Manfredonia
Trascurati i rischi del trasporto GPL e i condizionamenti urbanistici in area Parco

Enzo Cripezzi “Q8/Energas: Foggia come Viareggio?!”

Dopo il ricorso contro il parere VIA, la LIPU interviene presso il MISE

Di:

Foggia. 29 giugno 2009, ferrocisterne cariche di Gas di Petrolio Liquefatto (GPL), entrano nella stazione ferroviaria di Viareggio. Un incidente coinvolge il convoglio con la fuoriuscita dell’idrocarburo che prende fuoco devastando lo scalo ferroviario ma anche le aree abitate che lo circondano. Quell’evento tragico entrerà tristemente nella storia con la sua pesante contabilità di vittime e distruzione. 2016, al Ministero dello Sviluppo Economico è in corso la procedura autorizzativa per il gigantesco impianto di stoccaggio e movimentazione GPL della società Q8/Energas, presso Manfredonia, sul confine del Parco Nazionale del Gargano. Una procedura che fino ad ora fa acqua da tutte le parti, a cominciare dallo scandaloso parere di VIA positivo rilasciato dal Ministero Ambiente. Poi altri pareri sostanziali: quello positivo con prescrizioni del CTR, organismo deputato al vaglio della sicurezza ai sensi delle Direttive comunitarie in materia recepite dall’Italia, oltre a quelli negativi di Regione e Comune, per aspetti urbanistici.

La LIPU evidenzia come i rischi esponenziali derivanti da incidenti rilevanti siano tutt’altro che correttamente valutati! A cominciare dal notevole traffico annuo relativo al trasporto del GPL in uscita dall’impianto: fino a 50 navi gasiere da 2000 tonnellate, 7.300 autobotti da 18 tonnellate, 4000 autocarri da 5 tonnellate in bombole e, in particolare, 200 convogli da 480 tonnellate in 12 ferrocisterne. Quest’ultima movimentazione, per tutte le direzioni, si concentrerebbe nel passaggio obbligato tramite le aree ferroviarie di Foggia, circondate da aree residenziali densamente abitate, inevitabilmente coinvolte in caso di incidente !

A ciò si aggiungerebbe il condizionamento sul piano urbanistico di queste aree contermini ai tracciati ferroviari. Analogamente, l’area del Parco Nazionale del Gargano confinante con l’impianto subirebbe un compromettente e paradossale condizionamento negativo sul piano della gestione territoriale. Dovrebbe essere invece il progetto Energas a sottostare alla strumentazione urbanistico – territoriale rispetto ale necessità dell’area protetta! “Perfino la banale osservazione di Cicogne o di orchidee in zona da parte di gruppi e appassionati – accusa Cripezzi della LIPU -, dovrebbe subire restrizioni e limitazioni in ordine al rischio di incidenti, cosi come l’invasività dell’impianto determinerebbero un pesante effetto detrattore e quindi un depotenziamento nella pianificazione e valorizzazione territoriale sull’area Parco”.

La LIPU è quindi intervenuta con una articolata nota, indirizzata al MISE, significandone risvolti di carattere legale, nonché al Comune di Foggia e all’Ente Parco del Gargano, affinché questi ultimi Enti siano coinvolti nella procedura e in ogni caso affinché Parco e Comune di Foggia assumano posizione in tal senso. Con la stessa nota la LIPU ha sollecitato anche la Provincia di Foggia (Presidente e dirigente Assetto del Territorio). Infatti, malgrado coinvolta nella procedura, la Provincia non pare aver partecipato attivamente alle conferenze di servizi, pur essendo un Ente deputato al governo del territorio coinvolto con il proprio strumento urbanistico (PTCP).

Contro il pessimo parere ambientale rilasciato dal Ministero dell’Ambiente, la LIPU ha recentemente presentato ricorso straordinario al Capo dello Stato, allo scopo di ampliare la sfera di motivazioni da eccepire. E’ di qualche giorno fa la richiesta di Energas, di trasporre il predetto ricorso presso il TAR Puglia. “Invitiamo – prosegue Cripezzi – a sostenere la LIPU in questa impegnativa battaglia legale, e non solo legale. Non possiamo permettere l’ennesima aggressione dopo decenni di vilipendio territoriale”. Una slide riassuntiva dell’appello (vedi su lipucapitanata.it) circola sui canali web e social a sostegno dell’associazione.



Vota questo articolo:
34

Commenti


  • Dea Bendata

    Forse dovrebbe cadere il governo maledettamente renziano per mandare a casa il sign. Menale


  • poli

    C’è far dire, per maggiore informazione, che la devastante tragedia di Viareggio ha visto parzialmente coinvolti parte delle cisterne….. se scppiavano tutte sarebbe stata una immane tragedia….. Comunque niente a confronto del deposito che di intende realizzare qui a Manfredonia e che vedrebbe coinvolta anche Foggia così come giustamente e tragicamente messo in evidenza nell’articolo.
    Occorre coalizzare le volontà popolari e far sentire le proprie voci.
    Qui non c’è da avere fiducia di nessuno atteso che la corruuzione ed il malaffare investe anche gli “abitanti” di note camere….. e ciò avviene quasi giornalmente….


  • Luca

    Ignorante, se leggessi sapresti cosa ha causato l’incidente di Viareggio.
    Sebbene internet, i social network e i forum vi danno la libertà di parlare almeno abbiate il buon senso di non scrivere cavolate. Dove è finita la qualità dell’informazione


  • Manuel

    Il treno a Viareggio è ” deragliato ” il GPL non aveva alcuna responsabilità ! Era contenuto GPL è quello è fuoriuscito ma poteva essere assigeno , ammoniaca , benzina , alcol e altre tremila sostanze infiammabili che quotidianamente viaggiano sulla rete ferroviaria di tutta Italia. Questa la VERITÀ ! Tutto il resto una grandissima e banalissima strumentalizzazione. Per avere la sicurezza totale e scongiurare anche le FATALITA si dovrebbero eliminare tutte le sostanze infiammabili e tornare ai cavalli !
    Si può poi discutere su mille atti aspetti se essere a favore o meno del deposito in questione , ma credo che prima di ogni cosa venga la serietà del modo in cui si discute e si contesta.


  • Pescara ha una splendida università

    vorrei sapere dove ha comperato la camicia a quadrettini


  • IL GIULLARE SIPONTINO

    IETVINN A NAPULE PAISA’ ACCA NISCIUN E FESS AVIT SCASSAT A VUALLER IETIVNN A NAPULE


  • svolta

    Il fatto che questo impianto rientra negli incidenti rilevanti vorrà dire qualcosa o no.
    Il fato è comunque sempre in agguato e si sa anche come l’uomo come ed i meccanismo di sicurezza possono o meglio sono fallaci…. Enichem, Seveso BoPal….docet… per fiutare alcune sciagure/disgrazie.
    Mi basta questa storia già studiata del vivo……


  • Maria Guerra

    Il riferimento a Viareggio serve solo a dare l’idea della potenzialità distruttiva del gas. Se al posto del gas ci avessero messo i liquami di fogna avremmo avuto solo una stazione di merda.
    Per ragionare terra terra faccio a me stessa una riflessione. In quel mini lido sul famoso scoglio ex conciaria, oggi lavorano 7 persone. Dal porto a Siponto avete visto quante attività sono nate? Fatevi i conti a quante persone toglierete il lavoro.
    Tanto per intenderci, andate in vacanza a Taranto?


  • Cittadino preoccupato

    Cittadini di Manfredonia lottiamo con le nostre forze, noi possiamo decidere per il futuro di Manfredonia, non possono passarci sopra con gli escavatori, non può ENERGAS mettere a rischio la vita di tutti noi e dei nostri figli.


  • Manuel

    Maria se al posto del gas ci fosse stata la benzina che tutti noi usiamo per far camminare le nostre auto sarebbe stato ancora peggio considerando che la benzina è ancora più infiammabile del GPL ! Certo se avessimo i cavalli , le carrozze e nelle nostre case invece del metano ( anche il metano è esplosivo ) avessimo le cucine a carbone e l’acqua calda fosse prodotta mettendo le pentole sul fuoco ardente della legna allora di certo il rischio sarebbe molto ridotto rispetto ad oggi !! È giusto per concludere e rispondere all’amico ” svolta ” che spesso ho anche apprezzato per qualche suo commento , dico :” certo che è a rischio rilevante ” ! Essere considerato tale come innumerevoli attività con cui conviviamo ogni giorno ( tipo pompe di benzina , lavorazione alcol , depositi carburante , stabilimenti nei quali viene usata ammoniaca o ossigeno , anche se tu non sai che anche quelli sono ritenuti a rischio rilevante ” è sinonimo di maggior controllo e di una normativa da rispettare tra le più severe e stringenti d’ Europa . Poi se si vuol dire NO ad oltranza non volendo riconoscere competenze e enti preposti al controllo e pensare di poter vivere nell’eden facendo bagni , passeggiando per il corso è campando di sussidi , allora inutile parlarne.


  • antonella

    Quante stronz.. Cavalli, carrozze, ma per cortesia, visto che ci siamo citiamo anche la ruota e i nanetti di cervello che a quanto pare proprio non riescono a comprendere la frase “non lo vogliamo questo impianto di GPL”, certo che il paragone con Viareggio è scomodo, li ci sono 30 morti senza giustizia, grazie al deragliamento di una ferrocisterna di gas gpl, pensare che in Puglia i treni andata e ritorno viaggiano su binari unici, come quello di Ruvo di Puglia, dove ricordo sono morte 27 persone e 50feriti, ringraziando Dio erano treni passeggieri, poi abbiamo la manfredonia /foggia e tante altre tratte a binario unico e sistemi di sicurezza arcaici, parlando di binari, poi non parliamo di trasporto si gomma, la direttiva Seveso parla chiaro, un impianto simile con una materia prima come il gpl, non è Robetta, è pericoloso e a rischio asplodente. Condivido in pieno Cripezzi.


  • Bob

    Secondo me, il paragone con Viareggio non esiste e spiego il perché.
    Il raccordo ferroviario sarà di 1800 m di cui 300 m si svilupperanno all’interno del deposito ed i restanti 1500 al di fuori.
    All’interno del deposito verranno allestiti altri 2 binari paralleli (oltre al principale) al fine di consentire le manovre e la sosta temporanea dei convogli. I suddetti convogli saranno trainati da motori diesel di ultima generazione ed andranno a velocità 10-15 Km/h.
    Penso che per questi motivi ed anche per altri, il paragone fatto non sussiste nei fatti.


  • Red

    Antonella non ti smentisci mai ! Ne dicessi una sensata ! ” non lo vogliamo ” ma che affermazione ! E che comandi tu o gli amici tuoi ? E ti prego non venirtene con la frase ” la volontà popolare ” perché ormai è certo è matematico che siete una minoranza. Anche noi non vorremo alcune cose che invece ci sono ! Non vorremo vedere l’ospedale ridotto a poco più di un ambulatorio , non vorremmo assistere all’assenza totale di un albergo degno di definirsi tale in città , non vorremmo lidi abusivi con costruzioni abusive a pochi metri dal mare e potrei continuare per ore ! Viareggio è stato un grave dramma ma non certo a causa del GPL e ripeto visto che pare tu veramente non vogli comprendere , sulle nostre tratte ferroviarie viaggiano ogni giorno sostanze ad altissimo rischio che tu neanche puoi immaginare altro che GPL ! Se non ci credi ci sono pubblicazioni consultabili da tutti dove potrai vedere cosa è quanto viene trasportato sulle nostre ferrovie ! Far diventare una tragica fatalità cosa ordinaria è veramente folle e pensare di poter tornare al medioevo ancor di più. Prima di scrivere antonellate …….studia piccola…..( si fa per dire )


  • Lettore

    Uun referendum “fantoccio” per cercare di mettere in ridicolo i partiti/movimenti/ uomini che lottano contro il mostro di San Spiriticchio! Sono tutti d’accordo anche se fanno finta di litigare tra loro, calcio e potere politico sono complici, sono poche persone subdole che vogliono piazzarci il megadeposito a tutti i costi!! Ora, gli anonimi paladini sono anche arroganti..


  • svolta

    Io concludo che preferisco non tenere in casa la dinamite anziché averla…. sarà anche banale ma sicuramente evito …… la causa di uno scoppio!!!!


  • antonella

    Red? Cosa sarebbe, il diminutivo “ridotto e depresso”?sforzati di capire il senso del testo scritto, per cortesia, Il fatto che sulle linee ferroviare viaggiano milioni di elementi pericolosi è una cosa nota, la questio che si pone è invece lo stato delle infrastrutture appunto, ferrovie e treni, strade e autostrade, che qui al sud fanno paura, grazie alle politiche messe in campo( praticamente nulla), detto questo, il gas gpl è una sostanza, composto pericoloso, esplodente, anche nella più tecnologica Ravenna, c’è stato un esplosione non indifferente, ed a esplodere fu solo una manichetta di un deposito gpl, ma nel raggio delle 500m era tutto un disastro, oltre che parlare di fatalità in certi ambiti è una vigliaccata tremenda, oggi la politica quando vuole scrollarsi di dosso ogni colpa ogni misfatto colposo, invocando la fatalità, che è ben altra cosa, non so se riesci a intendere la differenza tra omissioni e Fatalità, essendo che qui al sud sappiamo tutti come funziona, chi dovrebbe controllare chiude un occhio, i politici chiudono tutti e due, alla fine visto che nessuno vede nulla, scappa l’ecatombe, tanto poi si può sempre ricorrere alla tragica fatalità.
    Quel deposito è pericoloso per fattezza per materia trattata, è per tutta una serie di tecnicismi in siti al caso e al territorio, la popolazione è contraria, e lo dichiaro URLANDO, LA POPOLAZIONE È CONTRO, a parte qualche povero malcapitato soggiogato dalle solite promesse del nulla, come te che invece spoposita su una questione davvero grave che va studiata attentamente e con responsabilita, perché povero Red, qui se succede un incidente, nella migliore delle ipotesi, si parte tutti. Quindi prima di scrivere ancora Commenti da irresponsabili, cerca di renderti responsabile per te e per gli altri.


  • Maria Guerra

    Manuel, perchè vuoi il bommbolone? Ovviamente non sei di Manfredonia? Il gas dove arriva? come arriva e come si trasforma? Come verrà distribuito?
    Manuel, il tuo discorso su Viareggio posso capirlo ma lascia stare quelli che aprono un lido abusivo. Se ti riferisci a quello sulle alghe ti sbagli di grosso perchè dovresti pagargli il caffè tutte le mattine per la pulizia che fanno alla spiaggia.


  • sipontino no Gpl

    RASSEGNATEVI! SLOGGIATE! MANFREDONIA HA GIA’ DATO!!
    I BOMBOLONI TENETEVELI SOTTO IL VESUVIO E NELLA TERRA DEI FUOCHI!


  • IL GRANDISSIMO INCUBO DI 60 MILIONI DI LT. DI GPL SOTTO I PIEDI

    Non se ne può più di questo incubo mostruoso!


  • Manuel

    Maria apprezzo molto le tue domande e la tua voglia di voler capire e conoscere tutto il progetto . Per questo come prima cosa ti invito come ho fatto io a recarti presso gli uffici della Energas di Manfredonia dove vedrai saranno più che felici documenti alla mano e con il supporto di ingegneri qualificati e specializzati nel settore di illustrarti tutto indipendentemente dal fatto che poi tu sia contraria o favorevole. Anche io quando sono andato avevo grandi perplessità e preoccupazione avendo ascoltato affermazioni e dichiarazioni molto gravi riguardo il pericolo , l’ambiente , la salute ecc ecc e ti assicuro che molte delle cose che avevo sentito dire erano a dir poco gonfiate….
    Per quanto riguarda l’installazione del deposito per quello che mi riguarda la questione basilare non è se la Energas aprira o meno , ma il riconoscimento di uno stato di diritto. Io sono ITALIANO , e come tale ho profondo rispetto e anche fiducia delle istituzioni. So perfettamente che ci sono anche cose che spesso non vanno , ma non per questo penserei mai di diffamare ministeri ed enti competenti come con enorme leggerezza qualcuno qui ha fatto e continua a fare. Se ci sono irregolarità e si hanno le prove, si deve e si ha l’obbligo morale e civile di denunciare , ma diffamare tutto e tutti con affermazioni del tipo ” enti e ministeri compiacenti ” ” chi dovrebbe controllare chiude un occhio ” e frasi del genere non credo sia cosa civile e più di tutto intelligente. Se chi deve controllare chiude un occhio deve andare in galera ! Se si hanno le prove che un ente o un ministero è stato compiacente chi ha sbagliato deve pagare. Questo Cara Maria io intendo ! Se diamo per scontato che tutto non funziona , allora si è destinati al fallimento è MAI in nessun caso si potrà più realizzare un bel nulla ! Per me concedere una licenza che sia pure di una salumeria essendo ” compiacenti ” o ” chiudendo un occhio ” sulle regole che detto esercizio debba rispettare , per me ha lo stesso valore che far volare in aereo sprovvisto dei dovuti controlli. Io non sono né contro e tantomeno a favore Maria ! Io dico semplicemente che essendo una persona perbene che crede in questo paese e nelle regole del vivere civile se una azienda ha ottenuto tutti i permessi di un iter che io manco lontanamente immaginavo ( ministero ambiente , ministero beni culturali , ministero sviluppo economico , CTR , commissioni ministeriali che hanno fatto sopralluoghi a santo Spiriticchio di ogni genere per verificare presenza di eventuali reperti archeologici , e di fauna o flora di particolare valore . Tutti corrotti ? Tutti amici COMPIACEMTI di Energas ? Non ti pare un po’ strano )allora vuol dire che anche nel rispetto di chi preferirebbe avere altro al posto del GPL , si deve avere il medesimo rispetto .
    Dove cio non accade amica Maria , devo pensare che la protesta sia strumentalizzata , mossa e pilotata da altri interessi.


  • ex elettore Magno pentito

    Purtroppo per quando si possa sforzare, la nostra Antonellona, come la chiama Giogio, continua a non farci capire un tubo nei suoi commenti. Per cortesia UNO che traducesse le sue Antonellate.


  • antonella

    Elettore di magno,fai una cortesia , vedi di andare in quel posto, quello intendo, dove ci sono tanti come te, e vedi restarci, immagino che questo lo hai capito anche senza che nessuno te lo spieghi! Visto che ti trovi porta conte anche le lingua bianche di manfredonia, e quelli di Palazzo,
    ( quelli che leccano, per intesenderci).


  • antonella

    Manuel anche io voglio essere convinta , ma non dai tecnici, da te, che ne pensi di incontrarci di persona manuel o Manuel, non è che fai parte del duo omonimo, comico di Telenorba vero? Manuel prima non ti nikkavi nicola? Poi hai usato un altro nick, ma si può sapere quanti ne hai, Manuel o manuel allora, illumina anche me con le tue perle di scienza e fantascienza, non dirmi di venire da energas dove ci sono i tecnici, quelli pagati da energas ovviamente, io voglio che ad illuminarmi sia tu manuel o manuel, non vedo l’ora di ascoltare la tua attività sulla legalità dei procedimenti, degli atti amministrativi e quelli istituzionali manuel o manuel, incontriamoci!


  • Non disturbatemi durante la pennichella pomeridiana

    A Manfredonia non vogliamo depositi di nulla,
    non vogliamo pale eoliche,
    non vogliamo industrie di nessun tipo.

    A noi ci piace il sole ed il mare.
    La mattina caffè e giornale davanti al bar e poi quattro chiacchiere al sole fino all’ora di pranzo.

    Per i soldi, vogliamo assistenza, vogliamo i sussidi a vita, vogliamo i redditi di cittadinanza.

    Le fabbriche, i depositi, le pale eoliche, centrali e tutta l’altra robaccia simile che richiede lavoro, le mettessero dove già ce ne sono altre, nelle città del nord, oppure in Germania, in Inghilterra, in posti insomma dove la gente ha voglia di lavorare.

    Gli unici investimenti ipotetici che vogliamo sono quelli sul turismo, non scherziamo, noi vogliamo investire sul turismo come la Grecia, e non sulle industrie come la Germania.

    A noi piace il relax, la pennichella pomeridiana è la passeggiata per il corso, non ci rompete più le scatole con questo gas.


  • ex elettore Magno pentito

    Mah, continuo a non capire ciò che vuol dire la nostra Antonellona, QUALCUNO della cooperativa MANFREDONIA VECCHIA può intervenire? Grazie.


  • Cittadino ignorante

    Viviamo nella potenza industriale più corrotta al mondo, con i politici più corrotti e cialtroni del mondo, con i funzionari a qualsiasi livello più corrotti in europa, persino la scuola è corrotta! Corruzione, cialtroneria e pressopochismo ovunque e poi si vedono i danni!! Dalle vittime delle strage dei treni, all’amianeto e quelle di Seveso a quelle di Manfredonia (strage di tumori) tutto corrotto ma è solo quello che ci fa sapere parte delle magistratura perchè se indagassero sul serio in tutti i comuni Italiani, in tutti gli altri settori, qui sarebbe peggio della Turchia di Erdogan mezza italia andrebbe arrestata! Allora mi dite come fa un cittadino a fidarsi delle banche, delle istituzioni, dei funzionari dello Stato e dei Politici?


  • Cittadino ignorante

    Il gigantesco deposito non si può costrire, troppo invasivo, troppo pericoloso, ideato in zona sismica e protetta inoltre la Statale 89 non è in grado (vista il grandissimo scorrimento di traffico e l’altissimo numero di incidenti stradali) di sostenere anche le migliaia di autobotti di Gpl e che dire della TRATTA FERROVIARIA FOGGIA MANFREDONIA A BINARIO UNICO? La statale 89 trafficatissima tutto l’anno ma d’estate raggiunge picchi incredibili di traffico per via dei milioni di turisti che prendono d’assalto il Gargano! Chi si prende la responsabilità di incidenti che potrebbero coinvolegere anche autocistere piene di Gpl?


  • Manuel

    Antonella non credo che io debba dar conto a te ne a nessun altro del nik o degli eventuali altri che voglio usare ! Che fai adesso anche l’investigatrice ? Per tutto il resto accetterei volentieri di istruirti in merito a tanti argomenti a cui tu sembri tanto interessata al punto di fare commenti pieni di errori tecnici e non solo ! Purtroppo per te io non incontro gente che non crede e non ha rispetto delle leggi e delle istituzioni di questa Nazione , ma che continua nonostante tutto a vivere e sfruttare i servizi e le opportunità che un paese come l’Italia offre se pur tra mille difficoltà ! Inoltre il tuo modo di confrontarti contrariamente a quello di tanta gente educata tra cui l’amica Maria , è sempre aggressivo , denigratorio e poco corretto.


  • cane di prua

    Mi metteremo le barche di traverso cosi vediamo come iniziate i lavori!


  • Le piramidi sipontine

    Sotto le piramidi un quantitativo terribile di Gpl altro che panettoni bon bon e caramelle! La Q8 Energas è ricchisima come mai investe nel calcio e non investe sulla informazione ai cittadini? Ad esempio potrebbe allestire in mezzo al corso una bella mostra del progetto con tutti i suoi particolari? Sembra un progetto segreto ( per la popolazione) il segreto di pulcinella! Siete capaci di fare uno straccio di contraddittorio senza nascondervi, a tutto le prove della meravigliosa natura fornite dal Caons? Siete in grado di spiegare alla popolazione eventualmente su chi gravano gli oneri per un ipotetico disastro ambiantele e o umano in caso di incidenti? Siete in grado di mostrare i piani di evacuzione per tutta la città? Ossia le modalità delle prove di evacuzione? Pensate davvero che siamo tutti come quelli del panettone e calcio e maschere varie? Fatti non parole, mostrate il progetto con tutte le sue particolarità in pubblica piazza! Chissà magari potreste ottenere migliaia di consensi.


  • Maria Guerra

    Antonella, potevi dirlo prima che questi soggettoni sono solo prestanomi prezzolati..
    Non ci penso più, loro lo fanno per la dose. In fondo non sono cattivi. Che Dio abbia pietà di loro.


  • antonella

    Manuel o manuel fai tenerezza, pero mi diverto molto, ti prego non vedo l’ora di essere illuminata dal tuo sapere, dalle tue perle di saggezza, Manuel o manuel , perché vuoi incontrare solo la signora Maria? Ti sei innamorato di lei? Finiro per essere gelosa manuel o manuel , cara Maria, ti do del tu, se lo permette,hai visto manuel o mmanuel fa anche delle discriminazioni da poco signore, o meglio da prezzolato, è secondo me è un indottrinato alla buona, messo lì a scrivere cavolate, nella speranza di coptare qualche povero fesso/ a, Manuel o manuel da scrivi ancora fammi divertire.


  • Manuel

    Continua pure a divertirti e a sparare cavolate con fare aggressivo e offensivo ! Purtroppo per te questo non ti aiuterà a migliorarti è a capire qualcosa di vero e serio riguardo l’argomento trattato. Chi non è capace di accettare un confronto e di farlo in maniera educata e civile fa tristezza che è cosa ben più grave di far tenerezza ! Per il resto delle stupidaggini che hai scritto , inutile qualsiasi mio commento ! Capisco e comprendo che quelle fanno parte del tuo corredo umano e culturale dal quale molto difficilmente riuscirai ad evolverti. Inutile che spremi le tue già delicate e compromesse meningi per tentare di scrivermi ancora , perché non avrai più alcuna risposta.
    Saluti e ancora complimenti per il tuo senso civico….. e per le continue diffamazioni prive di ogni fondamento.


  • ex elettore Magno pentito

    Scusate, ma continuo a non capire un tubo di quello che scrive la nostra antonellona. Manuel LASCIA stare lavare la testa DELL’ ASINA SI PERDE acqua e sapone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati