Cronaca
I Monti Dauni dimostrano che ce la vogliano fare

Biccari saluta i Borghi Autentici d’Italia


Di:

Si è chiusa ieri con il “Convivium”, tavolata gigante di condivisione, l’edizione 2017 della Festa Nazionale dei Borghi Autentici d’Italia, che ha visto Biccari (Fg) e tutta la Daunia protagonista dal 15 al 18 giugno di una quattro giorni di incontri, dibattiti, eventi culturali e musica, con un focus particolare sullo sviluppo locale e il turismo nelle aree interne, per celebrare l’anno dei borghi indetto dal Mibact.

Realizzata grazie al sostegno di Pugliapromozione e allo sforzo organizzativo del Comune di Biccari, la Festa ha assunto in questa edizione 2017 un significato ancora più importante, prendendo il via dalla realizzazione, con l’assistenza tecnica dell’Associazione, del “Sistema delle Comunità Ospitali dei Monti Dauni” nell’ambito del progetto “Monti Dauni: valorizzazione integrata delle eccellenze di carattere culturale, religioso, paesaggistico ed enogastronomico” di Pugliapromozione, l’Agenzia Regionale del Turismo della Puglia e cofinanziato dal Mibact.

Importanti i numeri e la partecipazione, 4 convegni e 2 presentazioni di libri con circa 300 partecipanti totali, 7 concerti e 60 espositori di prodotti tipici e street food per un totale di circa 15.000 presenze di piazza, 400 pernottamenti totali, di turisti ed ospiti accolti nelle strutture ricettive del territorio di Biccari e nei comuni dauni dei dintorni, grazie anche al coordinamento logistico della Coop di Comunità e ancora laboratori, escursioni, degustazioni e mostre.

Molte le attività proposte, di approfondimento ed intrattenimento a partire dai quattro convegni, a partire da giovedì 15 giugno l’incontro-dibattito sul tema “Un nuovo pensiero positivo nelle pratiche di sviluppo locale”, tra gli altri intervenuti l’assessore regionale Anna Maria Curcuruto, che ha affermato che “esiste una corsa alla città per poter usufruire dei suoi servizi, ma non è il diritto alla città che deve prevalere, ma il diritto a rimanere a casa nostra, garantendo un nuovo equilibrio nei territori che viviamo. Dobbiamo fare di tutto perché non ci sia il flusso migratorio ma trasmettere i territori alle persone per rigenerare i luoghi che vivono non solo dal punto di vista della rigenerazione urbana, ma anche di quella immateriale. Le nuove città diffuse sono i nostri piccoli borghi”. Sempre nell’ambito delle attività convegnistiche venerdì 16 giugno “Turismi e sfide. Rafforzare l’economia turistica nel quadro di una crescita sostenibile”, che ha visto tra gli interventi quello dell’assessore regionale Loredana Capone, la quale ha affermato che “esiste un forte rischio di spopolamento nei borghi, i Monti Dauni sono un’area interna e per essere definiti oggi area interna, devi avere fortissime fragilità territoriali. La festa BAI può essere l’esempio di come la determinazione possa far uscire un territorio dalle condizioni negative e migliorarsi usando le miglior competenze in campo e creando alleanze. Determinazione significa raccolta e messa in comune di tutte le nostre forze e idee, chi ha determinazione resta nella propria terra e costruisce un progetto condiviso. I giovani devono avere coraggio di fare le cose, di emergere e far emergere i fiori da qualsiasi stato d’animo”. Tra gli ospiti presenti in sala Syusy Blady, protagonista della nota trasmissione tv “Turisti per Caso”, testimonial di un modo attento e non convenzionale di fare turismo, la quale ospite a Biccari per l’intera manifestazione, insieme ad altri 10 giornalisti e blogger provenienti da tutta Italia e dall’estero, hanno avuto modo di apprezzare le bellezze naturalistiche del Monte Cornacchia e del Lago Pescara, conosce la storia del borgo autentico di Biccari e apprezzare i prodotti de.co del territorio come la pizza “a furne apierte”.

Seguitissimi gli incontri con gli autori Franco Arminio con la sua interessante definizione del “turismo della clemenza” e quello con Emilio Casalini, che ha presentato il libro “Rifondata sulla Bellezza”, una riflessione attenta sui tanti modi di fare turismo e su come il nostro paese potrebbe, già nei fondamenti della costituzione, essere fondato sul “bellezza”.
Il presidente nazionale dell’Associazione e sindaco di Melpignano Ivan Stomeo, soddisfatto dichiara che “per la seconda volta i Borghi Autentici d’Italia scelgono la Puglia per l’annuale festa e in particolare scelgono un’area definita interna, dove l’Associazione, grazie al contributo di Puglia Promozione sta sviluppando un nuovo modo di fare turismo, quello del sistema delle “Comunità Ospitali”. La Puglia, rispetto alle altre regioni ha il più alto numero di associati, ciò sta a significare che questa regione, esprime amministratori attenti e sensibili ai bisogni delle proprie comunità, perché essere all’interno della rete dei Borghi Autentici significa mettere le persone al centro del proprio agire amministrativo. Un grazie alla Regione Puglia, ai ragazzi e alle ragazze e ai dirigenti tutti dell’associazione BAI, al Sindaco di Biccari Gianfilippo Mignogna e un GRAZIE particolare alla bella Comunità Ospitale di Biccari”.

Dopo gli approfondimenti la musica è stata protagonista indiscussa della festa delle comunità, in piazza Matteotti, a salire sul palco nelle tre serate della manifestazione, “Bashkimi Kulturor Arbёresh Tallandishat” gruppo musicale arbereshe di Casalvecchio di Puglia, l’orchestra folcloristica romagnola “CosaFolk” da Forlì per uno spettacolo di vero liscio; venerdì 16 è stata la volta dei “Cantori di Carpino”, storico gruppo di musica etnica che rappresenta la pietra miliare della cultura popolare del Gargano. Gran finale sabato 17, con una serata interamente dedicata alla musica popolare salentina, si sono alternati sul palco i piccoli e piccolissimi ragazzi de “I Tamburellisti di Otranto” e l’ormai famosa e sempre apprezzata, anche in ambito regione, “Orchestra Popolare La Notte della Taranta”, che ha infuocato la piazza di Biccari e fatto ballare sindaci e ospiti provenienti da tutta Italia.

E poi ancora apprezzatissimo il concerto degli allievi del Conservatorio dell’orchestra giovanile del Conservatorio V. Giordano di Foggia, all’ombra del bosco del Parco Avventura e le escursioni al Monte Cornacchia e al lago Pescara. Tanti inoltre i laboratori realizzati per grandi e piccini con la collaborazione dell’Ass. Agorart, della Coop Il Dado Gira e le attività all’aperto con la festa degli aquiloni e i voli in mongolfiera, dell’Ass. TuttoFoggiaKiteClub e dell’Ass. sportiva Club Aerostatico Wind&Fire.

Il Sindaco di Biccari Gianfilippo Mignogna, evidentemente soddisfatto della sua Comunità, afferma “esperienza unica, emozionante. Grazie all’Associazione Borghi Autentici, per quattro giorni l’Italia è venuta a vivere Biccari e nei Monti Dauni. Sono stati giorni ricchi di contenuti, di ospiti qualificati e di attività culturali. Tutti insieme abbiamo dimostrato che le Comunità attente alle proprie vocazioni territoriali, capaci di fare rete, autentiche e partecipi…ce la possono fare”.

Associazione Borghi Autentici d’Italia
0524.587185
associazione@borghiautenticiditalia.it
www.borghiautenticiditalia.it
facebook.com/borghiautenticiditalia

Segreteria Borghi Autentici Puglia
349.7261158 – 328.6181018
puglia@borghiautenticiditalia.it
facebook.com/borghiautenticipuglia

Biccari saluta i Borghi Autentici d’Italia ultima modifica: 2017-06-20T09:04:37+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi