Lavoro

Decaro: “il Governo conceda sblocco turn over”

Di:

Il consigliere regionale Pd Antonio DeCaro (cassanolive)

Il consigliere regionale Pd Antonio DeCaro (fonte image: cassanolive)

Bari – “LA Puglia non merita di dover buttare al vento tutti gli sforzi che ci hanno portato a rispettare gli obiettivi del Piano di rientro. Dobbiamo unire le forze, ancora una volta, per chiedere in maniera bipartisan al governo nazionale lo sblocco del turn over affinché il nostro sistema sanitario possa continuare a garantire la dovuta serenità ai cittadini pugliesi”. Lo sottolinea il capogruppo del Pd alla Regione Puglia, Antonio Decaro, secondo il quale “le forze politiche pugliesi hanno già dimostrato di saper ottenere risultati importanti quando mettono da parte le divisioni e lavorano per il bene comune”.

Per Decaro, “l’obiettivo che abbiamo davanti, quello di poter continuare a garantire i livelli minimi di assistenza in tutto il territorio regionale, deve spingerci verso uno sforzo comune che metta insieme il nostro impegno e quello dei nostri rappresentanti in Parlamento, affinché il governo conceda alla Puglia una deroga al blocco delle assunzioni del personale sanitario. Abbiamo cercato di affrontare il Piano di rientro anche come una opportunità per reingegnerizzare il nostro sistema sanitario – conclude – e non possiamo permettere, ora che il peggio è passato, di tenere ancora bloccate le assunzioni, perché sarebbe una inutile, e dannosa, punizione per la nostra regione”.

Sblocco turn over sanità, Palese: Se tutto in regola, Governo lo concederà. “Alla vigilia della relazione tenuta in Aula dall’assessore Attolini, avevamo chiesto chiarimenti su una serie di gravissimi episodi verificatisi in Puglia durante l’estate, ma il Governo Regionale non ci ha risposto su nulla: né sul turista morto a Mola perché ha trovato chiuso il punto di primo soccorso, né sulla partoriente di Manduria che ha dovuto girare 4 ospedali prima di dare alla luce il figlio né sul caso del primario sospeso sempre a Manduria e neanche sulle presunte e gravi irregolarità emerse nella gestione dei fondi di riabilitazione psichiatrica nella Asl di Bari secondo il metodo del cosiddetto ‘vuoto per pieno’. Non si può dire di aver fatto il punto sullo stato di salute del Servizio Sanitario Regionale senza discutere di questioni come queste che impattano drammaticamente sulla vita dei cittadini e sul loro diritto violato all’assistenza sanitaria e sono sintomi di una malattia ormai cronica del sistema privo di un modello organizzativo”.

Lo dichiara in una nota il capogruppo del Pdl alla Regione Puglia, Rocco Palese, che aggiunge: “Quanto poi all’appello rivolto ieri dall’assessore e rilanciato da altri esponenti della maggioranza, sullo sblocco del turn – over da parte del Governo nazionale, va ricordato che sono due i presupposti per ottenerlo, ossia il rispetto dei vincoli e delle scadenze imposti dal Piano di Rientro e l’approvazione delle Piante Organiche che, nonostante le nostre reiterate sollecitazioni , il Governo Regionale ha approvato solo poche settimane fa e con due anni di ritardo. Se davvero, come dice l’assessore, le verifiche nazionali sul Piano di Rientro sono state tutte superate e se le Piante Organiche sono sufficientemente chiare ai tecnici ministeriali, non dovrebbero esserci ostacoli”.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi