Manfredonia

Pesca a strascico, proteste: “avanti attività in barba al Fermo biologico”

Di:

Trigliette (parlamanfredoniano@)

Manfredonia – “IL programma Mare Sicuro prevede – tra le varie attività – anche la salvaguardia dell’habitat marino e il contrasto dei cd pescatori di frodo. Perchè questo a Manfredonia non avverrebbe? Alcuni cittadini stanno lavorando indisturbatamente dal 5 agosto pescando a strascico da Punta Grugno a Vieste senza che alcun ipotetico disturbo. Complimentoni. I controlli ci saranno solo il 16 settembre, a conclusione del fermo biologico (da Pesaro a Bari, 4 agosto/15 settembre,ndr). Fermate questa strage di agostinelle che stanno facendo,a scapito nostro. Buon lavoro”. Nuova segnalazione lettori di Stato.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
52

Commenti


  • Francio

    E non appena finirà il fermo, tutti i pescatori si fionderanno a saturare il mercato con triglie di ogni misura a prezzi stracciatissimi, vanificando lo sforzo fatto col fermo e suicidandosi commercialmente.
    E’ l’esempio lampante del “meglio un uovo oggi”.


  • Nickman

    A Manfredonia non vige la legge delle Stato Italiano ma quella dell’anarchia sipontina! Questo perché le Istituzioni sono morte e come se non ci fossero!!

  • grazie alla redazione per aver publicato il mio articolo,sperando che il mio sfogo di pescatore onesto stonchi questa barbaria a discapito nostro.saluti matteo


  • Nickman

    Tanto per cominciare gli elicotteri della Finanza e i natanti della finanza e Cp dovrebbero immortalare le targhe di questi stakanovisti del mare e buttarli in galera se osano chiedere i soldi del fermo biologico!!!


  • onesto

    ma la guardia costiera? le agostinelle le vendono anche in strada e possibile che non sanno niente? ma poi se la prenderanno a settembre con la povera gente purtroppo siamo a sud


  • NABUCODONOSOR




    sono uno del settore controlli,si continua a pescare,tutti i giorni dalle 6 alle 13,la zona va’ da punta grugno a vignanotica e davanti a capojale,con barche piccole SENZA NUMERO DI MATRICOLA,barchette e reti a strascico miniaturizate,non portano il ghiaccio con loro,quindi il pesce che mangiate è in un iniziale stato di putrefazione,dato il caldo,questi tipi non sono pescatori ma,—-,disoccupati,—comuni,che per portare a casa la 20 euro vanno a pesca in questo periodo di pesca,i nomi? —-
    fargli il verbale non serve a nulla,ne hanno una collezione,non li pagano,e il giorno dopo sono ancora li,non hanno niente,quindi equitalia non si puo’ rifare sui loro averi,se non ne hanno!
    inoltre buttano la rete a mare quando sono braccati,in modo tale che non la si puo’ sequestrare,poi la recuperano successivamente con il rampino!
    scrivo questo per fare un po’ di chiarezza sulla questione!


  • Schizzato

    X Nabucodonosonor,
    Se sei uno del settore controlli non sequestrargli la rete ma sequestrargli la barca così l’indomani non può più uscire in mare.


  • u pacc

    si e vero fino a 50 mt dalla riva anche con bagnanti mooooo
    aiuuuuutttttoooooo

  • bravo scizzo lunico rimedio e il sequestro della barca.e se la segano alla punta del molo rosso puo essere da esempio per gli altri furfanti ,che ne pensi.

  • una domanda alla redazione.perche non chiedere alla guardia costiera una nota sulla vicenda.giusto per sapere che tipo di controlli fanno su questo fenomeno increscioso.saluti matteo


  • Redazione

    Gentile Matteo, con la pubblicazione di quest’articolo abbiamo automaticamente reso noto il fenomeno agli operatori della Guardia Costiera, che ringraziamo per la collaborazione e l’impegno mostrato in questi anni; attendiamo dunque sviluppi; ciao; Red.Stato

  • saluti a voi tutti grazie per l impegno mostrato.


  • mattoj

    matteo racconta a stato quotidiano quando peschi a poki metri dalla riva…racconta anche questo,non raccontare solo quello che ti piace a te..vatten vaa


  • agguerrito

    Ciò che ha scritto Nabucodonosor corrisponde al vero, le imbarcazioni (barchette e motoscafi)alla vista delle forze dell’ordine mollano tutto in mare. al loro ritorno in porto a bordo non hanno nulla di attrezzature se non il pescato (quindi il corpo del reato).
    Ed è qui che bisognerebbe intervenire facendo stazionare i militari sui luoghi di attracco, come si faceva una volta. Quindi, iniziamo a piazzare i soldati a capojale, a vignanotica, Vieste ed a puntagrugno e poi vediamo cosa succede.
    Le forze dell’ordine sanno benissimo chi sono, li conoscono bene e ce ne uno in particolare che si prende anche gioco di loro, annunciando l’entrata e l’uscita dal porto, menzionado la seguente frase: CONCORDIA IN USCITA……….CONCORDIA IN ENTRATA…….
    Noti sono anche gli acquirenti di Manfredonia, già denunciati diverse volte…..che attualmente pagano le agostinelle ad € 8.50 al kg.
    Possibile che noi sappiamo e chi è preposto no?
    ma fatemi il piacere…..
    Cercate di fare il Vs dovere e non consumate la nafta solo per farvi il giro in barca.

  • agguerrito se dovessi dare un voto al tuo commento,ti darei sicuramente un 10 e lode.mentre alle alla g.costiera,g.di finanza ,e carabinieri .un bel rimandato a settembre,sperando di aver rimosso questo fenomeno.


  • agguerrito

    Grazie a te Matteo per aver portato alla luce un fenomeno che cresce di anno in anno sempre più.


  • la bionda senza capelli

    una parte dei pescatori sanno solo lamentarsi e poi si sfregano le mani durante il fermo biologico e durante la pesca dei cicinelli vietata


  • Mary

    Nabucodonosor deve aggiungere e finire che ci sono altre persone, stessa razza, che fanno da vedetta alle uscite delle forze Dell ordine, chiamata e via! La soluzione? Servizio estivo dello scafo CP a capojale e sequestro dei mezzi pertinenti al reato di pesca (reti, barca e macchina per il trasporto) . Bravo nabucodonosor!

  • ei bionda vedi che in90 per cento di questa gente non sono pescatori ma gente senza scupoli nel rispetto del mare.sono gente che non a mai fatto numeri,mi dispiace solo che li fanno andare avanti nella loro ferocita distruttiva.


  • NABUCODONOSOR




    allora,il sequestro della barca non è previsto per questo tipo di reati,e seppure si sequestra la barca,i soggetti escono anche con la barca sequestrata,perke il sequestro consiste solo ad una legatura con un filo di ferro sulle manette,confermo che non si tratta di pescatori ma di criminali e malviventi,che se non pescano rubano,quindi si preferisce lasciarli pescare piuttosto che lasciarli in giro a fare danni,comunque al problema non vedo soluzione,l’unico tampone alla situazione siete voi,dovete fare esposti e denunce,fino a portare la questione all’apice opinione pubblica,in modo che arrivino all’occhio nazionale


  • io

    cari amici pescatori chi nn ha peccato scagli la prima pietra … pensate a voi ai vostri continui avvisi via radio arriva la finanza i carabinieri e cosi via, pensate alle vostre dichiarazioni dei redditi scandalosi nonostante siete proprietari di almeno un abitazione e pensate anche a chi avete a bordo sulla carta e chi ci viene realmete e fatevi un bell’esame di coscienza prima di dare la colpa alle istituzioni, perche’ e’ vero forse nn fanno rispettare la legge in tutto e per tutto ma le ragioni ci sono : se io sequestro la barca di un noto pseudo pescatore perche da imbarcazione da diporto l’ ha trasformata in barca da pesca , tra l’altro arrivando dopo minacce e spintoni a denunciarlo e il giudice di turno dissequestra tutto dicendo che lo fa per il sostentamento della sua famiglia MA DITEMI VOI CHI CAVOLO TUTELA NOI …..NESSUNO NEANCHE VOI IN QUESTI FORUM ANONIMI FONTE DI SFOGO PER CHI CERTE VOLTE DOVREBBE STARE IN SILENZIO . grazie


  • onesto

    i pescatori non rispettano le leggi questo e vero ma x che non ce chi le deve far rispettare. loro vengono pagati x quello altrimenti se hanno paura della loro incolumita cambiassero lavoro . mi dispiace ma non e cosi a nord le leggi le fanno rispettare. come e stata combattuta secondo te la mafia se fate questo lavoro fatelo fino in fondo no che fate pagare sempre ai pescatori indifesi


  • io

    ONESTO.. COME AL SOLITO SI CAPISCE CIO’ CHE SI VUOLE OK COSI W LA BEATA IGNORANZA


  • dino vigoli

    .
    .
    .
    Il vero problema è la giustizia che non funziona,ha ragione “IO” che,con il giudice di turno ,a un avvennuto sequestro di natante da parte delle forze dell’ordine di un natante da diporto che strascica per lungo e il largo,viene dissequestrato semplicemente perchè il natante non è un pescereccio o perchè altrimenti se non lavora delinque.
    Io a questa gente che non rispetta le regole di convivenza sociale,butterei le chiavi.
    La corda prima o poi si spezza,la buffonaggine non paga.


  • onesto

    xche offendi lo vedi come siete sapete solo offendere fatevi rispettare altrimenti cambiate lavoro ogni lavoro comporta dei rischi quindi prendetevi i vostri rischi x che vi pagano x questo noi siamo ignoranti meglio a essere ignoranti ma no essere ridicoli.


  • agguerrito

    “caro” io,
    inizia a fare il tuo dovere e non ti preoccupare che prima o poi tutti nodi vengono al pettine.
    Sanziona chi è da sanzionare e non voltarti dall’altra parte quando passa il malvivente di turno.
    Non sorridere al delinquente ma bastonalo (in senso metaforico).
    Certe volte ho difficoltà a trovare differenze tra voi e loro.
    Commentando l’articolo in questo modo hai solo fatto una magra figura.


  • io

    nn credo ci sia null’altro da aggiungere

  • spero che le autorita abbiano letto tutti i nostri commenti, e si diano una mossa.


  • onesto

    spero che le autorita non la pensino come il signor io altrimenti non possiamo credere piu alla giustizia x che i primi a non credere sono loro


  • matteo

    Voi che siete gli onesti perché andate a comprare il pesce a via della croce ? Eppure sapete che gente è quella che vende il pesce per strada…….
    Perché invece non andate a comprare il pesce in pescheria?


  • W la Rai

    Autorità? Dove sono anarchia totale e vandalismo totale, devastazioni, sporcizia, disordine, traffico intasato, sorprusi e quant’altro, ci vogliono i vigili di quartiere a piedi, inoltre ho visto una coppia di vigili in moto in due mese negli altri 59 giorno non ho mai visto un vigile per il corso, a Siponto nella zona nevralgica di Piazza Marconi etc..allora?


  • riky

    i miei complimenti alle autorità di manfredonia e vieste e capoiale qui lavorano anche i pescherecci complimenti voi si che lo stipendio lo rubate e siete autorizzati vergognatevi vergogni anche a chi non denuncia


  • onesto


  • onesto

    X matteo sei fuoritema cosa centra adesso chi li compra se non si andrebbero a pescarli non li venderebbero il problema principale proviene da chi li pesca


  • matteo

    ma il problema è anche chi compra da quella gente in mezzo alla strada, specie in via della croce….
    quelli vendono in mezzo alla strada nelle cassette poggiate a terra, le mosche che si poggiano sopra, lo sporco e le polveri sottili delle auto che passano……
    è un vero schifo
    come cavolo si fa a mangiare quella roba?
    iniziamo ad educare la gente ad acquistare pesce genuino e salutare in pescheria….
    immaginate che lo mettono in mezzo alla strada la mattina alle 7 e dopo 4-5 ore è ancora li, sotto il sole, lo sporco e le polveri……


  • onesto

    larticolo sopra commendato parla del problema pesca di frodo e pesca a strascico nel fermo biologico. il fatto che li vendono in mezzo alla strada e un altro grande problema da risolvere ma questo pescato viene acquistato anche dai piu noti magazini di manfredonia e non solo x strada


  • Spartacus

    Se ho ben capito sappiamo chi sono? Aiutiamo le forze dell’ordine ad individuarli. Le leggi vengono fatte a fine di bene per tutti e se uno fa il furbo deve essere segnalato perchè distrugge un bene di tutti.

  • sono u querc,tre piatt zambedu,zucculeccia,pazziaril.i macchiaul ecc…tanto la g.c.e infiltrata con questi personnaggi.


  • giusepp u querci

    manfredoniani lecca —-………ciao matteoo gino conosci pure i nomi aaa sei proprio nuuuu infamoneeeeeee


  • Matteo

    Vorrei precisare che i pescherecci che lavorano a capoiale sono autorizzati a diferenza di chi lavora con scafi piccoli I pescherecci rinunciano a i soldi del fermo guadagniandoli di persona ed il prodotto che scaricano e tutto fatturato quindi non parlate se non sapete inoltre la guardi costiera quasi tutte le notti effettua controlli sui tutti i pescherecci e anche questo e dimostrabili con i verbali di controllo e in più allegate anche foto dei pescherecci informativi prima di parlare

  • matteo per te e la g.c .prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr

  • ma fatemi il piacere ,i controlli ma andate a c….


  • vito

    viva l’italia
    alla faccia del fisco
    e chi se ne frega
    ognuno fa quel che vuole in italiA ma soprattutto in questo paese
    meno male che abbiamo puntato sul turismo con il porto da diporto
    E i signorotti delle barche da diporto come la pensano, verranno a ormeggiare qui con questa schifezza in giro per il mare nel gargano.
    Loro che sono sottoposti a severi controlli da parte di tutte le autorita’


  • onesto

    guarda che la gente e informata a capoiale e vero che anno rinunciato al fermo ma devono pescare con le reti da posta no con lo strascico i fatti si sanno


  • gino

    i pescherecci di capojale sono solo autorizzati a pescare con attrezzi da posta, invece fanno i furbi del cavolo pescando a strascico tutti i giorni …….


  • Matteo

    Come ora vi attacate alle reti da posta alle reti a strascico invece prima vi attaccavate a i pesci ai controlli vi o dato dimostrazione sia dei controlli e sia del pescato che è fatturato la verità e che non avete niente da fare e vi attacate alle stubitagini


  • agguerrito

    E dopo tutte queste indicazioni cos’è cambiato?
    Dove sono gli organi preposti?


  • pazziarill

    gino,vatti a prendere lo stipendio e non rompere le biglie alla gente,non fare l infamone che tu magari ne combini di peggio e ridi sulle disgrazie degli altri,ciao gino e matteo a presto…


  • agguerrito

    Pazziarill…. la gente come te rovina questa città.
    X gli organi preposti: i nomi sono stati fatti….ma di voi ancora nessuna traccia.
    A cosa state aspettando?


  • i dannegiati

    Eclatante la nostra posizione per la pesca, chi tanta tant e chi nid nid, è vero che ci sono pescatori furbi e non solo, e non rispetono niete e nessuno e chi permette questo (grazie ai nostri colleghi pescatori furbi)……………


  • MaryGigi

    Ma quanta invidia… Al posto di stare davanti ai bar a fare i coglioni e a criticare la gente che porta il piatto a tavola andate pure voi a lavorare…. Meglio lavorare abusivamente ke stare a far niente davanti ai bar… La vostra è tutta invidia xò poi quando entrano le barche leccate tutti il culo x farvi avere le AGOSTINELLE… Sti infami lecca c…o


  • gino

    Il paese dei balocchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi