Cronaca
"Prima della nostra uscita pubblica abbiamo scritto all’Amministrazione e all’Ataf senza ricevere risposta alcuna"

Parcheggi per i disabili a Foggia, proteste GD

"Sosterremo questa battaglia insieme ai Gd di Foggia – concludeGrieco – fino a quando non si porrà una soluzione degna di una città civile e accogliente e non esiteremo ad andare fino in fondo"

Di:

Foggia. È lapidaria l’apertura del comunicato dei Gd di Capitanata che, per bocca del Responsabile alle diverse disabilità BlerimXheladini, replicano alla nota stampa con cui i Giovani di Forza Italia hanno preso le difese dell’operato dell’Amministrazione Landella. Casus belli è il nuovo regolamento di sosta tariffata del Comune di Foggia che, eliminando l’esenzione dal pagamento a favore dei disabili, penalizza questa categoria di cittadini. La questione, sollevata inizialmente dal consigliere comunale Alfonso De Pellegrino (PD) e ripresa con forza dai Gd di Foggia, presenta forti penalizzazioni per questa categoria di cittadini foggiani. “Non siamo alla ricerca di visibilità – continua Xheladini – ma vogliamo entrare nel merito dei problemi dei cittadini e offrire il nostro contributo per la loro pronta risoluzione. Prima della nostra uscita pubblica abbiamo scritto all’Amministrazione e all’Ataf senza ricevere risposta alcuna; solo dopo aver esperito un tentativo di dialogo con i soggetti competenti abbiamo sottoposto la questione all’attenzione dell’opinione pubblica e scritto a S.E. il Prefetto di Foggia, dott.ssa Maria Tirone.”

“Amministrare – gli fa eco Luca Grieco, Segretario dei Gd Capitanata – comporta anche la possibilità di incappare in alcuni errori; avere l’umiltà di riconoscerlo e rivedere le proprie posizioni è un atteggiamento di grande maturità e rispetto per i cittadini. Derubricare a polemica politica una battaglia a sostegno di una categoria di cittadini già oltremodo vessata, è davvero sintomo di superficialità.

Sosterremo questa battaglia insieme ai Gd di Foggia – concludeGrieco – fino a quando non si porrà una soluzione degna di una città civile e accogliente e non esiteremo ad andare fino in fondo, appellandoci a tutti gli organi competenti. Le tematiche della disabilità ci stanno a cuore e su questi temi non rinunceremo mai al nostro ruolo di denuncia e di proposta.”



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati