AttualitàManfredoniaPolitica
"Se c'è una cosa che potrebbe dare una marcia in più al settore turistico, non solo pugliese, e rafforzare il concetto di Sistema Italia, è l'istituzione di un ministero ad hoc"

Turismo, Briatore boccia la Puglia. Ira Stefàno

"In questi anni, abbiamo lavorato - prosegue Stefàno - per definire una strategia di recupero dei nostri tratti identitari"

Di:

“Tranne qualche caso isolato, in cui si misurano eccessi recuperabili, la Puglia ha dimostrato come si possano valorizzare le identità, avviando la composizione di un’offerta turistica matura a 360 gradi. Abbiamo appena iniziato un lavoro importante che va proseguito con determinazione e non siamo interessati a barattare la bellezza, le diversità, le tradizioni – che abbiamo recuperato con grande sacrificio – con il ‘modello Briatore’ che qui in Puglia abbiamo già superato, anche perchè, nel frattempo, è cambiato anche il concetto di lusso. A Briatore ricordo che il network internazionale di Luxury Travel ha assegnato l’oro nella categoria “Best hotel of the year” a Borgo Egnazia, relais a cinque stelle pugliese immerso nelle campagne brindisine, mentre quasi unanimente ci vengono indicati in crisi sistemi che avevano investito proprio sul “modello briatore”, Costa Smeralda in primis”. E’ il commento del Senatore Dario Stefàno, Presidente de La Puglia in Più, alle dichiarazioni di Flavio Briatore che ha bocciato l’offerta turistica pugliese.

“In questi anni, abbiamo lavorato – prosegue Stefàno – per definire una strategia di recupero dei nostri tratti identitari e costruito una narrazione dei luoghi che ha portato riscontri incredibili. La Puglia ha un grande appeal ed è ormai, da qualche anno, tra le regine dell’estate. I risultati di oggi non sono un punto di arrivo ma di partenza e sono figli delle politiche pubbliche degli ultimi dieci anni e di sinergie vincenti con il tessuto imprenditoriale e con gli operatori di settore che hanno caratterizzato e diversificato l’offerta turistica attirando l’attenzione di tutto il mondo, anche dei turisti più esigenti ma senza cementificare la costa o realizzare night club”.

“Dopo gli sforzi profusi per ampliare e migliorare la rete degli aeroporti pugliesi, premiati con flussi di passeggeri dai trend sempre in crescita, sono convito che siano invece urgenti massicci investimenti pubblici in infrastrutture come linee ferroviarie e collegamenti veloci, metropolitane di superficie al posto delle FSE e dorsali capaci di connettere i territori”.

Se c’è una cosa che potrebbe dare una marcia in più al settore turistico, non solo pugliese, e rafforzare il concetto di Sistema Italia, è l’istituzione di un ministero ad hoc. Questa – conclude Stefàno – si che è una necessità anche per gli imprenditori”.



Vota questo articolo:
7

Commenti

  • Noi pugliesi non abbiamo bisogno di Briatore. La Puglia è fantastica ed i dati turistici lo confermano


  • Carmen

    Chi è Briatore?
    Gli rode…tutta invidia


  • ilproletario

    Nessuno ha chiesto a Briatore come mai Lui sia venuto in Puglia???
    Lui è un VIP milionario, chi lo ha invitato?
    Se la Puglia non gli piace, perché ci è venuto???
    Io penso che ha adocchiato un tratto di costa che gli piace e vorrebbe costruirvi un suo albergo per i suoi amici VIP!


  • Alberto Marchitelli

    Infatti si è visto che prosperità ha lasciato ai sardi Briatore con la sua ricetta turistica: è una regione florida e piena di occupazione


  • Redazione

    PUGLIA, AL BANO: BEN VENGANO I BRIATORE SE PORTANO BENESSERE NELLA REGIONE

    Al Bano Carrisi, pugliese doc, a Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, oggi ha parlato della polemica di Flavio Briatore, che aveva chiesto più hotel di lusso in Puglia. “Vanno bene gli alberghi a due o a tre stelle – ha esordito Al Bano con Geppi Cucciari e Giorgio Lauro -, però se si vuole anche un turismo di un altro tipo, ci vogliono anche dei posti giusti per quel tipo di turismo, che in parte già ci sono”. Come certe masserie, che però secondo Briatore, non sarebbero sul mare. “Beh, noi abbiamo 900 km di coste, quindi ce n’è di spazio. L’importante è che facciano le cose giuste, poi se portano benessere in quella regione, ben vengano i Briatore”, ha spiegato a Un Giorno da Pecora il cantante.

  • la puglia adesso e’ una regione che puo’ ospitare gli ospiti a quattro stelle superior,i cinque stelle lusso si troverebbero a disagio qui perché non c’e’ il lusso appartenente alla loro specie…..ma non sono indispensabili,poi se i lor signori vorrebbero scendere di un solo gradino e mischiarsi tra noi,che ben venga…
    la nostra e’ una regione che offre la storia,la cultura e la gastronomia,non abbiamo piu’ negozi che vendono animali morti,gioielli strappati a chissa’ quale povero stato ecc…….noi siamo cosi’,se il sig. briatore vuole continuare a venire e’ il ben venuto,altrimenti le sue ricche vacanze se le puo’ fare dove e’ stato fin ora


  • vergogna

    Da quale pulpito viene la predica. Ricordiamo che il ” senatore” Dario Stefano prende un vitalizio di 5.618,78 euro di quando era consigliere regionale, poi prenderà anche quello da ” onorevole” . Si permettono anche di aprire la bocca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati