparto di Neurochirurgia dal quale è stata dimessa dopo alcuni giorni di degenza. Entrambi gli arrestati, al termine delle formalità di rito, sono stati associati in carcere a Foggia a disposizione della Autorità giudiziaria.

FOTOGALLERY



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Mario

    L’unica condanna da dare e’ lo stesso danno che ha provocato alla signora: .la testa, solo cosi’, si potrebbe reinserire nella societa’ e, forse, ridargli il giusto equilibrio del ragionamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi