Manfredonia

Manfredonia, 2 mesi dalla scomparsa di Cosimo; “rispettare il dolore”

Di:

il 21enne di Manfredonia Cosimo Salvemini (st@)

Manfredonia – OLTRE due mesi dalla scomparsa di Cosimo Salvemini, 21enne di Manfredonia, (classe ’92), del quale non si hanno più notizie dalla sera del 18 luglio.


Gli appelli.
Dopo i numerosi appelli della famiglia, del legale Lorenzo Troiano, dell’Amministrazione comunale, sindaco in primis, dell’arcivescovo dell’Arcidiocesi di Manfredonia-Vieste e San Giovanni Rotondo, mons. Michele Castoro, dopo i cartelloni affissi all’entrata e nel centro di Manfredonia, dopo le comunicazioni delle testate locali, provinciali, regionali e nazionali (compreso l’appello e ricerca di Chi L’ha visto? Rai), come ribadito stamane dai carabinieri di Manfredonia – che coordinano le indagini – “nessuna novità per le ricerche del giovane”. Questo anche per un eccessivo silenzio di quanti potrebbero avere visto qualcosa o segnalare elementi utili per le indagini.


Nessuna fiaccolata su “volontà” della famiglia.
Da segnalare, in risposta a segnalazioni giunte in redazione, che l’ipotetica fiaccolata per il ragazzo è stata annullata, o comunque rinviata, su volontà della famiglia che – “costernata dal dolore” – ha richiesto gentilmente “rispetto” per la mancanza di notizie da giorni del caro. Analoga richiesta di silenzio era stata avanzata dopo la richiesta di partecipazione a trasmissioni nazionali per la discussione e sviluppo del caso.

L’invito al rispetto del dolore è da qui esteso alla cittadinanza.

La Redazione di Stato invia nuovamente un messaggio di solidarietà e di affetto alla famiglia e cari del giovane.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Punisher

    Con tutto il rispetto… ma se mi fosse sparito un figlio farei mille appelli in tv, mille fiaccolate e milioni di sbattimenti. Ripeto, rispetto la scelta della famiglia ma non la condivido né capisco nemmeno un poco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi