Manfredonia

Festa Pd, sindaco Riontino: nessun divieto, fanno le vittime

Di:

Giovanni Riontino sindaco di Zapponeta (St@)

Zapponeta – “E’ assurdo come siano bravi a trasformare la realtà. Nessun bavaglio è stato messo da questa Amministrazione, e mai nessuno ne sarà messo in futuro. Agli stessi che oggi accusano la nostra Amministrazione di non so cosa, voglio ricordare che fu l’Amministrazione Rizzi a mettere in atto un’ordinanza di ‘divieto di manifestazioni politiche fino al 31 dicembre 2011 per il clima meteorologico favorevole e mite e per la presenza di turisti‘”. E’ quanto dice il sindaco di Zapponeta Giovanni Riontino dopo la nota del circolo Pd di Zapponeta B.Riontino in merito al mancato svolgimento della festa democratica in piazza A.Moro.

Noi non abbiamo vietato niente né tantomeno imbavagliato nessuno. In effetti, non c’è nessuna ordinanza che confermi queste dichiarazioni mendaci. Con la nostra nota, abbiamo solamente suggerito e risposto al Circolo del PD di Zapponeta che è volontà di questa Amministrazione evitare di organizzare, nel mese di agosto, feste politiche in Piazza Aldo Moro, che è il luogo centrale di incontro per i turisti e i cittadini. E’ evidente che, durante queste tipologie di feste di partito, vengano affrontate vicende politiche locali, come è evidente anche il conseguente disturbo che si arrecherebbe ai turisti, ai quali non farebbe sicuramente piacere l’ascolto delle nostre problematiche”.

“E’ chiaro quindi che stiamo parlando di una volontà e non di un divieto. Avrebbero potuto organizzare la Festa Democratica in qualsiasi luogo della nostra cittadina. Ma è palese, dunque, che hanno considerato più conveniente fare le vittime e parlare a vanvera in giro per il Paese, sui social network e sulla stampa, invece di organizzare la festa. A noi, come sempre, tocca però smascherare questi incantatori di serpenti”, conclude il sindaco Riontino.

IL VIDEO DEI REFERENTI DEL CIRCOLO PD B.RIONTINO DI ZAPPONETA

Redazione Stato@riproduzioneriservata

Festa Pd, sindaco Riontino: nessun divieto, fanno le vittime ultima modifica: 2013-08-20T20:25:12+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
15

Commenti


  • Redazione

    (PER DIRITTO DI CRONACA, IN CONSIDERAZIONE DI NUMEROSI POST, LA NOTA INTEGRALE DEL CIRCOLO PD DI ZAPPONETA; il giornale Stato si era limitato a pubblicare dati riferenti la notizia, ndr)

    Mancata autorizzazione Festa democratica Zapponeta. La Macchia e Riontino: “Atto anti-democratico e anti-costituzionale del Sindaco RIONTINO!”

    Quest’anno la richiesta avanzata dal Circolo Pd “B. Riontino” di Zapponeta di poter celebrare la tradizionale “Festa democratica” nelle giornate del 19 e 20 agosto in Piazza “A. Moro” (cuore pulsante del piccolo centro) è stata respinta dall’Amministrazione guidata da Giovanni RIONTINO.
    Il Sindaco (dopo ben 27 giorni dalla richiesta del Pd) nel comunicare il diniego ha affermato testualmente che la decisione scaturiva dall’intenzione dell’Amministrazione di “non procurare disturbo ai turisti, ai quali non interessano l’ascolto delle vicende politiche locali”.
    “Denunciamo con forza questo atto anti-democratico e anti-costituzionale (del quale metteremo a conoscenza tutte le autorità competenti) che trova precedenti solamente in qualche Stato Sudamericano e, per restare nei confini cittadini, nel decennio buio (2001-2011) dell’Amministrazione guidata da Francesco D’ALUISIO (del resto gli attori sono sempre gli stessi!)” – scrivono in una nota i coordinatori del Circolo Pd “B. Riontino” di Zapponeta Michele LA MACCHIA ed Emanuele RIONTINO. “Al Sindaco” – continuano – “rammentiamo il disposto dell’art. 17 della Costituzione repubblicana, il quale sancisce che: “I cittadini hanno diritto di riunirsi pacificamente e senz’armi. Per le riunioni, anche in luogo aperto al pubblico, non è richiesto preavviso. Delle riunioni in luogo pubblico deve essere dato preavviso alle autorità, che possono vietarle soltanto per comprovati motivi di sicurezza o incolumità pubblica.” – chiedono quindi – quali i “comprovati motivi di sicurezza o incolumità pubblica” che hanno portato al diniego?”
    “Le Feste de “L’Unità”, prima, e le Feste Democratiche, poi, – anche nella nostra Zapponeta – sono state sempre un momento di confronto e di riflessione. All’approfondimento dei temi politici di rilevanza nazionale e locale si alternavano momenti ludici all’insegna del divertimento e della buona musica, il tutto condito da gustosi spazi gastronomici.”
    “La Sinistra nel nostro paese è sempre stata in prima linea nelle lotte contro i soprusi e il malaffare, baluardo di politiche progressiste e sempre dalla parte dei più deboli. Per questo non meritava questo trattamento. Le nostre feste sono sì “di parte” ma, ad un tempo, patrimonio democratico dell’intera comunità!”.
    “I nuovi media” – chiudono i coordinatori – “ci consentono di raggiungere una platea molto più vasta di quella che riuscirebbe a contenere la nostra Piazza “A. Moro”…persone molto distanti dalla nostra Zapponeta. Quindi questa decisione bulgara non ci fermerà! Utilizzeremo tutti gli strumenti che la legge mette a disposizione per vigilare sull’operato dell’amministrazione cittadina e per svolgere il nostro ruolo di controllo, di informazione e di proposizione. Le azioni, le omissioni e le risposte di questo primo scorcio di consiliatura dimostrano quanta superficialità e inadeguatezza caratterizzino la maggioranza che oggi guida Palazzo di Città.”


  • senza peli sulla lingua

    beati voi che non avete altro da fare , stando dietro a chi cerca di far quadrare il vostro piccolo centro cittadino. Dovreste appoggiare, invece di girare le spalle . Alla fine tutto ciò che voi fate si riversa sulla popolazione, saranno sempre loro a pagare,invece se voi tutti collaborereste sarebbe buono x voi e x Zapponeta .PURTROPPO COME SI DICE : LA BOCCA SPARLA QUANDO QUALCOS’ALTRO BRUCIA.


  • castigliego luciano

    Cara redazione e’ mio dovere intervenire per chiarire o meglio schiarire le idee a qualcuno che nascondendosi dietro le quinte e soprattutto non mettendoci il proprio bel viso non fa altro che aizzare gl’animi ed alzare la tensione gia’ elevata qual’e’ in questi mesi post elettorali.
    Vi informo che della festa del Pd e’ stato lo stesso coordinatore La Macchia Michele a parlarmene qualche settimana fa esattamente ci trovavamo nella tanta acclamata piazza Aldo Moro.( se dico il falso puo’ smentirmi lo stesso coordinatore).
    Ricordo era giorno 02 agosto, serenamente e soprattutto per i tempi stretti per raccogliere fondi, il coordinatore risultava essere concorde con la decisione di rinviare tutte le feste politiche al mese di Settembre e parlo di tutte le manifestazioni politiche e non solo di quella del Pd, anche perche’ lo stesso coordinatore mi parlava non della festa democratica ma di “sinistra in festa” con il Sel.
    Ripeto il tutto e’ stato deciso serenamente senza se o ma.
    Ecco perche’ sono rimasto sopreso da questi attacchi non so se voluti dal coordinatore o come dicevo prima da qualche scenografo che preferisce rimanere non so fino a quanto dietro le quinte.
    La buona fede dell’ammnistrazione Riontino scaturisce anche dal fatto che quando i consiglieri di minoranza ci hanno chiesto la piazza aldo moro per comiziare verso fine Luglio, per il senso civico e democratico che ci caratterizza abbiamo autorizzato la loro leggittima richiesta.
    Quindi di quale clima oppressivo parlate?
    Forse vi riferite a due anni fa , caro mister “x” e scenografo, forse ti riferisci al tuo COMPAGNO Rizzi?
    Infine parlate tanto di collaborazione, mi dite quale proposta avete fatto ad oggi degna di essere accostata a quest’importante affermazione?
    Ai coordinatori del Pd bravissimi ragazzi, suggerisco semplicemente di non farsi confondere da personaggi oscuri e fifoni che non avevano, non hanno e sicuramente non avranno mai il coraggio di identificarsi e soprattutto di assumersi le proprie responsabilita’.
    Un saluto al direttore di Sq dot. Giuseppe De Filippo e un grazie per il lavoro che svolgete ogni giorno con le vostre notizie.


  • G.de Filippo

    Buonasera sig. Luciano, la ringraziamo per l’intervento; a disposizione di tutti, come già detti ai referenti del circolo Pd, buon lavoro ed un saluto agli amici di Zapponeta, ciao; Giuseppe de Filippo


  • la macchia michele

    Salve, sono michele la macchia coordinatore protempore del circolo PD” B.Riontino” di zapponeta.
    Vorrei informare il sindaco e gli amministratori del comune di zapponeta e anche i lettori di SQ, che qualsiasi decisione o comunicati stampa vengono decisi in assemblea o in riunioni del direttivo, ma sempre in democrazia e non da singole persone.
    Quindi tutto cio’ che circola in rete o su carta sono decisioni prese dal direttivo (compreso il sottoscritto) , dagl’iscritti e simpatizzanti del nostro circolo.


  • Redazione

    Ok grazie per la precisazione Michele, ciao, buon lavoro a tutti voi, un saluto sincero a tutti i cittadini di Zapponeta; Red.Stato


  • la macchia michele

    Salve, sono michele la macchia coordinatore protempore del circolo PD” B.Riontino” di zapponeta.
    Vorrei informare il sindaco e gli amministratori del comune di zapponeta e anche i lettori di SQ, che qualsiasi decisione o comunicati stampa vengono decisi in assemblea o in riunioni del direttivo, ma sempre in democrazia e non da singole persone.
    Quindi tutto cio’ che circola in rete o su carta sono decisioni prese dal direttivo (compreso il sottoscritto) , dagl’iscritti e simpatizzanti del nostro circolo.
    Inoltre ricordo al sindaco e agli amministrstori che il giorno 14 agosto m.c. abbiamo protocollato una richiesta per una festa politica che dovrebbe svolgersi in piazza A. Moro l’8 settembre c.m.


  • la macchia michele

    Salve, sono michele la macchia coordinatore protempore del circolo PD” B.Riontino” di zapponeta.
    Vorrei informare il sindaco e gli amministratori del comune di zapponeta e anche i lettori di SQ, che qualsiasi decisione o comunicati stampa vengono decisi in assemblea o in riunioni del direttivo, ma sempre in democrazia e non da singole persone.
    Quindi tutto cio’ che circola in rete o su carta sono decisioni prese dal direttivo (compreso il sottoscritto) , dagl’iscritti e simpatizzanti del nostro circolo.
    Inoltre ricordo al sindaco e agli amministrstori che il giorno 14 agosto m.c. abbiamo protocollato una richiesta per una festa politica che dovrebbe svolgersi in piazza A. Moro l
    ‘8 settembre c.m. senza avere alcuna risposta ad oggi.
    Aspettiamo con ansia una risposta anche per i tempi molto ristretti per l’organizzazione della festa.
    Ringrazio la redazione per lo spazio che offrite a noi lettori del vostro sito grazie da tutto il circolo PD “B.Riontino” di zapponeta


  • perplessità

    caro consigliere Castigliego, essendo Lei consigliere alla delega allo sport ci può far sapere quanto hanno pagato a partita il torneo di calcetto che il Sindaco ha annullato con i primi organizzatori? E’ stato concesso il patrocinio del comune al torneo? poi perché annullare il torneo per mancanza di assicurazioni e poi riprendere il torneo con Voi arbitro senza assicurazione? ma Lei prende qualcosa per far l’arbitro?….. Spero in una Vostra risposta grazie


  • castigliego luciano

    Visto che sei perplesso ti rispondo di persona.
    Anche domani vieni al Comune e avrai le tue risposte.


  • perplessità

    immaginavo che non scrivevate, siete un ottimo politico…… fumo negli occhi…….


  • la macchia michele

    L’Amministrazione Riontino, dopo aver impedito al nostro Partito di celebrare la tradizionale “Festa Democratica” nei giorni 20 e 21 agosto u.s. in P.zza “A. Moro” adducendo la frivola motivazione del “presunto” disturbo ai turisti (come se fossimo dei pericolosi terroristi!), ha risposto alla nostra ulteriore richiesta per la celebrazione di una manifestazione politica nella giornata di domenica 8 settembre 2013 (oggi) affermando che un’altra forza politica con richiesta del ……… (Prot. N.) aveva già fatto richiesta dell’utilizzo della Piazza per la celebrazione di un’altra manifestazione. A questo punto, sono legittime alcune domande chiarificatrici (per noi e per tutti i cittadini): a) quale, tra le forze politiche cittadine, ha inoltrato la suddetta richiesta? b) la stessa ha comunicato l’annullamento della manifestazione? c) forse la richiesta era stata presentata “ad hoc” per impedire a noi di interloquire con la cittadinanza, oltre che a offrire un momento di Festa al termine di un’estate che, senza il contributo dell’associazionismo, sarebbe stata priva di spettacoli ricreativi???
    Traggo delle conclusioni dicendo che, caro sindaco ti sei smascherato da solo cosi’ facendo abbiamo capito cosa sei veramente


  • atenopaz

    E QUI LA FESTA??????
    Ma quale festa, avete fatto un’altro flop.
    Oggi la piazza e’ vuota, non c’e nessuna festa ci sono solo quei —che difendono berlusconi.
    Ma se hanno fatto richiesta quelli della sinistra, perche’ gli avete fatto questo torto?
    Non c’e DEMOCRAZIA c’e solo CATTIVERIA quella
    caratteristica dote che voi coltivate molto bene.
    Caro sindaco non va bene taglia i fili che ti legano alle mani de gli ex sindaci e forse sarai in grado di fare le cose per bene!!!!!


  • atenopaz

    Leggendo bene l’articolo qui sopra,vengono a galla due verita’ nascoste che voi lettori di stato quotidiano ma non noi zapponetani dal cuore duro non sapevate cioe’ :
    La prima verita’ e che l’attuale sindaco di zapponeta Riontino era il vicesindaco del vecchio sindaco Rizzi, quindi anche lui artefice della sopra citata ordinanza.
    La seconda verita’ e che il nostro sindaco quando era vicesindaco della precedente amministrazione era molto propizio alle feste politiche di qualsiasi indirizzo politico di cui richiedevano la piazza,ma ora magicamente ha cambiato metodo, forse perche’ non e’ lui che decide ( io toglierei il forse) .
    Arrivederci alla prossima disavventura


  • atenopaz

    Ciao,siamo alle solite, oggi 22 settembre avevate detto che c’era la vostra festa sponsorizzata dallo “—-” per chi non lo sapesse è una sala ricevimenti di canosa di puglia che ha finanziato la nostra festa patronale (grazie alla grande amicizia che ha il— ———— ).
    Ma dové sta festa?
    Aspettate prima la festa di matteo il dentista?
    Che —ma non sapete come fare per pararvi il c… dagli errori che state commettendo in appena 4 mesi.
    Non serve nascondervi dietro le feste di partito ma sig. sindaco prendi una volta per sempre le redini del comune e comincia a risolvere i molti problemi del nostro paese.
    Arrivedrci alla prossima disaventura, resistete zapponetani dal cuore duro!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi