Capitanata

Tarsu Foggia, Mc e Adiconsum insieme contro aumenti

Di:

Bruno Maizzi (al centro), presidente del Movimento Consumatori durante la recente conferenza stampa su Tarsu e Parcheggi Comune di Foggia(St)

Foggia – “Ora è giunto il momento di essere più chiari, poichè dopo attenta analisi è stata definitivamente chiarita la questione: La Tassa va pagata come lo scorso anno. Non ci sono estremi per non pagarla! L’aumento del 30% è illegittimo”. Non hanno più dubbi, almeno da quanto scritto in un comunicatostampa congiunto, le associazioni di consumatori foggiane. Bruno Maizzi, M.C., e Giuseppe Potenza, Adiconsum, ritengono alla fine che i cittadini foggiani dovranno pagare semplicemente gli importi dell’anno passato.

I due, che annunciano di aver trovato una “sinergia per tutelare al meglio, tutti i cittadini foggiani”, laciano la sfida del ricorso al Tribunale Amministrativo. “Ci faremo carico – è la promessa – di tutti gli esosi oneri per presentare un Ricorso al T.A.R. che, accerti la illegittima Azione commessa dal Comune di Foggia a danno dell’intera cittadinanza, nel contempo si compilerà la lista di tutti i cittadini aderenti al “Non Pagamento Aumento” da inoltrare al Comune”.

I cittadini aderenti, devono presentarsi presso una delle due Associazioni (M.C. Foggia Via Gorizia,52 e Adiconsum Via Montegrappa,64) controfirmando un prestampato “Autotutela” e fornendo i necessari documenti, ossia: Avviso di ricevimento Tassa e fotocopia fronte-retro del documento di riconoscimento. Fatto questo, il Cittadino sarà libero di pagare la Tassa (con l’importo dello scorso anno) entro il 31.12.2011.

“Sarà cura e spesa delle due Associazioni – precisano Mc e Adiconsum – assistere in giudizio in ogni ordine e grado i Cittadini. Non ci saranno sorprese e/o effetti collaterali, perché il Ricorso è fondato su validi motivi che accertano l’illegittimità dell’aumento del 30%” Gli esosi costi, saranno a cura delle due Associazioni. Sarà richiesto, per i già Soci, solo un contributo di €.5,00 per spese di cancelleria, disbrigo ed inoltro pratica.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • Redazione

    Ufficio aperto anche sabato per il rilascio dei permessi di sosta ai residenti nella zona centrale

    Sarà aperto anche domani, sabato 24, l’ufficio allestito dall’Ataf in via Scillitani per favorire la consegna delle richieste di permesso agevolato per la sosta destinato ai residenti nell’area centrale della città. Dalle 8,30 alle 13,30 e dalle 16,00 alle 20,00 si potrà consegnare il modulo, scaricabile dal sito internet dell’azienda di trasporto pubblico (www.ataf.fg.it) e che è allegato all’opuscolo informativo in distribuzione in questi giorni, corredato dalla fotocopia del documento di identità e della carta di circolazione dell’auto.

    Ad oggi, l’Ataf ha ricevuto poco più di 2.000 richieste sui circa 8.000 residenti nella zona perimetrata: “invitiamo tutti a consegnare le richieste per tempo – afferma Domenico Mazzamurro, presidente della società di proprietà comunale – ricordando che, a causa della complessità della pratica, il rilascio del permesso avviene ad una settimana dalla consegna”.


  • Redazione

    MOVIMENTO CONSUMATORI & ADICONSUM “La Tarsu si paga, ma Non l’Aumento!”

    Il Sindaco nella Sua ultima nota, dichiara: “L’Amministrazione ha operato nel rispetto della legge; i cittadini prestino attenzione agli atti compiuti a difesa di interessi e diritti”. Documentando una sfilza di Articoli, comma e D.Lgs. che, a Suo dire, chiariscono la piena legittimità della famosa Delibera del 02 agosto scorso.

    Il tutto, si augura debba servire come monito ai Cittadini che, ritenendo violati i propri diritti e interessi, si accingeranno a compiere azioni che potrebbero determinare solo aggravi di spesa”. Con ovvio riferimento alla ns. ferma Azione.

    In pratica, miei cari sudditi, pagate e Basta! Non esiste alcuna possibilità di opporvi!!!

    Purtroppo per Lui, non è così! Noi, non invochiamo l’illegittimità della Delibera per i motivi, dal Sindaco esposti. Tale atto appare assolutamente illegittimo da un punto di vista giuridico ed immorale da un punto di vista sostanziale.

    L’illegittimità giuridica risiede nel mancato rispetto di quanto disciplinato nel decreto legislativo 507/93 in quanto l’atto deliberativo adottato è assolutamente privo di indicazioni circa le prescritte ragioni giustificative dell’aumento tariffario ed è privo di una serie di dati obbligatori a sostegno della indebita assunta decisione, in tal senso si riscontrano importanti sentenze emesse da diversi Tribunali Regionali Amministrativi e dal Consiglio di Stato.

    L’immoralità come elemento di disappunto sostanziale, risiede nella circostanza che da un lato i cittadini vivono, da anni, un grave disservizio nella raccolta rifiuti e dall’altro l’Ente per risanare le casse vuote chiede ai contribuenti un sacrificio ulteriore.

    Il MOVIMENTO CONSUMATORI & l’ADICONSUM certi di rispettare le norme e gli indirizzi giurisprudenziali e dottrinari in materia,

    invitano i Contribuenti a recarsi presso i propri uffici siti in Foggia, dove saranno fornite specifiche indicazioni in merito.

    Movimento Consumatori Foggia Via Gorizia 52 – Dr. Bruno Maizzi – 338.7979600

    Adiconsum Foggia Via Montegrappa 64/c – Avv. Giuseppe Potenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi