FoggiaSpettacoli

Fondi Apulia Film, Poli Bortone: “gravi dubbi”

Di:

La senatrice del Pdl Adriana Poli Bortone (Pdl)

La senatrice del Pdl Adriana Poli Bortone (Pdl) (immagine d'archivio, rinascita popolare)

Bari – “CI sono gravissimi dubbi sulla gestione dei fondi da parte dell’Apulia Film Commission”. La senatrice Adriana Poli Bortone, a tal proposito presenta un’ interrogazione al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Ministro per i Beni e le attività Culturali e al Ministro per le Politiche Comunitarie chiedendo tra le altre cose “il commissariamento della Regione Puglia per l’ennesima violazione, ex art. 120 della Costituzione, delle norme nazionali e comunitarie soprattutto in termini di concorrenza e di conflitto di interessi”.

“La questione – scrive nella nota la senatrice – viene chiarita punto per punto nell’interrogazione”: “innazitutto i dirigenti della AFC sono fra gli autori del progetto filmico “La nave dolce” e quindi già solo per questo si manifesta un evidente un conflitto d’interesse”. “Ma non finisce qui perché un filmmaker barese aveva già realizzato il cortometraggio “Vlora 1991 – Il mare dentro” con riprese video da lui girate al tempo sui luoghi dello sbarco, (dunque sullo stesso argomento dell’attuale “La nave dolce”)”. “Di tale documento si sono perse all’improvviso le tracce, finchè non è comparso l’annuncio del film di Vicari. Il filmmaker barese, invece di gridare allo scandalo haM taciuto. Ma poi si è candidato e si è aggiudicato, (unico ammesso al colloquio del 2 agosto scorso, su oltre cento candidati), un incarico professionale, ben retribuito presso l’AFC.”

“In questa situazione, è chiaro che un Ente pubblico entra in concorrenza con i produttori privati, forte delle risorse, dei sostegni e dei privilegi economici che la posizione gli consente e i soldi pubblici vanno a sostenere una operazione in concorrenza con l’attività economica di una parte di cittadini (gli operatori del cinema pugliese e non, che investono invece i propri soldi) e ad avvantaggiarsene sono i dirigenti dell’ente a sostegno pubblico”, scrive la senatrice. “Da qui la richiesta di intervenire per verificare, nell’ambito delle proprie competenze, se non siano state poste in essere azioni volte a disattendere norme nazionali e comunitarie soprattutto in termini di concorrenza e di conflitto di interessi e in tal caso commissariare la Regione Puglia“, come dice in una nota la senatrice Poli Bortone.

APF: i fondi stanziati dalla Provincia

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi