Sport
Nota stampa

Olimpiadi: Emiliano scrive a sindaco Raggi

Di:

Roma. Il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha inviato al sindaco di Roma, Virginia Raggi, una lettera sulla candidatura della città di Roma per l’organizzazione delle Olimpiadi 2024. Emiliano – che comprende la cautela della prima cittadina della Capitale vista la natura “delicatissima e piena di problemi della città” – propone al sindaco Raggi di decentrare l’organizzazione delle Olimpiadi verso Regioni e città già dotate di impianti idonei e di dar vita a un comitato di garanti sugli investimenti da realizzare, per sorvegliare su trasparenza e legalità.

Di seguito, il testo della lettera:

Gentile Sindaca,

mi permetto di indirizzarle poche righe con il solo scopo di offrirle il mio contributo al percorso che La porterà a pronunciarsi sulla disponibilità della sua città ad essere candidata per ospitare le Olimpiadi del 2024. Roma è la Capitale d’Italia, una delle più belle e desiderate città del mondo, ma è anche delicatissima e piena di problemi irrisolti come tante altre città italiane. Comprendo, dunque, la Sua cautela. Essa è segno di responsabilità e senso del limite, doti che sono essenziali al buon governo. Ma le Olimpiadi sono un evento di Pace e Fratellanza di un rilievo tale da essere irrinunciabili per un Paese come l’Italia. Date però alcune condizioni che ognuno di noi deve pretendere in casi del genere. Per questo mi permetto di dirLe che siamo pronti ad affiancare Roma in questo percorso. Vorremmo realizzare in questo occasione un modello trasparente e partecipato di gestione della res pubblica. Le propongo di decentrare le gare verso Regioni e città già dotate di impianti idonei. Di dar vita ad un comitato di garanti sugli investimenti da realizzare, che sorvegli sulla trasparenza e legalità di ciascuno di essi.

Se lo ritenesse utile, sono pronto ad incontrare Lei e il Presidente Giovanni Malagò assieme ai sindaci ed ai presidenti di Regione che vorranno aderire, per concordare le modalità di una candidatura che attenui i rischi che legittimamente preoccupano Lei e la Sua Comunità. Roma 2024 attraverso il coinvolgimento di altre Città e Regioni, può diventare un modello virtuoso e condiviso di gestione delle risorse pubbliche che distribuisce costi e rischi. Potremmo dar vita a progettazioni di impianti e sistemi organizzativi a basso impatto ambientale, suscettibili di riuso pubblico da parte delle città che li realizzeranno. Sono certo che coglierà il senso della mia proposta dettata da un sincero spirito di amicizia e di leale collaborazione”.



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • Redazione

    OLIMPIADI ROMA 2024: SI RISCHIA PASTICCIO ALL’ITALIANA

    CODACONS CHIEDE AL SINDACO RAGGI DI ATTENDERE I RISULTATI DEL SONDAGGIO CHE VERRA’ DIFFUSO DOMANI

    POSSIBILE ORGANIZZARE OLIMPIADI SENZA RUBERIE E DANNI PER LA COLLETTIVITA’. DOMANI CONFERENZA STAMPA IN CAMPIDOGLIO

    Sulle Olimpiadi di Roma 2024 si rischia il solito pasticcio all’italiana che arrecherà un danno di immagine senza precedenti al nostro paese. Lo afferma il Codacons, che rivolge un appello a Virginia Raggi.

    “Chiediamo al sindaco di ascoltare l’opinione dei cittadini e, prima di assumere qualsiasi decisione, prendere visione dei risultati del sondaggio su romani e Olimpiadi che verrà diffuso domani nel corso della conferenza stampa Codacons in Campidoglio – afferma il presidente Carlo Rienzi – Organizzare i giochi olimpici nella capitale senza ruberie, corruzione e danni per la collettività è possibile, a patto che si seguano regole ferree e si dia vita ad infrastrutture utili ai romani e che rimangano nel tempo“.

    Proprio in tal senso domani, nel corso della conferenza stampa organizzata dall’associazione – e che vedrà la presenza della coordinatrice generale del Comitato promotore di Roma 2024, Diana Bianchedi – verrà svelato un progetto che consentirà di utilizzare le Olimpiadi per migliorare 15 periferie degradate della capitale.

    All’incontro – ore 12:00 presso la sala della Protomoteca in Campidoglio – sono stati invitati a partecipare tutti i soggetti coinvolti nelle Olimpiadi e i rappresentanti dei 15 quartieri più degradati di Roma.


  • Elettore Pd arcideluso

    Prima mettete la pena di morte o il taglio del mani per i furfanti e poi organizzate le olimpiadi! Emiliano occupati della Puglia e occupati della disastrata provincia di Foggia e della martoriata Manfredonia, prima di occuparti di Roma e le Olimpiadi, ah dimenticavo Taranto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati