ManfredoniaVieste

“Scoprire Vieste – Discover Vieste” di Francesco Pugliese

Di:

Vieste. Il volume è uscito il 12 luglio; 156 pagine formato 15 per 21 cm. e circa 200 fotografie scattate dall’autore nell’arco di 10 anni. Tutto a colori, vuole essere un contributo alla valorizzazione della “perla del Gargano”. Una narrazione fotografica con brevi testi in italiano e inglese per accompagnare il lettore e il visitatore alla scoperta degli aspetti più celebri e di quelli meno conosciuti della cittadina. Una guida destinata a turisti e viaggiatori ma anche alla comunità locale per scoprire quello che tante volte si dà per scontato.

Un viaggio nel cuore della città attraverso il centro storico, le piazze e le chiese, la Salata e i beni archeologici; le icone più celebri come Pizzomunno, il Castello, Punta San Francesco, il faro e i trabucchi. E poi il mare e le spiagge, la gastronomia; i riti religiosi e le chiese, con sguardi insoliti come quelli sui balconi; quindi la Foresta umbra, gli ulivi secolari… Immagini attorniate da varie appropriate citazioni di autori di ieri e di oggi: Matteo Siena, Giuseppe Berto, Vincenzo Giuliani, Antonio Beltramelli, Pasquale Soccio, Marina Mazzei. Il prodotto finale è un quadro d’assieme completo e articolato; non poche anche le riflessioni di carattere politico e le proposte concrete all’attenzione dello spazio politico e culturale locale. Non mancano alcune foto storiche, denunce e interventi di significativo valore civile come quelli di un archeologo Endrio Moro e Michele Lopriore, appassionato conoscitore dell’ambiente locale.
A suggellare la portata ambientalista del lavoro nelle pagine conclusive sono riportati alcuni passi dell’Enciclica Laudato sì di papa Francesco dedicata alla cura e salvaguardia del creato. Infine una essenziale e necessario bibliografia per saperne di più.

Di seguito la introduzione dell’autore: “Splende il sole sulle bianche case di Vieste. E abbaglia di bellezza. Vieste, prodigio di natura e storia. Una pennellata di bianco sugli azzurri profondi del cielo e del mare. Immersa nel paradiso di una natura e di un ambiente, dalla Foresta Umbra al Parco, che pulsano vita e bellezza. Un mondo appartato proteso nell’Adriatico. Due sole strade portano a Vieste dalla Penisola. Da nord e da sud percorrono il litorale del Gargano, lo sperone d’Italia. Due strade lente e tortuose che offrono al viaggiatore scenari inaspettati e sempre diversi, tra boschi e macchia, profumi di zagara e salse-dine, piane di ulivi giovani e secolari, rade vigne e orti. Coi suoni e i silenzi del mare; il vento tra ulivi e pini. E torri, che svettano su lingue di roccia protese nel mare a formare baie protette.

Da nord è più intrigante il viaggio col trenino da San Severo a Ischitella: peccato si fermi qui. Peccato perché tutto un viaggio così fino a Vieste sarebbe un’avventura naturalistica originale su un litorale “…tutto a seni e golfi, a seconda dello sporgere e rientrare di quelli…”. Appare a scorci, Vieste. Attrae, e invoglia alla scoperta. Da nord appare l’imponenza del Castello e piano piano la mezzaluna della spiaggia di San Lorenzo. Le prime icone. Illuminano gli occhi.

Più tortuosa la strada che viene da sud, a volte lascia il litorale per entrare nel lussureggiante Gargano. Colline arrotondate e profonde verdi vallate. Segni di antica vita rurale e abbandono. Si intravedono spiagge segrete, racchiuse tra ulivi e pini d’Aleppo e alti bianchi strapiombi fino a Torre San Felice quando cominciano gli scorci su Vieste e la bianca falesia col campanile di San Francesco che sbuca dal mare.

Questo lavoro è un omaggio a tanta natura e un contributo; è forgiato con parole e racconti di incontri e cammini con i nostri Virgilio locali: Matteo Vieste, i libri (quelli di Matteo Siena, in primis), Michele Lopriore, Merina Martich, Peppino Olivieri. A loro, e a chi ogni giorno si cura di una gemma così, è dedicato.

E’ una narrazione per immagini: scorci e colori, momenti e sguardi. Non solo cartoline, angoli nascosti, i fuori stagione; non solo il mare ma anche il contorno, momenti di vita; con alcune denunce perché non ha senso celebrare il bello se non si denuncia quando è deturpato.

E’ luogo ideale che spinge alla comprensione del valore e dei valori dell’ambiente e del paesaggio e per infondere gentilezza verso natura e creato. Ha “esportato” forza lavoro, potrebbe esportare messaggi e modelli di sostenibilità economica e rinascita fondata sull’ambiente e la natura; col Parco, e non solo.

Dedalo di vicoli, scalinate e archi, forme e vedute spettacolari; balconi in ferro battuto cammei di un centro storico memoria viva di storia e vita, saperi locali e tempi tristi. Regala suggestioni e scenografie da godere tutto l’anno e architetture di interesse scientifico e antropologico da scoprire. Meriterebbe il riconoscimento e la protezione Unesco”.

Note sull’autore. Francesco Pugliese, è nato in Calabria; studi a Firenze; vive e insegna in Trentino. Giornalista pubblicista; si occupa di diritti umani, pace e ambiente; ha curato varie mostre. Ha pubblicato Viaggio sul Poro (Firenze, 2001; con prefazione di Fulco Pratesi). Ha collaborato alla Guida Calabria della De Agostini (2002); ha scritto (con Sergio Deflorian) la guida “Da Bellamonte a Passo Rolle”, Futura, Trento, 2015 e L’insediamento rupestre di Zungri (con Elena Limardo), Helios/Futura, Trento, 2014.
Storico dei movimenti pacifisti; tra le ricerche I giorni dell’arcobaleno (Trento, 2004; con prefazione di padre Alex Zanotelli); per ultimo ha pubblicato Carovane per Sarajevo, Mimesis, Milano, 2015 (con prefazione di Lidia Menapace) e Manifesti raccontano…le molte vie per chiudere con la guerra (con Vittorio Pallotti), Trento, 2014; prefazioni di Peter Van Den Dungen (Università di Bradford) e Joyce Apsel (Università di New Jork); tradotto anche in inglese.

L’editore
Futura-Elios
Via della Cooperazione 33
Trento

Per contatti con l’autore: franz_pugliese@yahoo.it
Trento, 12 luglio 2016

Punti vendita a Vieste:
Edicola “Di Mauro” (via Vittorio Veneto)
Edicola “D’Altilia” (lungomare E.Mattei)
Edicola “De Maria” (C.so L. Fazzini)
Cartolibreria “Disanti” (via Vittorio Veneto)
Cartolibreria “Iaconeta” (viale XXIV Maggio)
Enoteca Bua (C.so L. Fazzini)
Panificio “Mille molliche” (lungomare Europa)
Golosando (via Naccarati)
Agenzia Discover Gargano (via Naccarati)

Con Smart 3 Giga a 9 euro/4 sett navighi veloce, chiami e invii SMS dal tuo smartphone verso tutti i fissi e mobili in Italia. Passa a Tiscali Mobile! http://casa.tiscali.it/mobile/



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati